LA TERRA, IL CIELO, I CORVI di Turconi e Radice in fumetteria e libreria dal 17 Settembre

“Non si vedono villaggi: solo terra, terra arata e no, cielo, e corvi che si alzano gracchiando al nostro passaggio.”
Mario Rigoni SternRitorno sul Don

Li abbiamo osservati al lavoro per mesi, spiato, diciamola tutta, stalkerato tramite i social, atteso con ansia gli aggiornamenti su @lacasasenzanord, il loro storico blog, oggi anche attivo profilo Instagram, ma ora è venuto il momento di presentare, formalmente LA TERRA, IL CIELO, I CORVI il nuovo Opus che Stefano Turconi e Teresa Radice proporranno  in fumetteria e libreria dal 17 Settembre, sempre per Bao Publishing.  L’editrice milanese ha pubblicato tutti i loro maggiori successi, da “Il Porto Proibito“, a “Non stancarti di andare“, a “Tosca dei Boschi“, al bellissimo “Viola Giramondo“, all’ultimo, “le Ragazze del Pillar!“.

Alla fine dell’inverno del 1943, un soldato italiano e uno tedesco fuggono da un carcere in Russia, portando con loro un secondino. Spinti da pulsioni diverse, quasi incapaci di capirsi tra loro, non hanno un obiettivo o un proposito comune se non la sopravvivenza, con delle vaghe speranze sull’avvenire.

Costretti a dover stare assieme, l’alpino italiano Attilio Limonta, il caporalmaggiore tedesco Fucks e il secondino russo Vanja sono costretti a conoscersi loro malgrado, e a sforzarsi di comprendersi a vicenda, mostrando lati di sé inaspettati. Si troveranno a fare delle scelte cercando un senso profondo della vita, per continuare a immaginare un futuro anche in un tempo di guerra che devasta ideali e certezze. 

Attilio Limonta ha solo un’intuizione sul suo futuro, ed è quella di aggrapparsi all‘incanto, alla bellezza dell’esistere, nonostante tutto.

Ma non sarà solo una storia di guerra e di neve…

Trovate su questa pagina ISSU un’anteprima del volume.

Scheda:

“La Terra, il Cielo, i Corvi”

Autori: ,
Colore o B/N: Colore
Data di pubblicazione: 17/09/2020
Disponibile in digitale: Sì
Formato e rilegatura: Cartonato 19 X 26
Genere: Capirsi a occhi aperti, acccettarsi a occhi chiusi
Pagine: 208

Fonte Consultata: Comunicato Stampa