afNews 12 Aprile 2024 18:53

La Strada di McCarthy diventa graphic novel tra grigio, silenzio e cenere

www.afnews.info segnala:

Nelle prime due tavole de La Strada solo un fumo impenetrabile, come la nebulosa di una galassia buia o un nuovo brodo primordiale: qualcuno ha spento il mondo, l’ha bruciato e vuotato di senso, per i sopravvissuti c’è un cammino senza tregua e una meta sola, sud. È arrivato in Italia edito da Coconino Press-Fandango l’atteso graphic novel tratto dal romanzo di Cormac McCarthy, adattato da Manu Larcenet con la traduzione di Emanuelle Caillat. Più di settecentomila copie vendute in diciotto anni, premio Pulitzer per la narrativa nel 2007, ancor prima James Tait Black Prize in Gran Bretagna, l’opera di McCarthy con la sua impetuosa ambientazione dichiarava apertamente tutti i connotati per un rapporto strettissimo con l’immagine. Dopo appena tre anni aveva già avuto il suo omonimo adattamento cinematografico a Hollywood, con Viggo Mortensen protagonista: ora l’opera probabilmente più disturbante dello scrittore di Providence, Rhode Island si traduce in disegno e (centellinate) parole, con un’anima impressionista che l’artista francese ammette di aver assecondato quasi naturalmente…

Leggi il resto su: Read More Wired Italia


Scopri di più da afNews

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Questo articolo è stato inserito da: