All’asta la copertina originale di Spider-Woman di Manara che costrinse la Marvel a scusarsi

c.s.: DALLAS, Texas (29 settembre 2020) – Quando la Marvel Comics ha svelato la variante di copertina dell’artista italiano Milo Manara per Spider-Woman n. 1 nell’agosto 2014, non mancarono il vetriolo e la condanna.

I media che normalmente ignorerebbero le attività dell’industria dei fumetti hanno pesato con saggi indignati che chiedevano alla Marvel di “fare di meglio”, come ha fatto il Time. Nello scrivere del dipinto di Manara, in cui l’eroe sembra mostrare lo skyline di un’intera città mentre indossa solo la pittura per il corpo, Vox si è chiesto “Perché la Marvel ci ha dato una Spider-Woman sessualizzata che nessuno ha chiesto”. Elle ha detto chiaramente: “L’immagine sembra essere in linea con la pornografia”. Il Guardian nel Regno Unito ha riassunto così la controversia: “La nuova copertina del fumetto di Spider-Woman è stata condannata per ‘sfacciata sessualizzazione'”.

L’allora caporedattore della Marvel Axel Alonso si è scusato, più o meno, in una sessione di domande e risposte sulle risorse di fumetti: “Ci scusiamo – mi scuso – per il messaggio causato da questa variante”. Ma ciò non ha impedito alla Marvel di pubblicare la copertina, anche se il titolo di Spider-Woman ne copre la parte più offensiva (come si vede qui).

Né ha impedito all’illustrazione originale della copertina di Spider-Woman di Manara di diventare, finora, l’offerta più popolare nell’evento European Comic Art di Heritage Auctions, che si terrà il 3-4 ottobre. Visualizzata online più di 7.000 volte, l’opera d’arte ha già ricevuto numerose offerte, con più di 300 clienti che hanno seguito il lotto prima dell’inizio dell’asta dal vivo sul sito web di Heritage Auctions alle 9:00 C.T. il 3 ottobre.

“Che ti piaccia o no – e, chiaramente, molti non l’hanno fatto – questa immagine fa ora parte della tradizione dei fumetti e della cultura pop”, afferma Olivier Delflas, Direttore delle spedizioni di Heritage Auctions per Comics & Original Arts con sede in Europa.

Sicuramente la Marvel sapeva cosa stava facendo quando ha assunto l’ormai 75enne Manara: per più di 50 anni è stato meglio conosciuto per aver creato fumetti erotici in titoli come Genius alla fine degli anni ’60 e all’inizio degli anni ’70, altro ancora famoso Click negli anni ’80 e più recentemente The Borgias, la sua collaborazione con il regista e artista Alejandro Jodorowsky. Il sito web dell’artista è abbastanza esplicito sulla sua attrazione per, beh, l’esplicito: dopo la popolarità di Click, osserva, “d’ora in poi la carriera di Manara si concentrerà completamente sulle produzioni erotiche”.

Ciò è abbastanza chiaro in molti altri originali Manara disponibili all’evento European Comic Art, tra cui l’illustrazione Erotic Illustration Originale non datata, la copertina di Saggitario del 1989 e Cristoforo Colombo del 1991. Tutto sommato, ci sono 12 pezzi di Milo Manara in questa vendita, un raro assemblaggio per un artista così ambito e, sì, controverso.

Ma Manara è tutt’altro che l’unico momento clou dell’evento:

C’è anche la splash page di Enki Bilal da L’Appel Des Etoiles, pubblicata nel 1975. L’artista e regista francese era giovane all’epoca, solo 20; questo è stato molto tempo prima che esponesse al Louvre. Ma questo bellissimo e terrificante lavoro rende chiaro che era un visionario molto prima che fosse ritenuto degno di essere esposto nelle sale più sacre delle belle arti.

Anche la leggenda dei fumetti americani Will Eisner è rappresentata in questa vendita, con la sua copertina dipinta a The Spirit Magazine No. 36 del 1982 – “un assoluto ‘must-have’ per ogni appassionato di Eisner e Spirit”, dice Delflas. “La serie Kitchen Sink è stata una meravigliosa opportunità per un’intera nuova generazione di sperimentare il buffo detective di Will Eisner, e gli ha fornito l’opportunità di creare copertine completamente nuove.”

E c’è Jacques Tardi, uno dei fumettisti più significativi e influenti di tutti i tempi, francesi o meno. Heritage è particolarmente onorata di includere questo pezzo nell’evento European Comic Art: la copertina inedita Le Secret de l’Etrangleur del 2006, l’unica delle opere di Strangler’s Secret offerte fino ad oggi. Questo pezzo profondo è stato inizialmente presentato alla VII Biennale della IX Arte a Cherbourg sette anni fa, dove l’uomo conosciuto solo come Tardi era l’ospite d’onore.

“Per me, questo ambient deep-noir è molto, molto meglio di quello pubblicato”, dice Delflas. “Questo pezzo è il primo di quella storia offerto sul mercato. Tutte le altre arti sono ancora in possesso dell’artista e probabilmente rimarranno lì per il prossimo futuro “.

Infine c’è Maurice Tillieux, il compianto scrittore di fumetti e illustratore belga meglio conosciuto per aver creato il detective francese Gil Jourdan a metà degli anni Cinquanta. “Tillieux è il mio punto debole”, afferma Delflas, e con una buona ragione: il lotto offerto in questa asta, Pagina 23 da Une Enquête de Gil Jourdan: La Voiture Immergée No.3 degli anni ’60, “ci regala un’atmosfera da thriller degna del meglio Romanzi polizieschi americani ”, scrive Delflas nella sua descrizione.

Il catalogo completo: comics.ha.com/7237