afNews 14 Giugno 2023 01:17

La IV edizione del French Film Animation Trophy al produttore Sébastien Onomo

Assegnato per la quarta volta nell’ambito del Festival di Annecy, il prestigioso riconoscimento del French Film Animation Trophy è stato assegnato oggi al produttore franco-camerunese  Sébastien Onomo, che in questa edizione del Festival è presente con ben tre produzioni, tra cui il lungometraggio “La Sirène” della regista iraniana Sepideh Farsi, in competizione ufficiale.

Lanciato nel 2018, il French Film Animation Trophy premia uno o più giovani professionisti dell’animazione francofoni (produttori, distributori, ecc.) che si sono distinti nel settore cinematografico o audiovisivo

Il primo Animation Trophy aveva premiato i tre fondatori di TAT Productions, Éric e Jean-François Tosti e David Alaux. L’anno successivo è toccato ai due soci di Miyu Productions, Emmanuel-Alain Raynal e Pierre Baussaron. Dopo una pausa di due anni a causa della pandemia, è stato consegnato lo scorso anno ad Armelle Glorennec, produttrice e CEO di Blue Spirit Productions.

Il suo destinatario per l’edizione 2023 è dunque Sébastien Onomo che lo ha ricevuto oggi, martedì 13 giugno alle ore 17 presso la Brasserie dell’Imperial Palace di Annecy.

Dopo aver lavorato come produttore all’interno di Films d’Ici, Sébastien Onomo ha scelto di lavorare esclusivamente all’interno della sua società Special Touch Studios con la quale ha saputo sviluppare un’intensa e fruttifera attività di animazione, fiction e documentari.

Nell’aprile 2022 è stata ufficialmente avviata la produzione del film d’animazione “Allah n’est pas obligé” di Zaven Najjar, adattamento dell’omonimo romanzo dello scrittore ivoriano Ahmadou Kourouma. Un progetto dall’estetica molto complessa, rivolto a un pubblico adulto e con un’anima dichiaratamente politica.

Un altro interessante progetto di animazione è “Sidi Kaba et la porte du retour“, che sarà diretto da Rony Hotin, sta entrando nella parte finale del suo finanziamento, con la produzione che sarà lanciata entro la fine dell’anno. È coprodotto con Paul Thiltges Distribution, la sua uscita nelle sale sarà gestita da KMBO.

Onomo come accennato, ad Annecy 2023 sta presentando in competizione ufficiale “La Sirène” di Sepideh Farsi, una co-produzione tra Les Films d’Ici, Special Touch e Bac Cinéma oltre ad alcuni partner tedeschi (Trickstudio Lutterbeck GMBH e Katuh Studio), belgi (Lunanime) e lussemburghesi. Il film uscirà il 28 giugno, sulla scia di Annecy, sotto le insegne di Bac Films.

Sébastien Onomo ha anche prodotto il mediometraggio di Denis Do (vincitore ad Annecy nel 2018 per il Miglior Lungometraggio con “Funan”), “La Forêt de Mademoiselle Tang”, ammirato ieri ed oggi ad Annecy al cortometraggio giapponese “Garden of Remembrance” di Naoko Yamada.

Questo articolo è stato inserito da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *