Imaginaria 2020: vincono la “fisica del dolore” di Ushev, il sound “afro-capitolino” di Afif&Aliou e… un “barbaombrello”!

IMAGINARIA

International Animated Film Festival

Festival internazionale del cinema d’animazione d’autore

18/23 agosto 2020 | Conversano (BA), Casa delle Arti

Imaginaria Awards 2020 – Le premiazioni ufficiali

Domenica 23 agosto si conclude la 18ª edizione di Imaginaria – festival internazionale del cinema d’animazione d’autore con la proclamazione dei vincitori e un omaggio a Lorenzo Mattotti.

Giunge al termine il festival Imaginaria con la sesta serata che proclama i vincitori del concorso internazionale nelle varie categorie.

 

Nonostante le difficoltà dovute alle restrizioni anti-Covid, Imaginaria è riuscita a svolgersi un grande coinvolgimento del pubblico nell’arena estiva della Casa delle Arti di Conversano. Da martedì 18 a domenica 23 agosto il festival ha presentato quasi 100 opere di animazione selezionate fra le oltre 2500 iscritte al concorso internazionale. Opere inedite, anteprime e in esclusiva regionale che rappresentano il meglio dell’attuale produzione mondiale dell’animazione d’autore. Anche quest’anno erano presenti tre categorie in concorso International, Student e Kids, quest’ultima inserita nella speciale sezione Imaginaria kids con proiezioni dedicate ai bambini e ragazzi supportate dalla presenza, ogni sera, della “Giuria dei ragazzi” che ha avuto il compito di premiare la migliore opera in concorso nella sezione Kids.

La Giuria del concorso internazionale, formata da professionisti del settore, ha premiato le migliori opere di animazione nella categoria International e nella categoria Student.

Regina Pessoa e Roberto Catani, vincitori ad Imaginaria 2019, e Eric Rittatore noto blogger ed esperto di cinema d’animazione, hanno decretato gli Imaginaria Awards con le seguenti motivazioni:

Best International short film:

The physics of sorrow” di Theodore Ushev, Canada 2019

Tra romanzo e autobiografia, un’opera che scorre come un fiume sotterraneo, e che si rivela poco a poco il personale e densissimo ‘racconto dei racconti’ dell’autore. Eventi individuali e collettivi, riflessioni filosofiche e Storia si fondono e ri-plasmano a vicenda, come i colori e le figure nell’antica e affascinante tecnica dell’encausto, qui perfettamente funzionale al linguaggio dell’Animazione. 

 

MENZIONI SPECIALI (categoria International)

Menzione Speciale della Giuria “per il valore artistico dell’animazione”  a:

Dreams into drawings “ di Koji Yamamura, Giappone, 2019

 

Menzione Speciale della Giuria “per l’efficacia espressiva e metaforica del messaggio” a:

Lursaguak” di Izibene Onederra, Spagna, 2019

 

Menzione Speciale della Giuria per la mirabile sinergia tra animazione e suono” a:

Freeze frame” di Soetkin Verstegen, Belgio/Germania 2019 – sound design di Andrea Martignoni e Michal Krajczok

Vincitore della categoria “student short film”:

En Rang Par Deux” di Elisabetta Bosco, Margherita Giusti, Viola Mancini, Italia 2020

Per la delicatezza, la grazia, ma anche il ritmo e l’ironia, con cui vengono raccontate storie NECESSARIE ed ATTUALISSIME di immigrazione e SPERANZA di libertà; per limmediatezza e lefficacia del linguaggio grafico e dellanimazione, capaci anche di scansare la trappola di un didascalico manierismo.”

 

MENZIONI SPECIALI (categoria Student)

Menzione Speciale della Giuria “per lo spessore dei contenuti e la mirabile tecnica di animazione” a:

Daughter” di Daria Kashcheeva, Repubblica Ceca, 2019

 

Menzione Speciale della Giuria  “per il valore espressivo e la qualità grafica” a:

Such a beautiful town“ di Marta Koch, Polonia, 2019

Menzione Speciale della Giuria “per l’efficace resa in animazione del ciclico e surreale linguaggio della comicità mimica” a:

Jacques’ Rampage or When Do We Lose Our Self-confidence?” di Mate Horesnyi, Ungheria, 2019

 

La “Giuria dei ragazzi” composta da Chiara Iovane, Salvatore Leonida, Emmanuel Leserri, Afra Laviosa, Alessandro Natale Zupone, Maria Pia Mazzotta  ha decretato il seguente vincitore per la categoria “Imaginaria Kids”:

UMBRELLAS di Jose Prats e Alvaro Robles, Francia, 2020

Motivazione: “Di “Umbrellas” ci ha colpito molto la trama. Abbiamo apprezzato tanto anche la dolcezza del papà della piccola bambina. È stato bello ed emozionante osservare come egli, con la sua “barba ombrello”, idea geniale, la proteggesse dalla pioggia battente, la sua più grande paura. Tutto questo offre alla protagonista la forza di compiere un viaggio per affrontare e sconfiggere le sue paure, facendole ritrovare anche l’adorato cane smarrito improvvisamente.”

Menzione Speciale della Giuria dei Ragazzi a:

THE KITE di Martin Smatana, Repubblica Ceca, 2019

In questo corto abbiamo apprezzato molto la storia, ma ci è piaciuta anche la grafica che, nella sua semplicità, ha reso il cortometraggio più originale e colorato. Abbiamo amato questo corto perché la storia del nonno e del piccolo nipotino ci ha ricordato l’importanza del rapporto con i nostri nonni.

Il festival chiude così l’edizione 2020 e saluta il suo pubblico con la proiezione del film “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” di Lorenzo Mattotti.

Arrivederci a Imaginaria 2021: l’anno prossimo, tutti a Conversano!