“Slocum”, o l’arte di circumnavigare il globo in giardino: una nuova storia di J.-F. Laguionie

“Posso raccontarvi del viaggio in barca di mio papà, poiché sono stato con lui tutto il tempo. Fu un viaggio alquanto strano, senza oceani o mari da attraversare, e neanche una serratura in cui passare attraverso… la barca rimase a casa, e così mio padre. Ma ciò non significa che non ci furono avventure…”

E’ attualmente in sviluppo “Slocum“, il nuovo progetto del regista e animatore francese Jean-François Laguionie, prodotto da JPL Films.

Come per il bellissimo “Le stagioni di Louise” (Louise en hiver) Laguionie riprende alcuni dei suoi ricordi d’infanzia, questa volta relativi alla banlieue parigina – quando suo padre si mise in testa di costruire un battello in giardino – per narrare una vicenda sospesa tra commedia e malinconia. Il titolo rende omaggio a Joshua Slocum, navigatore statunitense che per primo riuscì ad effettuare la circumnavigazione del globo in solitario.