In mostra le origini popolari del Fumetto nel Museo dell’Immagine di Epinal

Ormai un vero fenomeno sociale, i fumetti non hanno sempre avuto una buona stampa. Se attualmente rappresenta uno dei settori più prolifici nelle librerie, se viene guardato, letto e collezionato da amatori dai “7 ai 77 anni”, ci è voluto molto tempo per staccarsi dalla reputazione di “sotto-letteratura”, per incoronandosi con il glorioso titolo di Nona Arte nel 1964.
Allo stesso modo, se la sua invenzione è stata a lungo attribuita agli Stati Uniti, gli storiografi ora ammettono che i primi esempi sono europei con le “storie in stampa” immaginate dallo svizzero Rodolphe Töpffer nel 1827.
Dal 10 aprile 2021, il Museo dell’Immagine offre uno sguardo al passato. L’attuale successo del fumetto fa eco alle discipline popolari in cui ha le sue radici: caricatura politica, disegno giornalistico e immaginario popolare. Quest’ultimo, mescolando testo e immagine in modo da costituire una storia continua e in sequenza, apre molto presto la strada…

Leggi il resto su: Exposition : les origines populaires de la BD à découvrir au musée de l’Image