Alla tua salute mentale ci pensi? Supplì, nel suo piccolo, sì!

Di solito ci si preoccupa di una frattura, di un virus ancor di più in questi giorni (mentre si continua pure a morire di molto altro ancora, qui e altrove). Ma della salute mentale (messa a durissima prova in questo periodo da forzato isolamento, paura, angoscia, incertezza, ansia, paranoia, depressione, stress, aggressività rabbiosa – ok, questa purtroppo ci viene offerta tutto l’anno da persone che necessiterebbero di cure – ecc.), senza la quale (salute mentale, che si tratti di disturbi o patologie) siamo semplicemente spacciati (suicidi, omicidi, violenza ecc.), allora, si diceva, della salute mentale ce ne vogliamo preoccupare? Eh? Allora? Lo sai quanti vittime ci sono? No, eh?… Vergogna!
Per fortuna, nel suo piccolo, almeno c’è Supplì, la nuova trovata di quelli di Buduàr. Non sono neurologi, psichiatri et al., però possono fornire, gratis, un po’ di riso. Eh, sì: perché nel supplì, c’è il riso.

Fai click qui:
https://www.buduar.it/blog/217-suppli.html
è gratis, contiene riso (anche riso amaro, sì) ed è in linea!

“In questi giorni di immobilismo totale potevamo stare fermi? Certamente no. Ecco dunque che dalla mente di Palex prende forma questo nuovo progetto editoriale a cui ci siamo subito appassionati, addirittura settimanale. Vedrete è un prodotto che riguarda prevalentemente vignette, ovviamente internazionali, su cui ruoteranno tutti i collaboratori di Buduàr che ormai conoscete, ma anche altri nuovi. Non troverete articoli o approfondimenti che resteranno nel giornale “madre”, ma piccole raccolte di disegni satirici e umoristici per allietare la domenica, particolarmente in questi giorni bui. Questo primo numero è inevitabilmente dedicato al malsano coronavirus, ma spazieremo su argomenti di ogni sorta nei prossimi numeri. Perché Supplì? Perché contiene riso, ovviamente, perché si gusta in un boccone come l’omonima delizia culinaria e perché si configura come un “supplimento” al tanto ottimo materiale che riceviamo e che non riusciamo a pubblicare. Ecco, allora, buon appetito e non supplicateci. Arriveremo regolarmente a saziarvi. Dino Aloi

Ma un supplì non basta, ovviamente. Se ti senti male “dentro, non aspettare di fiondarti dalla finestra: curati adesso, seriamente (con la Scienza, la Medicina e i Medici specialisti qualificati ad hoc, non con bufale e acqua fresca). Sì, anche se c’è un virus tra i piedi che rompe, non trascurare la salute mentale (tua e dei tuoi cari): senza quella siamo finiti. Non smettere di prendere le tue medicine se ti senti solo e oppresso dal clima generale: le farmacie sono aperte. Chiama il tuo medico se qualcosa non va. Questa è una faccenda seria…

Leggi qui: Italia: Depressione, suicidio ecc. Non se ne parla abbastanza!

Leggi qui: Italia: oltre 3 milioni di vittime della depressione