Cartoons on the Bay è il “Pitch Me!” Parte seconda.

Nel pomeriggio di Giovedì 17 è stata mandata la seconda parte del Pitch Me! con altre proposte di serie.

Apre ‘LOLA BALLOON’ di Francesco Colombo. Simpatica serie rivolta ai bambini in età prescolare che nasce per rispondere a una domanda che ogni bambino fa, “Quando un palloncino vola via, dove va a finire?” Va nella città dei palloncini sopra le nuvole dove vive una vita molto simile alla nostra, con genitori, scuola e amici. La giuria ammira tanto i personaggi, ma fa notare che si dovrebbe valorizzare il fatto che tutta la città e i personaggi sono palloncini rendendoli un po’ trasparenti e tondeggianti.

 IMG_2959

Segue ‘NONNO MERAVIGLIA’ di Davide Merciari, Serie in 3D che racconta le avventure di un anziano prestigiatore diventato un circense di strada che vive in un parco pubblico, ma senza tristezza visto che ogni cosa intorno a lui diventa magica e poetica. L’idea è quella di togliere il pregiudizio verso i barboni, ma la giuria pur apprezzando l’idea di una serie su un anziano fa notare implacabilmente l’animazione troppo elementare del promo consigliando di rivederla e insistere di più sull’elemento magico facendolo esibire per dei bambini.

 IMG_2960

Segue il progetto ‘OVUNQUE (MA NON QUI)’di Giovanni Martucci. Un’ambiziosa storia fantapolitica ambientata in un’Europa futura finalmente diventata Stati uniti d’Europa dove le vicende di una famiglia circense desiderosa di emigrare si intrecciano alla complicata vicenda politica che vede contrapposti il presidente europeo e un suo rivale contrario alla riforma che prevede la totale scomparsa delle frontiere e l’obbligo di ogni cittadino di risedere per almeno due anni in un’altra parte d’Europa. La famiglia si offre volontaria per testare la legge e… La giuria è davvero scettica all’idea che una storia del genere possa adattarsi bene all’animazione e riconoscendone il fascino suggerisce altri formati. Chi scrive pensa che ciò sia dovuto all’estremo patos che lo sceneggiatore ha impiegato nel descrivere la storia ipnotizzando l’intera sala nel raccontare la sua idea. Personalmente una storia così sviluppata con uno stile ironico/serio indi nord americano o duro alla William Kendridge potrebbe essere davvero interessante.

 IMG_2962

 

Tocca a ‘COCO’ E LA MAPPA DEI SENTIMENTI’ di Clizia Cevasco. Progetto di serie Incentrato su di una bambina che un giorno scopre un anziano guru che vive su di un albero e seguendo i suoi consigli inizia a aiutare gli altri bambini coinvolgendo anche i suoi amici. Tutto per prendere il posto del guru ormai in pensione. La storia piace ai giudici, ma il fatto che l’unico personaggio mostrato sia la protagonista li indispettisce visto che avrebbero voluto vedere anche gli altri.

 IMG_2965

Segue ‘PULCINO BIRICCO’ di Federico Santoro. Storia per un pubblico prescolare sviluppata seguendo il metodo educativo Montessori. Racconta la vita di un pulcino, della sua famiglia e dei suoi amici in una fattoria. Altro punto di forza della serie sarà l’ispirazione alla tradizione italiana nelle canzoncine e nel paesaggio. La giuria suggerisce di spingere di più su quest’aspetto ispirandosi all’immagine del “Mulino Bianco” e aggiungendo la musica lirica.

 

Altro progetto presentato è ‘UNDERMAN’ di Salvatore Pireddu. Serie che racconta la vita di tutti i giorni di un bambino Che supera le domande e le paure di ogni giorno grazie a Underman. Un supereroe eroico e un po’ pasticcione che possono vedere solo i bambini e che in realtà è una versione adulta e super di lui stesso. Aiutanti di Underman sono il cane del bambino, che nella situazione fantastica diventa un veterano di mille guerre e una bambina amica del protagonista. Mentre i genitori sono quelli che alla fine normalizzano le storie. I disegni studio dei personaggi sono da subito apprezzati per la loro bellezza, ma la domanda generale è “Come si potranno trasportare in animazione mantenendone la qualità?”

 IMG_2966

Segue ‘IL MONDO DI SPIN’ di Anna Zorzanello. Una serie con protagonista un riccio adolescente e i suoi compagni di classe, amici o bulli, che ogni giorno finisce con lo scappare dai suoi problemi chiudendosi a riccio evitando tutti quanti fino a quando qualcosa non lo porta a riaprirsi  e risolvere il problema o almeno a imparare a gestirlo. Uno degli aspetti messi in evidenza dall’autrice è quello delle possibilità cros-mediali della serie con videogiochi che approfondiscano la personalità di ogni personaggio.

 IMG_2971

Chiude il Pitch Me! Di quest’anno il progetto di mediometraggio ‘NAUSICA L’ALTRA ODISSEA’ di Bepi Vigna e Lorenzo Visi. Trasposizione di un omonimo volume a fumetti ben noto alla giuria. Il fatto che l’autore del libro si sia inspirato decisamente allo stile di un suo più noto collega divide la giuria in chi trova rischioso realizzare il progetto per paure di ritorsioni legali e chi dice che se non è successo con il libro non accadrà con il mediometraggio. Tolta questa parte la storia piace molto.

 IMG_2974

Si conclude così il Pitch Me! 2015. Quest’anno più prodigo di consigli che mai. Ma Chi sarà il vincitore?