afNews 4 Maggio 2023 19:20

BARBARA BARALDI È LA NUOVA CURATRICE DI DYLAN DOG

L’annuncio è arrivato da Sergio Bonelli Editore all’indomani del Napoli Comicon, la scrittrice e sceneggiatrice  Barbara Baraldi è diventata la nuova curatrice della collana dedicata a Dylan Dog (sempre sotto la supervisione di Tiziano Sclavi, e non è un inciso formale) di cui, come ha opportunamente sottolineato il Direttore Editoriale di Sergio Bonelli Editore Michele Masiero:

Barbara Baraldi scrive storie di Dylan Dog da più di dieci anni, (fra queste ricordiamo Jenny, ispirata alla canzone di Vasco Rossi, Casca il mondo e La ninna nanna dell’ultima notte) portando una forte visione personale senza mai rinnegare le caratteristiche fondamentali del personaggio creato da Tiziano Sclavi. Come Casa editrice è venuto dunque naturale pensare a lei per accompagnare il nostro Dylan nel suo percorso. Da oggi inizia una nuova entusiasmante sfida: costruire insieme il futuro dell’Indagatore dell’Incubo”.

Si tratta di una vera sorpresa, ma attentamente valutata anche sotto il profilo del lancio dal gruppo, che lo ha accompagnato con un’importante azione di promozione..

Barbara Baraldi ha ringraziato per l’incarico la SBE, dicendosi molto emozionata e delineando brevemente l’impostazione che vorrà dare all’Old Boy.

“Sono molto emozionata di iniziare questa nuova avventura. Tornerà in primo piano l’orrore, il genere che più di ogni altro ci permette di elaborare le paure, di rapportarci con l’inconscio e il rimosso. Ma sarà un orrore contemporaneo, sospeso tra onirico e simbolico. Del resto, essere “dylaniati” è per sempre. Parleremo quindi di mostri e nuovi incubi e ci saranno ritorni “eccellenti”. Sulla pista tracciata da Tiziano Sclavi, daremo spazio anche a storie autoconclusive collegate da una tematica comune, sperimentazioni grafiche e narrative e interpretazioni autoriali”.

Si apre una nuova strada per l’Old Boy…? Lo speriamo vivamente.

Fonte Consultata: Comunicato Stampa


Scopri di più da afNews

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Questo articolo è stato inserito da: