A Maria Carolina Terzi, “anima e cuore” di MAD, la prima edizione del premio “Mina Larocca”

Si è svolta questo martedì la cerimonia di assegnazione della prima edizione del premio “Mina Larocca”, istituito in memoria della Direttrice Generale Anica prematuramente scomparsa nel 2020 e destinato a donne che si siano distinte in ruoli manageriali di rilievo nel settore dell’audiovisivo. Il prestigioso riconoscimento è andato, con pieno merito, a Maria Carolina Terzi, produttrice e co-fondatrice di Mad Entertainment, la factory creativa “made in Naples” che produce film, animazione e documentari e ha contribuito in modo decisivo a rilanciare l’animazione “adulta” (meglio: non rivolta espressamente ai giovanissimi) nel nostro Paese. Dopo l’European Film Award conquistato nel 2014 per “L’Arte della Felicità” di Alessandro Rak, è del 2018 il trionfo ai David di Donatello con “Gatta Cenerentola”, di Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone (Migliori Effetti Visivi e Miglior Produttore, condiviso con Luciano Stella ) che si aggiudica anche un Ciak d’Oro e un Nastro d’Argento Speciale, oltre a diversi riconoscimenti speciali al Festival di Venezia. Tra i suoi successi, Terzi ha anche prodotto il documentario “Crazy for Football” di Volfango de Biasi, vincitore del David di Donatello nel 2017.

foto: ANICA

Motivazione: “Per la sua capacità e competenza nello sviluppare e gestire progetti complessi, dimostrata in diverse aree dell’industria audiovisiva, con un’attenzione alla narrazione femminile. Per la sua tenacia e volontà di innovare e mettersi in gioco, di lavorare in squadra, di scommettere su talenti inediti e far crescere altre professioniste. Per la scelta di declinare la professione di manager in un segmento artistico e produttivo in grande evoluzione come l’animazione”.

Ricordiamo che MAD Entertainment nel 2016 è stata anche finalista al Cartoon Movie di Lione quale Miglior Studio Europeo, a riprova dell’eccellenza e della rilevanza anche internazionale che questa realtà, capitanata da “zio” Luciano Stella, ha saputo raggiungere nel corso di poco più di un ventennio, frutto anzitutto di serietà, programmazione accurata condita da un pizzico di fertile “visionarietà”, fiducia nelle potenzialità della filiera locale, capacità sinergica a livello transnazionale, e soprattutto una continua ricerca di innovazione e originalità.

Foto: MAD Entertainment

Maria Carolina Terzi è stata sin dall’inizio un pilastro di questo “modello italiano virtuoso”, e questo riconoscimento va a decretare una volta di più quanto valido sia il cammino intrapreso,  anche in controtendenza rispetot a un settore audiovisivo che – almeno sino a due decenni fa – pareva prediligere tutt’altra impostazione.

Anche per questo, da parte di AfNews tanti applausi e un enorme GRAZIE.

La giuria del premio Mina Larocca era composta da: Francesca Cima; Chiara Dellacasa, Ranieri De Cinque, Luigi Lonigro, Francesca Medolago Albani, Giulio Mezzanotte, Lucia Milazzotto, Cristina Morgia, Francesco Rutelli, Chiara Sbarigia.