23 Aprile 2020 21:04

“Fumo di China” n.296 in edicola e fumetteria

Dopo oltre un mese tribolatissimo, ritorna in edicola e nelle fumetterie la rivista Fumo Di China. il numero 296 del magazine di critica e informazione fumettistica italiana ( e non), viene distribuito in questi giorni. La copertina è un inedito di Claudio Villa sul suo sospirato “Texone”.

L’Editoriale che apre questo numero, inevitabilmente, è centrato sull’emergenza provocata dalla Pandemia provocata dal Covid-19 ed alle conseguenze surreali che questa ha avuto per l’editoria ( ed aggiungiamo per tutta l’industria dell’intrattenimento ).

Il cuore di questo numero è rappresentato certamente  dalla lunga e appassionata intervista allo stesso Villa, dedicata al suo atteso Texone,  ricca di  curiosità e “dietro le quinte” svelate direttamente dall’autore.

Da non perdere, inoltre, la seconda intervista dedicata ad Aquila Della Notte ed alle sue storie, quella con Marco Ghion, disegnatore del primo speciale della collana Tex Willer Fantasmi di Natale” ( anche quello un albo di grande interesse, e che si spera venga riproposto in formato libreria, uno di questi giorni N.dR. ).

Fra le interviste interviste segnaliamo anche quelle  con  Grégory Panaccione (talentuoso artista multimediale di origine francese, da tempo trapiantato nel nostro paese dove è pubblicato soprattutto da ReNoir Comics) e Francesco Bisaro (sulla “lunga marcia” per inseguire la sua passione, fino al Don Camillo a fumetti e conoscere meglio questo bravo artista. Lo scorso anno era fra gli ospiti del Riminicomix!

Ed ancora il racconto di Gianni Brunoro e della sua esperienza con  Gianni de Luca a recitare i fumetti a teatro!

Per il ciclo d’interviste che FdC dedica a celebrità di cinema e teatro ed il loro rapporto con il fumetto, qusta volta  tocca ad una donna, l’attrice e regista Barbara Enrichi ,raccontare delle sue ppassioni per Tex e per l’ironia di Mafalda.

Non poteva mancare, non doveva mancare, l’omaggio ad  Albert Uderzo  che leggeremo con una nota di amarezza.

A concludere uno specialino sulle  vicende de L’Incal, su come un fallimento portò a un capolavoro, da un mancato film di Dune a una lunga saga a fumetti!

Nella sezione finale della rivista troveremo le abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, insieme alle consuete rubriche “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Il Suggerimento” (per non perdere uscite sfiziose) firmato dal poliedrico Fabio Licari, oltre a “Niente Da Dire” (la nuova rubrica curata dall’omonimo portale di divulgazione lanciato da Daniele Daccò detto il Rinoceronte con le sodali Furibionda e Onigiri Calibro 38), approfondimenti (questa volta dedicato ai  fumetti delle DuckTales, il secondo volume dell’integrale delle illustrazioni di Sergio Toppi, proposta da Angelo Nencetti, la riedizione del primo Pinocchio e il volume nipponico di omaggio a Monkey Punch), “Il senso delle nuvole” (con le puntute osservazioni di Giuseppe Peruzzo)… e le prime strisce fra satira e ironia della nuova serie Fex contro Mefìstronz su testi & disegni di Marcello!

Tutto questo e altro ancora su FdC n.296 (distribuito in edicola e fumetteria da Me.Pe. e come sempre acquistabile via PayPal direttamente dal sito della rivista), a soli 4 euro nel tradizionale formato 24 x 33,5 cm (fin dallo sbarco in edicola, oltre trent’anni fa, correva l’anno 1989…) con 32 pagine tutte a colori: buona lettura!

Fonte Consultata: ilblogdifumodichina