Silvano “Nano” Campeggi Passed Away

E’ venuto a mancare,  Silvano “Nano” Campeggi, storico artista del cinema, pittore e cartellonista fra i più quotati della storia di Hollywood. Nella sua lunga e proficua vita, era nato nel 1923 a Firenze, allievo di  Ottone Rosai (1895-1957) Ardengo Soffici, (1879-1964) Iniziò la sua carriera dopo la Liberazione prima lavorando per la Croce Rossa americana, poi sotto gli auspici di Luigi Martinati creando il cartellone per  ” Aquila Nera“, con Rossano Brazzi e Gino Cervi, campione di incassi nel 1946.

Gran parte della sua carriera si è svolta negli USA, collaborando in particolare con la Metro Goldwyn Mayer, realizzando i manifesti di alcuni dei più importanti film della storia del cinema. Ha al suo attivo ben 3000 manifesti, creati cercando sempre di rinnovare il suo stile. Fra i più celebri quelli per  ‘Via col vento‘,  ‘Casablanca‘, ‘Cantando sotto la pioggia‘, ‘West Side Story‘, ‘Colazione da Tiffany‘, alla “Gatta sul tetto che scotta“, “Dalla Russia con Amore” . “Ben Hur“.

Ha dato forma ai sogni di celluloide, contribuendo a creare il Mytos di Hollywood e del suo cinema.   Di seguito vi proponiamo  un interessante speciale del TG 1 proposto nel febbraio di quest’anno, per celebrare i 95 anni da poco compiuti dall’artista.

 

Molte sono state le mostre che in questi ultimi anni hanno celebrato la sua arte, da quella di Pontassieve,  alla bella mostra “Nano tra Divi e Diavoli” di Palazzo Vecchio, chiusa nel gennaio di quest’anno da cui abbiamo recuperato la foto del quadro dedicata a Marilyn ( di cui parla il Maestro, dal minuto 15,40 del primo video).

Vi ricordiamo che Lazy Dog ha publicato recentemente “Pittori di Cinema” un poderoso volume di 400 pagine dedicato all’arte dei cartellonisti italiani.

Fonte Consultata: Repubblica