13 Febbraio 2009 18:21

Brigantaggio a fumetti

BrigantiAnche noi abbiamo avuto il nostro West… soltanto che era posizionato a Sud, e si è svolto appena dopo l’unità nazionale, a partire dal 1861: il brigantaggio. Anche se l’Italia non era scevra come altri stati europei di fenomeni locali di brigantaggio fin dai secoli precedenti, e quella parte dell’appennino meridionale che tocca regioni quali la Sila, la Puglia, la Basilicata, l’Aspromonte – specialmente a partire dal 1815 (dopo la restaurazione borbonica) – era stato luogo di scontri continui fra bande ed esercito e signori locali, il fenomeno che ha visto la luce negli anni 60 di due secoli fa si è connaturato come una vera e propria guerra civile, con lo Stato e i latifondisti da una parte e briganti e poveri dall’altra. A livello storico poche le tracce, pochi i documenti, i libri, i film… i fumetti. Sì, anche il fumetto, che come vera e propria letteratura disegnata si interessato di brigantaggio, che ha cercato di svelare certe pagine di storia nostrana non proprio eclatanti, zeppe di morti, carceri, sevizie, di errori politici e strategici; anche il fumetto ha aperto la sua finestra di balloon e vignette su questo mondo, e l’ha indagato con i suoi mezzi, a suo modo, spesso fedele a quelle pagine di storia, altre volte librando l’immaginazione e la fantasia che le sono proprie, a volte cercando una risposta, una verità che risuonano troppo lontane nel tempo e nella memoria. Così a partire dal fumetto, per onorare le tavole che si sono interessate di brigantaggio e i loro autori, e nello stesso tempo per usare la forza coinvolgente ed originale di questo medium nel sensibilizzare la gente, soprattutto le fasce giovanili, verso la conoscenza della storia locale che si è fatta nazionale e verso il confronto e le riflessioni sulla nostra società attuale, è stato realizzato e portato a compimento a Filiano (PZ) dal 7 al 14 Dicembre 2008 il progetto Storia-scuola-memoria. Prima uomini poi briganti. L’altro volto del brigantaggio, ad opera del Forum Giovanile Comunale e della Associazione Pro Loco. Un convegno di studi sul fenomeno storico, incontri e dibattiti con autori, registi e storici, film e documentari, ed una mostra unica: per la prima volta sono state esposte tavole e pubblicazioni a fumetti sul brigantaggio con la mostra Il brigantaggio lucano nella letteratura disegnata, ideata e curata dal responsabile della biblioteca, collezionista, Vito Sabia che non è nuovo a iniziative sul fumetto. Per l’occasione è stato stampato un volumetto antologico curato sempre da Sabia, che approfondisce gli albi scelti nella mostra per dar voce alla storia attraverso il linguaggio onnivoro del fumetto. Per chi fosse interessato al volume (che è in esaurimento scorte) ci si può informare presso la Pro loco allo 0971.1835137 info@prolocofiliano.it e versare successivamente 5,00 euro (comprensive di spese) sulla carta postepay n° 4023 6004 5819 2756 . [articolo di Renato Ciavola]