Fulber: storie musicali animate

LE STORIE MUSICALI ANIMATE DI FULBER

SIGLA ANIMATA KV-314

c.s.: Si tratta di KV-314, il nuovo corto animato musicale della durata di circa due minuti, scritto e diretto da Fulvio Bernardini, tra il 2018 e il 2019, nato come sigla per contraddistinguere il network digitale MusicaMea.

Produttori esecutivi sono VPM Lab. in associazione con Fulber Creazioni. Quest’ultima si è avvalsa della collaborazione di Sara Mizzi, veterana del disegno in movimento e già collaboratrice di studi di animazione italiani per produzioni televisive, quali lo Studio Bozzetto&Co. Melazeta e Gertie SRL, per citarne alcuni, e Maria Marciov, per l’assistenza dello storyboard animatic, ossia il processo di visualizzazione sonora del copione prima della realizzazione vera e propria. Una new entry nel gruppo messo assieme da Fulvio Bernardini, è anche il giovane Elia Rossi che si è occupato dell’editing audio-video e la rielaborazione in grafica digitale delle 23 scene che compongono il cortometraggio KV-314.

Infine Metro Rec per l’editing audio di alcuni effetti sonori sincronizzati; già autore della sigletta introduttiva Funny Living Melody™ marchio che contraddisitingue, con gli storici cartoon Gary e Spike, le animazioni musicali della Fulber. KV-314 è il sesto prodotto animato del cartoonist trentino, dopo Strucky Story del 1997, Uno scoiattolo chiamato Gellindo, del 2013, Remote Control del 2016, Funny Living Melody™, e Musical Flowers, del 2017. KV-314 realizzato tra il novembre 2018 e il febbraio 2019, utilizza come nei precedenti, l’animazione classica 2D.

IL SOUNDTRACK FIRMATO… AMADEUS

Personaggi e oggetti si muovono sincronizzati sulle note di alcuni passaggi musicali. Il segmento selezionato per il cartoons è estratto dal Concerto per Oboe e Orchestra di Mozart, KV 314 (dal quale il cartone prende il titolo) interpretato dalla solista oboista, Kim Seulgi, il concertatore è Marco Mandolini con l’esecuzione dell’Orchestra Haydn di Bolzano. Il concerto si è tenuto in occasione dell’ 8° Concorso Internazionale AudiMozart organizzato dall’Associazione Mozart Italia al Teatro Zandonai di Rovereto, nel 2016. Il soundtrack del cartone animato è una licenza esclusiva del Presidente dell’Associazione Mozart Italia, Arnaldo Volani.

I DISEGNI

Trattandosi di animazione in 2D classica questa mini produzione, ha prodotto quasi 1500 disegni-frame, necessari per lo standard richiesto che è di 24 fps (24 disegni per ogni secondo di animazione). Ma altri disegni sono stati prodotti per realizzare i model sheet, (i disegni modelli dei personaggi) necessari per coordinare il lavoro di animazione.

I PROTAGONISTI E LA STORIA

I protagonisti che prendono vita nel cartoons sono sostanzialmente tre: due strumenti musicali antropomorfi, un Oboe e un Violino, classici strumenti presenti nelle orchestre sinfoniche, e un Trillo che riveste nelle sue sembianze il caratteristico simbolo grafico a linea serpentina, presente nelle partiture musicali. Trillo è anche la mascotte identificativa del network MusicaMea, per il quale è stato promosso e finanziato il corto animato.

La trama è semplice e mette in risalto una condizione piuttosto comune; le difficoltà che sovente incontrano gli artisti nel dare maggiore visibilità alle proprie performance musicali. Oboe e Violino, impersonano due baldi musicisti relegati a suonare su un isolotto sperduto, dove le note musicali si disperdono, quasi inascoltate, nell’immensità dell’oceano della Musica. E mentre Oboe esegue un malinconico assolo sotto lo sguardo ammirato di Violino ecco affacciarsi sull’orizzonte del pentagramma un’Arca Musicale condotta da Trillo. Oboe e Violino si ritroveranno così su un vero palcoscenico; protagonisti di un’importante concerto di musica classica. A dirigere il concerto c’è colui che li ha salvati dall’isolamento: Trillo, nelle vesti di direttore d’orchestra per assicurare un momento di celebrità e un trampolino di lancio ai due musicisti animati, salvati dall’oblìo.

Nel link sottostante, la versione ridotta dell’ultimo lavoro della Fulber Creazioni realizzato tra Milano e Trento che ha raggiunto quasi 14mila visualizzazioni nel web.