Annecy “fa 60”: nella festa di anniversario anche il premio alla carriera a Bruno Bozzetto

La seconda giornata del Festival di Annecy si è chiusa con l’attesa celebrazione dei 60 anni della manifestazione.

Il direttore artistico Marcel Jean ha aperto ricordando doverosamente il lavoro dei fondatori, della squadra del CITIA, dei suoi predecessori, delle maestranze e di ogni singolo volontario che nell’arco di sei decenni ha contribuito, insieme agli innumerevoli artisti dell’Animazione, a rendere quello di Annecy “le plus beau des Festival”.

A rendere ancora più dolce l’essere presenti, è stato il poter assistere – dopo la proiezione del suo “storico” corto “Un Oscar per il Signor Rossi” presentato proprio ad Annecy nel lontano 1960 – all’assegnazione al nostro Bruno “The Great” Bozzetto del prestigioso Cristallo d’Onore, ritirato dallo stesso animatore presente, un po’ a sorpresa, per l’occasione, e accolto da uno scrosciare di applausi.

   

E’ stata poi la volta della presentazione, per la prima volta sul grande schermo, del film collettivo “Mémoire d’une minute” ideato e diretto da Joan C. Gratz, la quale ha riunito una magnifica squadra di talentacci quali Christopher Hinton, Paul Driessen, Theodore Ushev, Dennis Tupicoff, Janet Perlman, Marv Newland, Jim Blashfield,  Bill Plympton e Diane Ombomsawin al fine di raccontare, ciascuno nel lasso di tempo di 60”, un episodio della propria vita spaziando dal nostalgico all’assurdo. Anche a Gratz è stato assegnato un riconoscimento speciale alla carriera.

La scorsa edizione del Festival si è tenuta in modalità totalmente virtuale, il che ha reso impossibile consegnare i premi ai vincitori. Quale occasione migliore di questa serata-tributo per rimediare? E accompagnati da una lunga standing ovation tutti i trionfatori dell’edizione ‘apocrifa’, da Remy Chayé a Theodore Ushev (il quale ha anche realizzato un video per celebrare il fertilissimo legame tra il Festival e il National Film Board of Canada), sono saliti sul palco per ricevere l’ambito riconoscimento.

Infine, per chiudere in bellezza, e con l’imprescindibile brivido dell’essere tenuti d’occhio dai “Men in Black” della Disney pronti a bloccare chiunque osasse ‘rubare’ anche un solo fotogramma della pellicola, ecco l’anteprima mondiale del nuovo corto della Casa del Topo, diretto dalla story artist Natalie Nourigat: “Far from the Tree”. Giudizio? Con gli animali Disney ci azzecca sempre, e poi all’uscita ci hanno pure regalato una litografia espressamente realizzata per l’occasione: che vuoi dirgli?

In conclusione, davvero una piacevole serata, che ci ha confermato una volta di più quanto sia bello essere tornati qui.

E far parte, seppur in modo infinitesimale, di questa magnifica Storia.

Buon compleanno, Annecy!!!