Alle origini della demenza

Gianfranco Goria - Villa Ottone Uttenheim - Val Pusteria - 1957

Come mi piace ricordare, sono nato a Bruneck (Brunico) in Val Pusteria, Sud Tirolo (Alto Adige). Questo succedeva il 3 agosto del 1954. Ma la foto che si vede qui è stata scattata nell’estate del 1957 (avevo quindi tre anni) a Uttenheim (Villa Ottone, frazione di Gais) in Valle Aurina, poco prima di Campo Tures, e a poca distanza da Brunico. Quindi non l’ho fatta io. Come successe al mio ben più noto concittadino Nanni Moretti, dopo la nascita si andò a Roma, dove rimasi felicemente per i primi sei anni della mia fin troppo lunga vita, per poi salire, non senza significativi traumi, a Torino (ma questa è un’altra storia). Ma ogni anno, se la memoria non m’inganna, si tornava nei luoghi natii, a rafforzare l’imprinting montano dolomitico.

Proprio qui a Villa Ottone, un bel dì, sulla stradina davanti alla casetta che ci ospitava, passò un autoveicolo. Io lo vidi arrivare e, preso dal panico, invece di restare lì dov’ero (diciamo proprio dove si vede nella foto), decisi all’istante di attraversare la sterrata per rifugiarmi dall’altro lato, dove c’erano gli abeti. Mai stato molto furbo… La macchina mi prese in pieno e io volai sul cofano. Dall’automobile uscì un tirolese (suppongo) terrorizzato, convinto di avermi fatto diventare una giovane frittata. Ma no, andava così piano… Però sei autorizzato a pensare che la mia demenza sia cominciata con quella botta in testa. Con tutto che… considerando l’idiozia che feci, forse ero già un po’ fuori di cocuzza prima. Sì, è vero, avevo solo tre anni, ma insomma…


Visualizzazione ingrandita della mappa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: