Cinema e musica: a Treviso una serata per ripercorrere la storia di un matrimonio “movimentato” e indissolubile

Estate Trevigiana 2018 presenta:

Musica&immagini: Strumenti della Fantasia

Mercoledì 11 luglio dalle ore 20:45 alle ore 23:45

Piazza Rinaldi, Treviso

Nel Novecento, la musica ha trovato un compagno speciale: l’immagine in movimento. Il cinema, sin dalle sue origini, è entrato in speciale sintonia con l’arte sonora, legandovisi poi in maniera indissolubile.

Non sempre si ricorda, però, che non è stata la musica ad “aggiungersi” al cinema, ma semmai l’inverso: il primo spettacolo dei fratelli Lumière si tenne in un caffè parigino, un luogo dove -cinema o no- gli avventori venivano abitualmente intrattenuti da musicisti e cantanti.

Dalla fatidica serata in cui il cinema divenne “ospite” della musica per la prima volta, il 28 dicembre 1895, sono passati quasi centoventi anni. E se, per celebrare questo anniversario… si provasse a invitare di nuovo il cinema in un luogo altrimenti abitato dalla sola musicaorchestrAprogetto tenterà di fare proprio questo esperimento.

Sarà presentato uno speciale concerto, dedicato a due compositori provenienti dall’Est: il Ceco Bohuslav Martinů e il celeberrimo Igor Stravinsky. Del primo si eseguirà un Nonetto per archi e strumenti a fiato, del 1959; Stravinsky sarà invece protagonista con una nuova trascrizione per gruppo da camera del balletto Pulcinella (1920), firmata dal clarinettista Luigi Marasca. La serata sarà liberamente accompagnata da immagini cinematografiche, delle epoche e degli stili più diversi, alla ricerca di suggestioni, sincronie, coincidenze audiovisive de ate certo dal caso, ma giustificate dalla comune materia di cui cinema e musica sono fatti: ritmo e, naturalmente… fantasia.

Per quanto riguarda l’Animazione non mancherà un doveroso omaggio al “Pulcinella” cartoon per antonomasia, ovvero quello creato dalla coppia Giulio Gianini&Lele Luzzati, e non solo per il personaggio ma in quanto l’idea di partenza del duo era proprio di utilizzare l’opera di Stravinskij per la colonna sonora del loro corto, i cui diritti risultarono però troppo onerosi costringendoli a “ripiegare” (assai felicemente) sulle melodie rossiniane. Altri inevitabili riferimenti spazieranno dal pioniere degli Effetti Visivi Georges Méliès che ci trasporterà nel suo “Reame delle Fate” (1903), passando per il capostipite Emile Cohl di “Fantasmagorie” (1908), imbarcandoci quindi per Slumberland insieme al “Little Nemo” del Maestro Winsor McCay (1911).

Verranno inoltre proposti alcuni estratti del film muto italiano L’Odissea (Francesco Bertolini/Giuseppe De Liguoro/Adolfo Padovan, 1911), compresa la colonna sonora composta appositamente da Marco Fedalto e Marco Bellano, e già eseguita, in in prima assoluta e in versione integrale, da OrchestrAprogetto proprio a Treviso il 17 novembre scorso.

Una serata di musica ed emozioni, come solo la grande Animazione sa garantire: chi può, non se la perda!

I solisti di orchestrAprogetto:

ALESSANDRA NOCERA, flauto traverso
ARRIGO PIETROBON, oboe
LUIGI MARASCA, clarinetto
LUCA DAL CORTIVO, fagotto
GIOVANNI CATANIA, corno
STEFANO ANTONELLO, violino I
FABRIZIO CASTANIA, violino II
ALESSANDRO DALLA LIBERA, viola
ANDREA MARCOLINI, violoncello
DANIELE GASPAROTTO, contrabbasso
ALEX BETTO, JACOPO CACCO, direttori

Presenta MARCO BELLANO (Università di Padova)

Musiche di B. Martinu, I. Stravinsky 

INGRESSO LIBERO