5 Maggio 2009 00:08

Novità interessanti dalla Corsica

Cinque albi e un festival imminente: queste sono soltanto alcune delle novità che arrivano dalla Corsica. Partiamo dalle pubblicazioni. Il disegnatore Toussaint Manfruelli, meglio noto con lo pseudonimo di Battì, ha pubblicato “Réflexions. Disegni di Corsica e d’altrò” (Editions Sammarcelli). Il volume è una raccolta di tavole che ritraggono e/o prendono in giro certi episodi e personaggi locali. Nato nel 1944, Battì ha collaborato a varie pubblicazioni locali, fra le quali il mensile “Corsica”, per il quale disegna tuttora. Fra i suoi albi precedenti ricordiamo “Pagine bianche è nere” (1990) e “Franchendu u milleniu” (2002). Le sue pubblicazioni possono essere acquistate dal sito. “Mad in Corsica” è invece un albo che riunisce tre artisti isolani: Al, Nino e Frédéric Federzoni. Ciascuno firma una storia della quale è anche soggettista. I tre si muovono nell’ambito del fumetto comico, con un susseguirsi di battute esilaranti. L’albo è pubblicato da L20 Productions. La giovane casa editrice, diretta da Lionel Martini, è la stessa della serie “Petru Santu“, realizzata da Frédéric Federzoni (disegni) e Desideriu (testi). Il fatto che in Corsica sia nata una casa editrice dedita esclusivamente al fumetto conferma che la nona arte sta mettendo solide radici nell’isola. Per inciso, se capitate a Bastia non mancate di visitare la libreria Album, che offre un assortimento di fumetti davvero notevole. Tornando ai temi storici, che sono trattati spesso dai fumetti isolani, un altro albo molto interessante è molta attenzione anche “Erasmo Orticoni, le chanoine révolutionnaire“. Orticoni è un sacerdote vissuto nel Settecento che anticipò la temperie rivoluzionaria dalla quale sarebbe poi emersa la figura di Pasquale Paoli. Il fumetto è pubblicato da Albiana, il più importante editore corso, forte di un catalogo che propone soprattutto libri e riviste. La pubblicazione ha già qualche mese, ma merita molta attenzione perchè riunisce due talenti. Il soggetto è di Dominique Taddei, uno storico che aveva già pubblicato un libro su un tema analogo, “Trois prêtres balanins au coeur de la révolution corse: Erasme Orticoni, Gregorio Salvini, Bonfigliuolo Guelfucci” (Editions Alain Piazzola, 2006). I disegni sono invece firmati da Toni Casalonga, che è anche musicista, regista, scultore, incisore, scenografo e forse anche qualcos’altro che ora ci sfugge. Il fumetto corso, comunque, non tratta soltanto temi storici. Lo dimostra “Un baluchon pour deux”, un albo per bambini realizzato da Lili Pissenlit (testi) e Barbara Brun (disegni). Edito da Gecko, l’albo si segnala per il tratto felice e per i testi ben scritti che sottolineano il valore dell’amicizia. Chiudiamo questo panorama editoriale con “Amichi corsi“, ambientato nell’isola, ma frutto della collaborazione fra il soggettista israeliano David Sanhedrin e il disegnatore francese Jacky. E’ la storia di due amici corsi che cercano di strappare alcuni reperti archeologici al’avidità di un commerciante. I disegni sono eccellenti e le risate sono assicurate. Infine, un festival. Dal 19 al 21 giugno Ajaccio ospiterà la settima edizione dei Rencontres de la Bande Dessinée et de l’Illustration. All’iniziativa parteciperanno 52 artisti, fra i quali Eve Andreani, Battì, Walter Farher, Frédéric Federzoni, Franck Giroud, Marc Moreno e Vink. Ci saranno varie mostre, una delle quali relativa alla serie “Paoli”, dedicata a Pasquale Paoli, che guidò la breve stagione della Corsica indipendente (1755-1769). Si tratta di una trilogia che comprende tre volumi: “La jeunesse de Paoli” (DCL, 2007), “Le père de la patrie” (DCL, 2008) e “Ponte Novu”, che lo stesso editore pubblicherà entro la fine del 2009. Gli albi sono firmati da Frédéric Bertocchini (testi) ed Eric Rückstühl (disegni). [Articolo di Alessandro Michelucci]