24 Agosto 2022 14:55

Imaginaria2022 Giorno 2: incontro con Georges e Louis Schwizgebel, laboratori e tanta, tanta Animazione

Sono partite ufficialmente le proiezioni della ventesima edizione di Imaginaria, rassegna internazionale dedicata al cinema d’animazione d’autore: da ieri, e fino alla giornata di sabato 27, saranno oltre 100 le opere proposte al pubblico e alle giurie (composte da esperti di settore – registi e artisti tra i più importanti del mondo dell’animazione cinematografica italiana e internazionale – e da giovani studenti conversanesi). Grande successo, inoltre, per la proiezione del primo dei tre lungometraggi animati presentati fuori concorso, Dozen of norths, del pluripremiato Koji Yamamura.

Inaugurati ieri anche gli attesi Imaginaria Meetings, incontri in cui artisti e ospiti del festival dialogano “a tu per tu” con pubblico e appassionati: il primo appuntamento è stato con gli artisti svizzeri Georges e Louis Schwizgebel. Il duo padre-figlio ha collaborato spesso (Louis, pianista di fama internazionale, ha realizzato le musiche per molte delle opere del padre Georges, considerato una delle figure più importanti dell’animazione cinematografica sperimentale europea) e proprio questo sodalizio è stato il tema cardine dell’incontro.

– “Sono molto fortunato – afferma Louis – perché il mio lavoro corrisponde alla mia passione. La musica richiede molta disciplina quotidiana, e questo mi aiutato anche in altri aspetti della mia vita, oltretutto la musica impone di utilizzare e tenere sempre allenare la memoria, cosa che oggi facciamo tutti molto poco. La collaborazione con mio padre è fantastica: a lui piace realizzare film e scegliere le musiche adatte, mentre a me piace suonare, è un rapporto molto libero e senza conflitti”.

– “La nostra prima collaborazione risale a quando Louis aveva nove anni – racconta il padre Georges – e suonò Beethoven per musicare “Zig Zag”. La musica mi piace al punto da non avere mai utilizzato il dialogo nelle mie animazioni. Ho realizzato quasi una ventina di film e quasi tutti partono dalla musica. Sono stato molto fortunato a realizzare un film dopo l’altro e a fare in modo che questo diventasse il mio mestiere: ho iniziato negli anni ’60, all’epoca studiavo grafica e c’erano solo i cartoni che si vedevano al cinema, non esisteva l’animazione sperimentale di oggi. E anche se amo moltissimo la musica non so suonare una nota, mentre mio figlio Louis, invece, disegna da Dio!

Via vai di pubblico anche negli spazi di Galleria Cattedrale, che ospita la collettiva dedicata agli illustratori e fumettisti Mara Cerri, Giulia Pintus, Giò Quasirosso e Maicol&Mirco, e nell’ex Chiesa di San Giuseppe, allestita con tavole originali e manifesti delle precedenti edizioni di Imaginaria realizzati dall’artista Vito Savino, che collabora con la rassegna da oltre 10 anni. “Sono onorato di poter proporre questa esposizione: al festival, al direttore Luigi Iovane, al curatore dell’esposizione Simone De Summa e all’artista Niko D’Accolti vanno i miei ringraziamenti. Quello che presento in questa personale è il meglio di tutto ciò che ho prodotto, ed è un lavoro fatto con il cuore, sedimentato in un lungo tempo e realizzato lavorando su degli archetipi, in una continua trasformazione ed evoluzione circolare. Questa mostra è un percorso, ogni manifesto mi ricorda un sentimento differente, e vederli qui insieme mi emoziona”.

Continuano anche i laboratori dedicati al più piccini nell’ambito di Imaginaria Kids: in programma oggi, oltre a “Cut out – Storie di Carta”, dedicato alla tecnica della stop-motion e condotto da Michele Bernardi, Roberto Paganelli e Beatrice Pucci, anche “Illuminiamo le parole!”, dedicato al metodo caviardage e condotto da Mella Sciancalepore, formatrice specializzata in questa tecnica che consiste nell’elaborare brevi componimenti utilizzando come base testi già scritti, e la magia delle letture animate di “Come tornare a casa”, a cura della libreria per bambini e ragazzi Ciurma e basate sull’omonimo libro di Oliver Jeffers.

Di seguito il programma di oggi, mercoledì 24 agosto:

Ore 18.00 | Chiesa di San Giuseppe| Esposizione personale di Vito Savino
Ingresso libero, aperta fino alle 23.00
Ore 18.00 | Galleria Cattedrale | Mostra collettiva di Mara Cerri, Giulia Pintus, Giò Quasirosso, Maicol&Mirco
Ingresso libero, aperta fino alle 23.00
Ore 19.00 | Chiostro di San Giuseppe | Imaginaria Meetings con Anca Damian, Paul Wenninger, Miljana Dragičević
Ingresso libero, servizio di Drink Beverage a cura di Skribi Bistrot
Ore 21.00 | Giardino dei Limoni | Proiezioni della Children’s Short Film Competition

L’occhio della balena (Eye of the whale) by Giorgia Bonora, M. Lucia Schimmenti, Francina Ramos, Tess Tagliaferro (Italia, 2022, 6’37)

Footsteps on the Wind by Maya Sanbar, Gustavo Leal, Faga Melo (Brasile, 2021, 7’5)

Funny Birds by Charlie Belin (Francia, 2021, 30′)

Greece treasures by Janis Cimmermanis (Lettonia, 2021, 11′)

Kayak by Solène Bosseboeuf, Flore Dechorgnat, Tiphaine Klein, Auguste Lefort Antoine Rossi (Francia, 2021, 6’11)

Dove il sasso cadrà (Where the stone will fall) by Beatrice Pucci (Italia, 2021, 4’47)

Ore 21.30 | Chiostro di San Benedetto | Proiezioni della Graduation Short Film & Music Video Competition (con replica alle ore 22.30 al Giardino dei Limoni)

Fleeting here & there by Gilnaz Arzpeyma (Canada, 2021, 2’22)

Fly High by Giuseppina Fais, Lorenzo Pappa Monteforte, Kevin Rosso, Yagiz Tunceli (Italia, 2022, 6’39)

Girl in the water by Shi-Rou Huang (Taiwan, 2021, 7’20)

Graziano e la giraffa by Fabio Orlando, Tommaso Zerbi (Italia, 2022, 6’33)

Ad ogni alba (Every Sunrise) by Simone Massi (Italia, 2021, 2’30)

Clinica by Giovanni Montagnana, David Sarappa (Italia, 2022, 2’16)

Ore 22.15 | Chiostro di San Benedetto | Proiezioni dell’International Short Film Competition

(con replica alle ore 23.15 al Giardino dei Limoni)

Drone by Sean Buckelew (USA, 2022, 15′)

Failure to assist a person in danger by Marc Faye (Francia, 2022, 3’07)

Footsteps on the wind by Maya Sanbar, Raga Melo, Gustavo Leal (Gran Bretagna, 2022, 7’14)

Garrano by Vasco Sá, David Doutel (Portogallo, 2022, 14’08)

Granny’s Sexual Life by Urška Djukić, Émilie Pigeard (Slovenia, 2022, 13’40)

Hysteresis by Robert Seidel (Germania, 2022, 5’05)

I gotta look good for the apocalypse by Ayce Kartal (Francia, 2022, 5’36)

Ore 23.15 | Chiostro di San Benedetto | Proiezione lungometraggio
The crossing (La traversée) by Florence Miailhe (Francia, Germania, Repubblica Ceca, 2021, 80’, V.O.S.I.)
Sarà proiettato un video saluto della regista Florence Miailhe

I biglietti per accedere alle proiezioni sono acquistabili sul sito https://imaginaria.eu/prevenditaonline/ e di persona al botteghino al costo di 4,00 euro, mentre l’ingresso alle proiezioni per bambini è completamente gratuito.  È possibile prenotare tutte le attività laboratoriali dedicate ai bambini sulla piattaforma Eventribe. L’accesso a tutte le mostre e alle letture animate è libero e gratuito per adulti e bambini e non necessita di prenotazione.

Tutti i premi della XX edizione di Imaginaria sono realizzati a mano in ogni loro parte dall’artista polignanese Peppino Campanella: capolavori d’arte e di design realizzati in un atelier-laboratorio situato in un vecchio frantoio con una spettacolare terrazza sul mare.

Il Festival IMAGINARIA è ideato e promosso dall’associazione Atalante Ets, con la direzione artistica di Luigi Iovane. La rassegna è co-prodotta da Apulia Film Commission e Apulia Cinefestival Network, cofinanziata dalla Regione Puglia (Assessorato alla Cultura e Turismo), a valere su risorse di bilancio autonomo della fondazione afc. prodotta nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network 2022, con il sostegno del Mibact – Direzione Generale Cinema e del Comune di Conversano. Patrocinato da Regione Puglia, Comune di Conversano, Apulia Film Commission, AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema – EFFE Label 2019-2023

Questo articolo è stato inserito da: