A Torino il ricordo della diaspora giuliano-dalmata nella graphic novel di Vassallo e Restaldi

Nell’ambito delle iniziative del Giorno del Ricordo 2019 propongono
Esodo / Esodi. Ricerca, letteratura, comunicazione
Mercoledì 13 Febbraio ore 17:00 Sala Conferenze del Polo del 900, Corso Valdocco  4, Torino

Saranno presentati tre lavori che rappresentano altrettante chiavi d’entrata nel tema delle profuganze e, più in particolare, nella conoscenza dell’esodo giuliano dalmata, i cui primi contingenti giunsero a Torino settantadue anni fa.
Si tratta di uno studio storiografico a più voci, di un volume di racconti della scrittrice polense Nelida Milani e di un graphic novel sull’esodo da Pola.

A presentarli, rispettivamente, saranno:
Patrizia Audenino (Università degli Studi di Milano), Enrico Miletto (Istoreto), Manfredi Toraldo (scuola di Comics)

Saluti:  saluto istituzionale di Nino Boeti, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte
Antonio Vatta, Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Alessandro Bollo, Polo del 900
Coordina: Luciano Boccalatte (Direttore Istoreto)

Una narrazione a lungo mancata Della diaspora giuliano-dalmata e degli altri esodi del Novecento alla luce del tempo presente, a cura di Riccardo Marchis,
Seb 27, Torino 2019.

A motivare questo studio a più voci la convinzione che l’esodo giulianodalmata non costituisca solo una proposta per restituire alla distratta storia italiana le motivazioni degli esuli, a lungo dimenticati ed emarginati, ma anche per affrontare temi che attraversano l’intero secolo passato e mostrano con rinnovato vigore la loro persistenza nel nuovo millennio. Il volume si conclude con una comparazione degli esodi di allora e di oggi alla ricerca di assonanze, somiglianze e differenze, condotta con rigoroso metodo storico e con passione civile.

Nei racconti della raccolta Lo spiraglio, Besa Editrice, Nardò 2017, Nelida Milani torna a narrare l’Istria dei “superstiti”, delle serrande chiuse e delle finestre abbassate per sempre, l’Istria della confusione e dello smarrimento, ma anche della convivenza e della molteplicità di lingue. Dopo il successo di Bora, la scrittrice delinea con il tratto fine e delicato che le è proprio un mondo spesso dimenticato e rinnegato, attraversando gli anni e i decenni, traghettando lungo gli esiti della storia le vite di quanti hanno abitato, con fiducia e abbandono, una terra contesa all’incrocio di due mondi.

Il graphic novel Anime in transito, ispirato alle vicende dell’esodo da Pola, è prodotto dall’Anonima fumetti, dall’Accademia di progettazione sociale Maggiora e dal Rotary Torino Sud est. Soggetto e sceneggiatura Nico Vassallo, disegni Marcello Restaldi, consulenza storica Enrico Miletto. Una storia d’amore sullo sfondo dell’esodo giuliano dalmata nella Torino del dopoguerra. Una vicenda di solidarietà e accoglienza da parte di un’intera città.

La pubblicazione è gratuita e on line.