Annuario del Fumetto 2019 arriva in edicola e fumetteria

Finalmente, dopo un’inenarrabile serie di contrattempi  stà arrivando nelle edicole e fumetterie  italiane l’Annuario del Fumetto 2019 dedicato quest’anno all’80esimo anniversario di Batman: il Cavaliere Oscuro.  La la copertina di questo numero è firmato da  Daniele Statella con i colori di Federica Di Meo.

Come accade da oltre venti anni, nell’Annuario la redazione di Fumo Di China fà il punto della situazione attuale del mercato del Fumetto italiano segnato da una profonda crisi del settore delle Edicole, nè le Fumetterie sembrano cavarsela meglio, ma anche da una prolificità innegabile delle nostre principali case editrici. come non da ultimo dimostrato dalla Bao Publishing, la cui collana “Aiken“, dedicata al mondo dei manga ha ottenuto notevoli consensi con le sue prime uscite.

Fulcro della rivista è lo speciale dedicato a Batman, presente ininterrottamente sulla scena internazionale da 80 anni, che si apre con un’ampio dossier dedicato alle origini del “Crociato Incappucciato”, chi ne è il vero ideatore fra Bob Kane o Bill Finger? . Un’analisi completa delle tante anime del personaggio, approfondite attraverso interviste a  Lee Bermejo ( autore di Batman:Noel).

 

Ed anche a Matteo Casali (primo italiano a scrivere per il Crociato Incappucciato) e Giovanni Timpano ( Eclipse), i disegnatori italiani che nei decenni hanno raffigurato il giustiziere di Gotham City.  Lo speciale si addentra poi nelle storie che hanno scavato più profondamente nella psiche  (a tutti gli effetti disturbata) dell’Uomo Pipistrello; nelle storie dei tanti progetti scritti e immaginati ma mai concretizzatisi su grande schermo ed un viaggio intrigante fra i mille gadget realizzati per i fan di Batman (dai più improbabili ai più  inquietanti). Inoltre, un regalo in più per i nostri lettori: a concludere gli omaggi disegnati di Gianni Sedioli, Marianna Balducci, Marcello Toninelli, Roberto Grassilli, Roberto Battestini, Stefano Babini, Walter Venturi e Luca Giorgi!

Molto bello ed interessante l’omaggio ai 50 anni di Alan Ford (una delle serie più longeve nella storia nazionale) e agli 80 anni del suo ideatore e sceneggiatore-recordman Luciano Secchi in arte Max Bunker (con una doppia testimonianza personale degli amici Filippo Mazzarella e Moreno Burattini). Le Pagine Gialle del Fumetto Italiano edizione 2019 (con tutti gli indirizzi aggiornati di agenzie, associazioni, editori, fiere, scuole, fumetterie, siti…), sono un apputamento immancabile. L’Annuario è chiuso da un’altra serie di interviste  a  Robert Kirkman (ideatore della saghe The Walking Dead, Invincible, Outcast e Oblivion Song ),…(ci chiediamo se la Redazione di Fumo Di China  avrà avuto tempo e modo di parlare con l’autore anchedella fine di The Walking Dead, annunciata ad inizio luglio N.D.R ) e Salvatore Taormina (presidente di Cronaca di Topolinia fin dal 1991) . La parte finale della rivista è soprattutto caratterizzata  da un’ampia disanima, tradizionalmente “senza peli sulla lingua”, sulla situazione editoriale italiana e internazionale nel fumetto: i numeri, parziali ma significativi, le tendenze del mercato italiano…l’ennesimo scontro fra Marvel e DC Comics, che fra chiusure epocali, rilanci, contraddizzioni  continuano ad essere i leader del mercato USA, un ampio sguardo alle autoproduzioni mainstream e indipendente analizzate separatamente, e una panoramica su quelli statunitense, franco-belga e giapponese, più alcune curiosità poco segnalate perfino dal web.

Da notare l’opportunissimo articolo dedicato al  revival che Osamu Tezuka ha avuto nel 2018 nel nostro paese. Effettivamente il 2018 si può considerare  “L’Anno di Osamu Tezuka“, fra novità e riproposte.

Per concludere, le tradizionali “top 5” di redattori e collaboratori di FdC, più le 5 migliori ristampe dell’anno. Tutto questo ancora (acquistabile via PayPal dal sito di Fumo Di China!), in 64 pagine a colori… a soli 7 euro in edicola e in fumetteria.

Andiamo a cercarlo! E leggerlo.

Fonte Consultata: blogdifumodichina