“Mamma, questa è l’Italia!” Esce il nuovo libro a fumetti di Keiko Ichiguchi

E’ finalmente disponibile, per ora online, ma il prossimo autunno nelle librerie il nuovo volume della brava Keiko Ichiguchi, autrice ben nota a tutti gli appassionati di fumetto e del Giappone. Per anni ha spiegato e fatto conoscere  il Sol levante agli italiani, ora è il momento di presentare l’Italia, il paese dove vive e lavora dal 1994, anno in cui si è trasferita a Bologna, dopo alcune esperienze giovanili, a sua mamma a cui è legata da un fervido amore filiale.

Ed infatti questo divertente volume edito da Kappalab si intitola proprio: Mamma, questa è l’Italia.

Con gli occhi imparziali di uno straniero, ma con un amore incondizionato per la nostra terra, Keiko Ichiguchi ci aiuta a scoprire i nostri pregi e difetti, i tic, le ossessioni e le nostre manie più curiose o imbarazzanti… viste dall’esterno realizzando una commedia autobiografica raccontata attraverso vignette che si leggono come un diario intimo e familiare.

Nata ad Osaka ( 1966). Ha amato il fumetto praticamente da sempre. Da adolescente scriveva e disegnava fumetti per le fanzine studentesche. Il fumetto entra prepotentemente nella sua vita alla fine degli anni ottanta.  Nel 1988 vince un concorso come migliore autrice di fumetti in Giappone bandito dalla casa editrice Shogakukan . Il denaro del concorso le  permette di concludere gli studi  ( laureandosi in  lingua italiana  presso la facoltà di lingue straniere del l’Università di Osaka ), viaggiare e visitare il nostro paese per la prima volta. Tornata in Giappone ha diverse esperienze lavorative con Shogakukan prima e successivamente con Kodansha. Nel 1994 decide di  trasferirsi a Bologna continuando la sua carriera di autrice di manga e di saggista e lavorando con i Kappa Boys. E’ sposata con un disegnatore italiano.

Per Kappalab ha pubblicato i saggi Non ci sono più i giapponesi di una volta (2014), Tutto quello che avreste voluto sapere sui giapponesi (ma non avete mai osato chiedere) (2016), Mangaka – La vera storia di una fumettista giapponese in Italia (2016) e i manga 1945 ed America.

 

Alcuni dati dalla scheda del libro

MAMMA, QUESTA È L’ITALIA!
di Keiko Ichiguchi
15×21, 176 pagine, b/n, brossura

Il volume è stato già presentato in alcuni eventi, come il Salone del Libro di Torino, ed è prenotabile tramite lo shop online di Kappalab a questo indirizzo, in autunno ( come annuncia Kappalab nel suo comunicato) sarà distribuito nelle librerie di tutta Italia.

Animeclick nell’occasione dell’annuncio ha intervistato brevemente Keiko Ichiguchi

Benvenuta su Animeclick! Raccontaci: com’e nata l’idea di questo libro?

Questo tipo di fumetti viene chiamato in Giappone “essay-manga”, e di solito racconta la vita quotidiana. Uno dei soggetti popolari dell’ essay-manga è sulla vita delle coppie internazionali, cioè sulla vita dei giapponesi sposati con gli stranieri. Questa è una circostanza che ha fatto nascere un incontro fra me e un redattore di Takeshobo.
Lui voleva realizzare un essay-manga di questo genere per le lettrici dell’età intorno ai 30. E stava cercando qualche giapponese residente in Italia in grado di realizzare i fumetti sulla vita di una coppia italo-giapponese.

Perché proprio l’ Italia? Beh, suppongo che fosse per il fatto che l’Italia è sempre un bel paese di sogno per tante donne giapponesi! Tramite alcuni conoscenti, mi è arrivata questa proposta.
La categoria di essay-manga è nata dopo che mi sono trasferita in Italia. Perciò non la conoscevo bene. Discutendo con lui, mi sono convinta che bastava raccontare sulle cose molto quotidiane della mia vita in un modo umoristico ma più saggistico. Così i fumetti sono stati pubblicati per più di un anno e mezzo sul web magazine mensile di Takeshobo.

L’intervista continua e finisce su queste pagine.

Fonti Consultate: @kappalabedizioni, Animeclick

Una risposta a ““Mamma, questa è l’Italia!” Esce il nuovo libro a fumetti di Keiko Ichiguchi”

Scrivi il tuo bel Commento, dai! Ma PRIMA leggi qui: http://www.afnews.info/wordpress/help/norme-di-comportamento-su-afnews/

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.