afNews 18 Maggio 2023 08:25

Ibrido Studio presenta “Tufo”. Documentario animato sul coraggio di una famiglia che verrà trasmesso su Rai 3 martedì 23 maggio.

 

Mercoledì dieci maggio al cinema Massimo di Torino, di fronte a una sala piena di scolaresche, di produttori RAI e autorità cittadine, il torinese Ibrido Studio ha presentato in anteprima “Tufo” un documentario animato frutto di anni di lavoro e di un’enorme passione.

Questo documentario animato è uno speciale TV prodotto in collaborazione con RAI e racconta la storia vera della famiglia Cutrò e della loro resistenza alla mafia.

I personaggi sono disegnati e animati su degli sfondi ripresi in Sicilia, nei luoghi dove la vicenda si è svolta. Lo stile usato nel disegnare i personaggi non solo serve a proteggere le identità dei protagonisti, ma riesce a donare alla storia una sensazione di poesia e grazia che si integra bene con il paesaggio reale grazie a una sapiente scelta di colori e aiuta il pubblico a seguire una storia, piuttosto dura, senza renderla esageratamente tragica e donando momenti di grazia e sensibilità che rende ancora più umani i protagonisti e aiuta a sentirne la dignità ed il coraggio.


In questo un aiuto enorme è dato anche dalle musiche originali composte dai
Fratelli Mancuso. Che con il loro suono solenne calano immediatamente gli spettatori nello spirito e nella cultura dei posti e aumentano il respiro del dramma e del coraggio dei protagonisti. Una famiglia come tante che decide di non piegarsi più ai soprusi e a lottare per la giustizia (potete vedere il trailer qui e la pubblicità per la messa in onda qui ).

Prodotto in collaborazione con RaiKids, la produzione di questo speciale televisivo di 26 minuti è iniziata diversi anni fa, partendo da un intervista fatta al protagonista della vicenda, Ignazio Cutrò, e si è evoluta col passare degli anni grazie agli sforzi produttivi di Ibrido Studio, dello studio Showlab e del francese Les Contes Modernes.

Il cortometraggio ha iniziato a girare per i festival di settore ed è stato già selezionato da alcuni festival importanti, tra cui quello di Annecy, per comparire nella loro programmazione.

Il fascino e la qualità raggiunta, aggiunta all’importanza della storia raccontata, è piaciuta talmente tanto ai produttori Rai che hanno deciso di trasmetterlo, su Rai 3, alle 16:00 di martedì 23 maggio, giorno in cui cade l’anniversario della strage di Capaci e che è stato proclamato da diversi anni il “Giorno della legalità”.

Un orario tradizionalmente legato alla Tv dei ragazzi che dovrebbe garantire la massima visibilità del corto da parte del pubblico di tutte le età.

Una scelta coraggiosa e unica in grado di sottolineare che con questo corto si vuole parlare non solo ai bambini, ma anche e soprattutto ad un pubblico adulto, per ricordare che l’animazione è un linguaggio, non soltanto un genere per bambini.

Non possiamo che fare a “Tufo” i migliori auguri per il futuro. Sperare che possa venir proiettato nei festival di tutto il mondo e che lo Studio Ibrido possa realizzare altre produzioni in grado di colpire l’anima degli spettatori come questa, o anche di più.


Scopri di più da afNews

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Questo articolo è stato inserito da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *