Don Vega di Alary

Madrid, 1848. Don Vega, erede di una ricca famiglia californiana, riceve una lettera che annuncia la morte dei suoi genitori. L’autore della lettera, padre Delgado, lo ha esortato a tornare “al più presto”. Al suo ritorno, Don Vega scopre che la tenuta di famiglia è ora gestita da un ex generale, Gomez. Costui si appoggia a Borrow, un bruto sadico e senza scrupoli, per mettere la California sotto scacco acquistando terreni a prezzi bassi per rivenderli a un prezzo più alto. I peoni hanno il coraggio di ribellarsi. I loro volti coperti da un passamontagna, affermano di essere “el Zorro”, un popolare mito locale. La gente li vede come eroi. Don Vega decide di seguire il loro esempio: indossa un abito nero ed è determinato a far pagare le spoliazioni commesse contro la sua famiglia. La leggenda di Zorro è in marcia…
Il personaggio di Zorro risorge dalle ceneri in questa stimolante reinterpretazione di un classico della cultura popolare, nato nel 1919 in un romanzo di Johnston McCulley prima di essere immortalato nel cinema e in televisione nella serie televisiva della Disney.