1980: Tintin nel Tibet secondo Taiwan

Tibet Taïwan

Claude Garitte ci segnala una curiosità. C’è una edizione di “Tintin in Tibet” pubblicata a Taïwan (Epoch Publications Agency o Epoch Publicity Agency, 1980), che, a pagina 62, nell’ultima vignetta, contiene un testo aggiuntivo che non appare in nessuna altra versione al mondo e men che meno in quella della Cina continentale. Il testo (come vedete qui di seguito) recita (secondo quanto inviatoci da Claude):  “Benché Tintin abbia potuto salvare il suo amico Tchang nel Tibet, i Tibetani sono sfortunatamente sempre nelle mani dei diavoli comunisti. ” E ci sembra chiuda con un qualcosa di simile a “E’ veramente triste.”.
Vecchio esempio di propaganda Taiwanese contro la Cina comunista (ma non di propaganda a favore dell’indipendenza del Tibet) inserita di straforo e senza alcuna autorizzazione in un albo per ragazzi.
Tibet Taïwan  texte  p.62
Per la cronaca, la stessa avventura veniva pubblicata in Cina continentale nel secolo scorso col titolo Tintin nel Tibet cinese… Vecchio esempio di propaganda Cinese contro l’indipendenza del Tibet. Dal 2002 (dopo le proteste di Moulinsart e il seguente accordo editoriale), il titolo è tornato all’originale Tintin in Tibet.
 
631_001
Tintin nel Tibet Cinese
81lxIbzwblL
Tintin in Tibet