29 Settembre 2022 12:59

Se non fosse stato per Lucille Ball, oggi non ci sarebbe Star Trek!

Così spiega in dettaglio The Acid Test 1967 nel suo post su Facebook di qualche giorno fa (che quindi dovresti aver già visto nella pagina Facebook di afNews – ma se te lo sei perso…):

Qui una traduzione approssimativa:
Nel 1964, Lucille Ball era l’unica proprietaria dei Desilu Studios e la prima donna a dirigere un importante studio di Hollywood. A quel tempo, i produttori di Desilu erano alla ricerca di idee che potessero essere sviluppate in nuove serie e incaricarono due ambiziosi scrittori di sviluppare i pilot: Gene Roddenberry con “Star Trek” e Bruce Geller con “Mission: Impossible”.
Desilu ha portato il pilot di Star Trek alla CBS con la quale avevano un primo accordo di rifiuto, ma la rete lo ha rifiutato e ha deciso di riprendere un altro nuovo spettacolo a tema spaziale “Lost in Space”. Lo studio ha quindi portato il pilot, “The Cage”, alla NBC che lo ha definito “troppo cerebrale” ma, invece di rifiutarlo completamente, hanno deciso di ordinare un secondo pilot, “Where No Man Has Gone Before”. La rete ha deciso di ordinare una stagione ma il consiglio di amministrazione di Desilu ha esitato. Temendo che lo studio stesse esagerando con tre nuovi costosi programmi – Star Trek, Mission Impossible e un western chiamato The Long Hunt for April Savage – tutti i membri del consiglio tranne uno votarono per cancellare Star Trek nel febbraio 1966.
Lucille Ball, tuttavia, aveva grandi speranze per lo spettacolo alle prime armi ed è rimasta colpita dalla visione di Roddenberry, quindi ha usato il suo potere di presidente del consiglio per ignorare la decisione. La produzione dello spettacolo è continuata e il primo episodio è andato in onda nel settembre dello stesso anno. Come ammise in seguito il contabile dello studio Edwin Holly, “Se non fosse per Lucy, oggi non ci sarebbe ‘Star Trek'”. Quindi la prossima volta che guarderai Star Trek – o uno dei tanti mondi futuri di fantascienza che ha ispirato – ricorda che hai un motivo in più per amare Lucy!

Peraltro la storia non è nuova e un recente documentario l’ha riportata in auge.

Trovi altro anche su: https://intl.startrek.com/news/how-lucille-ball-helped-star-trek-become-a-cultural-icon

e su: https://www.inverse.com/entertainment/star-trek-documentary-lucille-ball

Questo articolo è stato inserito da: