TCBF non molla ma cambia formula, confermate le date del Festival di Treviso

Anche il TCBF ( Treviso Comic Book Festival ), grande manifestazione internazionale dedicata al mondo del fumetto e dell’illustrazione che si svolge da diciassette anni a Treviso, dopo il Bilbolbul, rompe gli indugi e CONFERMA le date del 25 e 27 settembre prossimo per l’edizione del 2020 che però avrà una nuova struttura dovendo rinunciare alla mostra mercato, ed alle mostre al chiuso,  in cui l’elemento digitale si mescolerà ad iniziative diffuse per la città.

Di seguito il Comunicato Stampa diffuso dall’organizzazione che precisa meglio alcuni dettagli della prossima edizione.

Il Treviso Comic Book Festival è confermato, anche se subirà una variazione nel programma rispetto alla tradizionale formula che lo contraddistingue da 17 anni. Le restrizioni per il contenimento del Covid-19, l’impossibilità di progettazione a lungo termine che le mostre richiedono, l’incertezza nel coinvolgere ospiti dall’estero hanno costretto dunque a ripensare la manifestazione internazionale per il 2020. Ma l’Associazione Fumetti in Treviso, organizzatore della kermesse trevigiana, ha comunque scelto di non rinunciare all’edizione di quest’anno, trovando maggiore spazio nel digitale con webinar e concorsi, rinunciando a malincuore ma con senso di responsabilità alle mostre e alla mostra mercato, sebbene non mancheranno delle iniziative in città, in sicurezza, potenziando il progetto Vetrine.

Con una proposta sia online sia offline, l’obiettivo del TCBF, per un’edizione 2020 totalmente rivista, senza luoghi di esposizione e fieristici, resta comunque sempre quello di dare voce all’espressione artistica e culturale, portare all’attenzione del grande pubblico le novità e le tendenze del mondo del fumetto e dell’illustrazione, italiano e internazionale, valorizzare la Città di Treviso. Infatti, quest’anno il Progetto CentoVetrine, che vede per ogni edizione il TCBF colorare le vetrine dei negozi del centro di Treviso, sarà il perno attorno al quale ruoterà tutto il festival. Il Progetto sarà potenziato, al fine di rappresentare l’immagine della rinascita della città e del territorio. A fianco della squadra dei disegnatori e fumettisti del TCBF saranno chiamati alcuni big del panorama del fumetto e dell’illustrazione a realizzare alcune delle vetrine più significative. Il Progetto CentroVetrine coprirà l’intero arco di un mese coinvolgendo mano a mano zone diverse della città. E altri eventi live e all’aperto si terranno nel weekend clou del TCBF, dal 25 al 27 settembre.

“Nonostante le difficoltà che tutti i festival stanno incontrando, abbiamo voluto comunque realizzare l’edizione 2020, senza rinviare – spiegano gli organizzatori del TCBF –. A malincuore e con grande senso di responsabilità abbiamo rinunciato alla mostra mercato mentre l’incertezza non ci permette di programmare a dovere le mostre, mantenendo alta la qualità che da anni le contraddistingue. Come sempre il TCBF vuole comunque lasciare il segno e colorare la città di Treviso. Un ampio programma di incontri, conferenze e workshop online vedrà protagonisti i luoghi più rappresentativi della nostra città. E diversi ospiti saranno comunque a Treviso per disegnare vetrine speciali o partecipare a eventi di live painting. Le vetrine saranno totalmente gratuite, vogliamo donare un momento di colore e allegria alla nostra città, attirando anche visitatori. Ringraziamo sin d’ora gli sponsor e le istituzioni che comunque hanno scelto di sostenerci. Insomma, il TCBF non molla, sarà una “covid-free edition” in attesa dell’edizione 2021”.

Una formula che potrebbe avere un importante interesse ANCHE per altri importanti Kermesse in italia.

Fonti Consultate: Comunicato stampa, @Treviso.Comic.Book.Festival, immagini