“Fumo di China” n.292 in edicola e fumetteria

Fresco di stampa, sta arrivando in Edicola e Fumetteria il numero 292 della rivista Fumo Di China. La copertina di questa nuova uscita è un omaggio al  statunitense  George Herriman ( 1880 -1944 ), ed al suo formidabile Krazy Kat che ci accompagna dal 1910 ed a cui l’editore Taschen, dedica un volume integrale delle tavole domenicali a colori!

Essendo questo il primo numero post Lucca Comics & Games 2019 della rivista  è pressoché d’obbligo occuparsi della kermesse Toscana, a partire dall’editoriale  di Loris Cantarelli, direttore editoriale di FDC, e continuando nell’ambio reportage che viene dedicato ai principali eventi di Lucca. Aiuterà sicuramente a fare il bilancio delle cinque giornate hanno ha registrato un ottimi riscontro di pubblico ma sono state segnate anche molti problemi, e non solo per la pioggia, e le infiltrazioni d’acqua negli stand.

Il Dossier  mensile si focalizza sulle più recenti versioni passate dal cinema al fumetto di alieni, cyborg e robopoliziotti: la nuova vita cartacea dei maggiori film di fantascienza anni Ottanta nella Nona Arte come Aliens, Predator, RoboCop e Terminator.

Ad attirare l’attenzione sono però la presentazione di Samuel Stern la serie horror/demoniaca che Bugs Comics  porterà in edicola a fine mese. Il primo numero, con le sue citazioni soprannaturali, è stato letto in anteprima da padre Stefano Gorla (N.d.R. siamo curiosi di leggere cosa ne scriverà). Anche se, è bene ricordarlo, simili progetti possono valutarsi appieno solo nel lungo periodo. In seconda battuta da rimarcare l’ampia intervista esclusiva ad Alexander Braun sul suo nuovo volume XXL di appassionante cura filologica (dopo The Complete Little Nemo, uscito nel 2014, è la volta di Krazy Kat) e ’incontro con Rachele Aragno sulla sua controparte cartacea Melvina e il “dietro le quinte” del volume Bao Publishing,

 

Nell’occasione vi ricordiamo lo Speciale sulla New Wave delle fumettiste italiane di cui Rachele Aragno fa parte di diritto.

Da non perdere lo speciale dedicato a Ivo Pavone, una carriera inimitabile nella Nona Arte lavorando tra Italia e Argentina.

All’interno della rivista un inserto dedicato all’affaire del nuovo adattamento  italiano di Neon Genesis Evangelion che tante polemiche ha fatto esplodere, fino a determinarne il ritiro da parte di Netflix. Firmato da Marco Pellitteri.

Come sempre chiudono la rivista 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, insieme alle rubriche “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Il Suggerimento” (per non perdere uscite sfiziose) del poliedrico Fabio Licari, oltre a “Niente Da Dire” (la nuova rubrica curata dall’omonimo portale di divulgazione lanciato da Daniele Daccò detto il Rinoceronte con le sodali Furibionda e Onigiri Calibro 38), approfondimenti (questa volta sul primo dei due volumi Segni nel Tempo curati da Angelo Nencetti con tutte le illustrazioni di Sergio Toppi, Strangers in Paradise 25 anni dopo di Terry Moore e il film animato I bambini che inseguono le stelle di Makoto Shinkai), “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto e illustrazione: in particolare la mostra Carosello. Pubblicità e televisione 1957-1977)… e le strisce fra satira e ironia di Renzo & Lucia con testi & disegni di Marcello!

Tutto questo e altro ancora su FdC n.292 (distribuito in edicola e fumetteria da Me.Pe. e acquistabile via PayPal direttamente dal  sito  ufficiale), a soli 4 euro nel tradizionale formato 24 x 33,5 cm (fin dallo sbarco in edicola, esattamente 30 anni fa) con 32 pagine tutte a colori: buona lettura!