Effetti speciali tra cinema e fumetto

Di questo andrò a parlare sabato 21 ottobre 2017 per un paio d’ore.

https://www.viewconference.it/it/article/90/comics-and-cinema-a-fantastic-influence

MASTERCLASS
FUMETTO E CINEMA: FANTASTICA INFLUENZA
GIANFRANCO GORIA
ESPERTO DI FUMETTO, GIORNALISTA E BLOGGER
ITALIANO
10:30 – 12:30, 2 ORE
via Maria Vittoria 38, Torino

Fumetto e Cinema: effetti speciali incrociati.
Che fin dalle origini ci sia stato uno stretto rapporto tra fumetto e cinema (ambedue forse più antichi di quanto potremmo immaginare) è cosa data per scontata. Ma in cosa è realmente consistita? Come si è evoluta col tempo? Com’è oggi? Avrà un futuro?
Per dare risposte a queste domande, dobbiamo anzitutto capire cosa è il fumetto, quali sono le sue radici, come si fa e come funziona nelle mente del lettore, oltre che in quella degli autori. Lo prenderemo molto alla lontana (nel tempo e nello spazio), ne scopriremo l’assoluta attualità, le infinite potenzialità, gli effetti davvero speciali. Mostreremo esempi concreti, famosi e quasi sconosciuti. Scopriremo che Fumetto e Cinema andranno a braccetto ancora per un bel po’, perché… 

VIEWCONFERENCE2017 | 18TH INTERNATIONAL COMPUTER GRAPHICS CONFERENCE | 2017 PROGRAM
23 Oct preVIEW , Workshops/ Masterclasses only
24 – 27 Oct – Conference/ Exhibit Floor
www.viewconference.it | Torino Incontra, Via Nino Costa 8

http://media.viewconference.it/docs2017/ITA/programma%20VIEW%20CONF.versionITA.pdf

http://media.viewconference.it/docs2017/ITA/programma.VIEWFEST.versioneITA.pdf

 

Cinema e alimentazione di successo

E’ noto. Il successo di pubblico (“i numeri”) non corrisponde necessariamente alla “qualità”. Indicibili stupidaggini possono piacere a un sacco di gente, pur restando quel che sono: stupidaggini. Vere perle possono sfuggire quasi del tutto al gradimento popolare di massa. E’ normale, è così da migliaia di anni e, forse, sarà così ancora a lungo, chissà. Ma questo non significa che, siccome qualcosa ottiene un grande successo popolare, debba per forza essere davvero solo una stupidaggine senza senso. Magari è una stupidaggine che un senso ce l’ha (può essere satira di costume, per dire, e in tal caso non solo ha senso, ma ha persino una preziosa utilità sociale). Così come una perla può essere di una noia mortale. Insomma, come al solito, ci tocca valutare con molta attenzione, caso per caso, prima di tranciar giudizi.

E, comunque, IMHO, ciascuno ha il diritto di apprezzare quel che gli va, alla faccia della critica, positiva o negativa che sia, degli altri. Così come, sempre IMHO, ognuno, al di là di quel che piace o dispiace agli altri, ha il diritto di mangiare quel che gli aggrada, che sia erbivoro, carnivoro, onnivoro o altro che non so, in questo universo in cui siamo tutti cibo per la vita altrui, prima o poi.

In questi giorni si è parlato dappertutto dei successi clamorosi di Star Wars e Checco Zalone. Il gradimento popolare è certo (lo si misura facilmente in danaro incassato). Ma questo non vuol dire che debbano per forza piacere a tutti. Per quel che conta, io mi sono divertito un mondo con Guerre Stellari, mentre altri lo hanno trovato insoddisfacente. Il film di Zalone, invece, non lo vado nemmeno a vedere, ché già so mi farebbe star male: patisco la rappresentazione della volgarità, del razzismo, del menefreghismo, persino quando è satirica. Mi faceva questo effetto Fantozzi, tanto da rattristarmi, invece di farmi ridere*. Mi faceva questo effetto Alberto Sordi, che tracciava dei mirabili ritratti impietosi delle perfide debolezze italiche. Posso apprezzarne la qualità, l’intento e molto altro, ma mi fanno star male. Non mi ci riconosco e mi sembra tutto così mostruoso… troppo simile al peggio di quel si vede nella realtà quotidiana. Insomma, al cinema ci vado per stare meglio, non peggio di quando ci sono entrato.
Ovviamente dev’essere solo un mio problema mentale*, fra i tanti che ho (e che curo), non condiviso dalla maggior parte delle persone, fortunatamente per i produttori!

Per dire, questi funghi mi piacciono tantissimo. Ma non li mangio.
Per dire, questi funghi mi piacciono tantissimo. Ma non li mangio. – Foto Gianfranco Goria

* I miei livelli di produzione delle varie sostanze cerebrali erano probabilmente sfasati sin dall’età di sei anni (è una lunga storia…). Forse per questo era scarsa la mia capacità di godere delle disgrazie altrui (schadenfreude, o aticofilia, legata alla produzione di ossitocina, o comunque alle funzioni dello striato, qualcosa del genere – non sono un medico), mentre sembrava essere più forte assai la Mudita, che è, in un certo senso, il suo esatto opposto. Con le cure per la MDD (disturbo depressivo maggiore) iniziate a cavallo tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012, parecchie cosucce sono finalmente, e per la prima volta nella mia vita – da che ricordo, arrivate a un equilibrio da “persona normale”. Insomma, quasi normale, via. 🙂

Toh! Chi si rivede: Topo-san!

2015-07-28-afnews-m20SciarroneSì, la mia vecchia storia (iniziai a scriverla nel 1992, venne pubblicata nel 2002) è davvero ristampata su Topolino Story 23. Ne sono lieto e onorato, anche perché è in ottima compagnia! Topo-San e i guerrieri d’Oriente (disegnata dal bravo e allora giovanissimo Claudio Sciarrone – il mio titolo originario era, più semplicemente, I Tre Samurai, essendo un esplicito omaggio per il prossimo anniversario del grande film I Sette Samurai di Akira Kurosawa) precede, nel bel volumetto, Il segreto di Venezia (di Giorgio Pezzin e Paolo Mottura), Paperino Paperotto e l’antiorologio di Babbo Natale (di Stefano Ambrosio e Donald Soffritti) e Topolino e le pergamene di Alessandria (di Giorgio Pezzin e Massimo De Vita).

Naturalmente ho faticato a trovarne più di una copia: pur essendo uscito presto stamattina, nelle edicole non se ne trovava più un granché. Se non lo trovi in edicola, ti ricordo che puoi acquistarlo in rete, direttamente nella pagina della collana, facendo click qui (sarà disponibile fra un po’) e penso si possa trovare poi anche in qualche fumetteria.2015-07-28-afnews-2015-07-28_091414

Antefatti, misfatti, chicche e dettagli su questo mio vecchio racconto si trovano facendo click qui. La fase creativa è stata lunga e molto sentita. La pubblicazione è stata bloccata per tanti anni e solo un moto d’orgoglio giorna2015-07-28-afnews-38-02listico la sbloccò, infine, nel 2002. I testi che vedi pubblicati non sono esattamente quelli che ho scritto io (la mia sceneggiatura grafica sì, invece, perché venne disegnata con grande entusiasmo e abilità nel 1993 da Sciarrone, che la ritoccò poi nel 2002). Se vuoi leggere i testi originali (che avrei voluto poter riscrivere per adattarli ai balloon, ma invece venne fatto, a mia insaputa, come suol dirsi, dalla redazione), li trovi facendo click qui. Per vedere tutte le differenze fra gli originali (sia dei testi, sia dei disegni) e la versione stampata, puoi fare click qui. Ci trovi anche le due pagine censurate (erano altri tempi…), la tavola 38 e la tavola 39, che chiariscono un aspetto del grintoso comportamento di Minni.2015-07-28-afnews-39-02 Peraltro io stesso, per riuscire a scoprire i tratti psicologici dei personaggi del film che potessero corrispondere a quelli dei miei attori (Topolino, Minni, Pippo ecc.) dovetti procurarmi la copia integrale de I Sette Samurai, quella molto più lunga (nonché in giapponese) in cui c’erano parti (che i produttori tagliarono giusto per fare un “dispetto” al regista) che portavano lo spettatore a conoscere più in profondità i protagonisti.

Insomma, compra il volume (non ricevo diritti di autore sulle ristampe, per cui non ci guadagno nulla, tranquillo: puoi comprarne anche solo una copia), leggi la storia e poi divertiti con gli extra on line. E goditi le altre tre belle storie che, manco a farlo apposta, sono proprio del genere che piace un sacco a me (e me le sto rileggendo con sollazzo)!

Un veloce ma bellissimo schizzo di Claudio Sciarrone realizzato a Torino nel 1995.
Un veloce ma bellissimo schizzo di Claudio Sciarrone realizzato a Torino nel 1995.

Altro ancora è qui: Presentazione (scritta quando la storia era “bloccata” dall’ufficio legale e la pubblicazione sembrava ormai impossibile). Articolo apparso su G&D. Appunti Preliminari: da 7 a 3 Samurai. Originale e Cloni. Documentazione. Ruoli e Interpreti. Schema della Struttura. Storyboard by Goria. Sceneggiatura by Goria. Matite (alcune) by Sciarrone. Disegni by Sciarrone.

2015-06-10-afnews.info-samuraifumetticonv
L’immenso Giorgio Cavazzano, che è un grande appassionato di cinema, avrebbe voluto farla lui,questa storia. Si consolò (forse) realizzandone la copertina per l’edizione francese.
2015-07-25-afnews-MPG336-8-samurai
Versione francese che “mi valse” il “titolo” di “Grand Monsieur de la BD”… di cui vado particolarmente (e scherzosamente) fiero! 😉

Foto museale

14970320574_143e82ea96_k

E’ così. Uno passa davanti al Museo Nazionale del Cinema, a Torino, e non può fare a meno di scattare una foto…

Ne trovi parecchie altre, di foto che ho fatto all’interno e all’esterno del Museo, facendo click qui.

 

Minion video!

Minion3

Ma quanto mi piacciono!

http://www.youtube.com/watch?v=TlbnGSMJQbQ&list=PL3irWWxIsQLUtaLdzF8FFbRqai9nqWZbK