Prima immagine per la ‘Gatta Cenerentola’ targata MAD

Il nuovo progetto della factory napoletana MAD, vincitrice dell’Oscar europeo 2014 per il cinema di animazione con ‘L’Arte della Felicità’, si intitola ‘ La Gatta Cenerentola’ e dopo la riuscita campagna di crowdfinding lanciata l’anno scorso parrebbe che finalmente l’opera sia entrata in pre-produzione. In attesa di notizie più precise, sul suo sito facebook è stata pubblicata una prima immagine della protagonista e, presumibilmente, del suo antagonista.

11021244_1548306562088876_1179492564264015122_n

Il film è ispirato alla celebre favola di Giambattista Basile (già, non l’ha inventata Disney!), contenuta nella raccolta seicentesca ‘Lo cunto de li cunti’ da cui Charles Perrault trasse lo spunto per la sua ‘Cenerentola‘ (quella ‘classica’ che i più conoscono) e da cui Roberto De Simone trasse una splendida e altrettanto famosa versione teatrale portata in scena negli anni ’70 con la Nuova Compagnia di Canto Popolare. La trasposizione animata di MAD, che vedrà Ivan Cappiello alla regia, vira piuttosto all’hard boiled e al dramma shakesperiano, con una trama che narra il desiderio di vendetta e riscatto di una giovane donna abituata a ‘razzolare come una gatta’ nel torbido mondo della malavita di Napoli, città polimorfa e inquieta ancora una volta al centro dell’attenzione e dell’arte della banda MAD.

“La nostra Gatta Cenerentola è ambientata in un misterioso porto di Napoli, in un futuro non troppo distante, dove il Capo della Polizia e ‘O Re e i suoi scagnozzi si contendono il controllo del territorio e una ragazza molto speciale: Cenerentola.

Oppressa dalla sua famiglia, serva delle sue sorellastre, Cenerentola vive in un drammatico contesto di ingiustizia, traffici illegali, ambiguità, avidità e rivalità.

Un fortissimo bisogno di vendetta contro ‘O Re – che ha ucciso suo padre quando era una bambina – cresce ogni giorno dentro di lei.

Fino alla notte del grande ballo.

Solo attraverso la scoperta dell’amore, Cenerentola riuscirà a liberare la sua anima e a iniziare una nuova vita.”

Immagine_2copia