@CARTOONSBAY1 #COTB2016 WACOM premia i VINCITORI DEL PITCH ME!

Quest’anno il Pitch Me è stato sorprendentemente risolto il primo giorno del festival.

Per rendere giustizia al lavoro svolto dai partecipanti e dalla giuria ecco la versione dettagliata della premiazione.

l’evento è stato preceduto da una presentazione della WACOM fatto da Leonardo Mandolicchio, rappresentante italiano della ditta.

ct28

La WACOM è una ditta giapponese che con le sue tavolette grafiche ha permesso l’evoluzione del disegno allargandolo al digitale e alle infinite possibilità che questo offre. Una vera rivoluzione che ha aperto nuove fantastiche frontiere e di cui il cinema d’animazione ha beneficiato fin dai primi anni novanta.

Le loro tavolette restituiscono al disegno fatto in digitale la  naturalezza del tratto a mano libera e si adattano sia all’animazione 2D che a qualsiasi altro genere. Quest’anno oltre alle due tavolette grafiche è in palio come terzo premio anche il loro nuovo nootebook digitale. Oggetto che chi scrive aspira a possedere.

Entra la giuria e dopo aver preso posto dichiara che nonostante la gran qualità dei lavori la scelta dei vincitori li ha trovati d’accordo e non ci sono state tensioni.

ct29

Il terzo premiò è andato a  “Decameroscopio” di Flaviano Pizzardi per l’innovativo modo di vedere il teatro in digitale.

ct30

Secondo premio a “Cocopa” di Giorgio Martignoni. Una storia ben strutturata e Accattivante. Ritirata la tavoletta grafica il vincitore dichiara che, essendo un seguace della filosofia Ubuntu, condividerà il premio con chiunque lo vorrà.

ct31

Il Primo Premio va a “Il diario di Pepita” di Elena Chiesa. Che sale sul palco incredula della vittoria e tanto emozionata da accettare la tavola CINTIQ con voce tramante.

ct32

ct33

Nonostante i premi fossero solo tre i giurati vogliono fare i complimenti agli autori di altri lavori che hanno trovato meritevoli di nota.

Menzioni speciali quindi per:

“Il mondo è troppo per me” di Vania Cauzillo (disegni di Roberto Angelini) che Francesco Artibani ha trovato pieno di passione.

ct34

“Bimbolino… una faccia da luna piena” di Scheila Morganti. Che Matteo Strukul definisce poetico nella sua essenzialità.

ct35

“Griffo – raddrizza il corsivo!”  di Gianmarco Guazzo.  Di cui Claudio Villa apprezza l’intento educativo trattato con simpatia.

ct36

Questo è stato il Pitch Me di Cartoons on the Bay 2016. Auguriamo ai Vincitori di poter andare avanti e realizzare le loro idee. Ma invitiamo anche i non vincitori a non arrendersi mai e continuare a provare.