16 Aprile 2009 01:46

MoisEditoriale – il falò più caro del mondo

il Falò più caro del mondo
E così, grazie al Grande Cuore Padano-Leghista, anche i terremotati dell’Abruzzo non dovranno più patire il freddo! Che ne dite? Vi piacerebbe sentire una notizia del genere n’est ce pas? Beh, per quanto riguarda il Grande Cuore Leghista scordatevelo pure, giacchè le rimarchevoli Teste Verdi, fra l’eventualità di usare un briciolo di buon senso e quella di bruciare 460.000.000 di Euro in un ottuso, costosissimo falò, non hanno avuto dubbi! Hai visto mai che qualche centesimo di questa spropositata cifra arrivasse (dio ce ne scampi!) a qualche clandestino, zingaraccio o Rom indecentemente sepolto sotto le macerie abruzzesi assieme ai terremotati ‘regolari’! Ma c’è comunque un aspetto umano, un risvolto blandamente ottimistico in tutta questa vicenda? Massì, se i venti favorevoli spireranno con sufficente intensità dalle turrite roccaforti nordiche giù giù fino alle sabbiose, disarticolate, tragiche rovine abruzzesi, può darsi che qualche alito di tepore arrivi fin laggiù, fra chi patisce il freddo della solitudine ed il gelo dell’abbandono! Dopotutto, quattrocentosessanta milioni di euro che bruciano devono fare una bella fiammata!
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise