30 Maggio 2022 20:35

“Karma Clima”, il nuovo album dei Marlene Kuntz, aprirà la nuova edizione di CinemAmbiente

L’edizione 2022, con cui il Festival CinemAmbiente festeggia i suoi 25 anni, si inaugurerà domenica 5 giugno, in coincidenza con la Giornata Mondiale dell’Ambiente, il cui tema 2022 è #OnlyOneEarth. Ad aprire il Festival, nell’Aula del Tempio della Mole Antonelliana, saranno i Marlene Kuntz, con la presentazione del loro nuovo progetto Karma Clima, che unisce musica e difesa dell’ambiente e che vede coinvolti artisti e cooperative di comunità.

L’iniziativa, organizzata e promossa da Museo Nazionale del Cinema e Festival CinemAmbiente con la Città di Torino, rientra nella top ten degli eventi 2022, che, realizzati in tutti i Paesi del mondo per la Giornata del 5 giugno, verranno diffusi in diretta da UNEP, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, sul sito dedicato.

La serata alla Mole prenderà il via alle 20:00 con diversi momenti di approfondimento e di convivialità. Alle 21:30 sarà la volta di Karma Clima, che, oltre che sul sito di UNEP, sarà trasmesso in streaming sui canali web di CinemAmbiente, Città di Torino, Museo Nazionale del Cinema e LifeGate, media partner dell’evento.

“Nell’universo ci sono miliardi di galassie. Nella nostra galassia ci sono miliardi di pianeti. Ma la Terra è una sola e dobbiamo prendercene cura“, dice Bruno Pozzi, direttore per l’Europa del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, che continua: “Cinquant’anni fa, la Conferenza di Stoccolma ha stimolato la creazione di ministeri dell’ambiente in tutto il mondo e ha dato il via a molti accordi globali per il nostro pianeta. Da allora, abbiamo aiutato lo strato di ozono a guarire, salvando vite umane ed aiutando a frenare il cambiamento climatico. Abbiamo eliminato il piombo dalla benzina, eliminando un grave pericolo per i nostri bambini. Nel corso della storia, l’arte – come il cinema e la musica – ha trasformato le nostre opinioni e ci ha aiutato ad agire. Il Festival CinemAmbiente ed il progetto Karma Clima parlano al cuore e alla mente e possono portare tutti noi in un viaggio verso la cura del nostro pianeta”.

Al termine della presentazione, i Marlene Kuntz (che sono presenti a quest’edizione anche in veste di giurati del Premio Terna per il miglior cortometraggio in concorso) dialogheranno con Mark Grassi, Information Assistant di UNEP, e con il direttore del Festival CinemAmbiente Gaetano Capizzi sulle particolarità del loro ultimo lavoro.

Nel nuovo progetto discografico della band, infatti, l’impegno per l’ambiente e la lotta al cambiamento climatico sono presenti nelle varie fasi del percorso artistico: dall’ideazione alla registrazione dei brani in ‘residenze’ situate in piccole realtà nella provincia di Cuneo – Viso A Viso Cooperativa di Comunità di Ostana, Birrificio Agricolo Baladin di Piozzo e Paraloup – al live. Karma Clima nasce dalla volontà di sottolineare le potenzialità dei piccoli borghi, come elemento di richiamo e valorizzazione dei saperi locali, mettendo al centro i luoghi e le comunità del proprio territorio e offrendo la spinta per costruire modelli di riqualificazione culturale, in grado anche di incentivare un turismo sostenibile, rispettoso dell’ambiente e del tessuto sociale.

I Marlene Kuntz da mercoledì 25 maggio in radio e su tutte le piattaforme digitali con il singolo “La Fuga”, che anticipa l’uscita del nuovo album di inediti il prossimo settembre.

Per i Marlene Kuntz, band di culto e sin dagli anni Novanta tra le realtà più seguite da pubblico e critica, questo è un ritorno molto atteso, con “La Fuga”, un classico rock con un testo molto potente ed efficace di Cristiano Godano. Il brano – in uscita per Ala Bianca e prodotto da Taketo Gohara – mostra quanto il percorso dei Marlene Kuntz sia attuale e in continua evoluzione.

Anche il nuovo album è un’opera, un progetto ampio e profondo che unisce musica e difesa dell’ambiente. La lotta al cambiamento climatico è già presente nel primo singolo e in tutte le fasi del progetto artistico, dall’ideazione alla registrazione dei brani nelle residenze, fino ai concerti.

“La Fuga”, come gli altri brani del nuovo album, ha visto la luce durante laboratori in residenza con comunità della Provincia di Cuneo – Viso A Viso Cooperativa di Comunità di Ostana, Birrificio Agricolo Baladin di Piozzo e Borgata Paraloup, in collaborazione con Unioncamere Piemonte.

La band risponde all’emergenza climatica creando musica in luoghi e con modalità differenti, rispetto agli standard. La scelta di registrare “La Fuga” nelle comunità di residenza è una piccola e allo stesso tempo grande azione, che mette al centro l’ambiente e le realtà che lo vivono. Offre la spinta per costruire modelli di riqualificazione culturale, fondamentali per creare dialoghi tra cultura, scienza, economia, e quindi anche incentivare un turismo sostenibile, rispettoso del tessuto sociale.

“La Fuga” sarà in scaletta nei concerti del “Karma Clima Experience”, il nuovo tour estivo che debutterà in anteprima nazionale per l’inaugurazione dell’edizione 2022 del Festival CinemAmbiente a Torino domenica 5 giugno alla Mole Antonelliana, in coincidenza con la Giornata Mondiale dell’Ambiente.

Dopo Torino, Karma Clima Experience sarà l’11 giugno a Ostana (CN) poi a luglio il 1° – NXT Station – Bergamo, il 3 a Skiarea Pejo – Val di Sole (TN), il 12 a Piazza Italia – Loano, il 20 al Magnolia a Milano, il 30 al Nousfest – Locorotondo.

“I concerti saranno il momento performativo di tutte le fasi creative sin qui realizzate con il progetto Karma Clima, di cui l’imminente singolo LA FUGA è protagonista è il commento dei Marlene. E protagonisti saranno anche alcuni luoghi speciali in cui avremo modo di estendere le esperienze d’incontro sin dai giorni prima del live, come a Ostana, data speciale estiva del Piemonte, e poi via via lungo la penisola. È la nostra voce sui temi dell’arte e della sostenibilità”.

Festival CinemAmbiente è realizzato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Tutti gli eventi del Festival sono a ingresso gratuito. Per la serata inaugurale è necessaria la prenotazione, effettuabile a partire da giovedì 2 giugno sul sito www.festivalcinemambiente.it

Questo articolo è stato inserito da: