afNews 3 Maggio 2022 16:22

#Annecy2022: svelato l’intero programma, ricchissima la selezione dei lungometraggi in gara (ci sono anche (Yaya e Lennie!)

Il Festival di Annecy svela le sue carte.

Il direttore Mickael Marin e il direttore artistico Marcel Jean, in conferenza stampa dal CNC hanno presentato la 46ma edizione, che si svolgerà in presenza (dopo un’edizione on line e una “ibrida”) dal 13 al 18 giugno, e annunciato l’ultima parte della Selezione Ufficiale, quella dei lungometraggi.

Desidero ricordare lo stato d’animo con cui abbiamo lavorato in questi ultimi mesi. Ritengo avessimo molto a cuore che ci saremmo finalmente ritrovati, pienamente e totalmente, rinnovando lo spirito di questo festival che è basato sugli incontri e sulla condivisione, per fare di nuovo vibrare le sale cinematografiche. Abbiamo pensato questa edizione affinché si tratti di un vero e proprio fuoco d’artificio di creatività poliforme, per affermare ancora una volta l’esplosività di un cinema di cui noi siamo gli orgogliosi vassalli.
Mickael Marin

La selezione 2022 del Festival si dimostra diversificata e sorprendente, a testimoniare la vitalità del cinema di animazione e l’eccezionale sviluppo della produzione internazionale nel corso degli ultimi anni. La qualità e la quantità sono tali farci sentire allo stretto anche nel più grande festival d’animazione del mondo!”
Marcel Jean

 

La selezione ha rappresentato un’enorme sfida tanta era la qualità presente! Su un centinaio di lungometraggi iscritti, dieci sono stati selezionati dalle giurie per la competizione ufficiale:

Charlotte / Eric WARIN, Tahir RANA
Produzione : JANUARY FILMS, WALKING THE DOG – WTD, LES PRODUCTIONS BALTHAZAR (Belgio, Canada, Francia)

La vita troppo breve della pittrice ebrea tedesca Charlotte Salomon, morta ad Auschwitz all’età di 2 anni, ci viene narrata in questa pellicola toccante che permette al contempo di scoprire un temperamento artistico eccezionale portato via dal vortice della Storia.

Goodbye, DonGlees! / Atsuko ISHIZUKA
Produzione : KADOKAWA PICTURES (Giappone)

Uscito in Giappone lo scorso febbrario, il film è al contempo una storia di amicizia e un racconto di formazione. Buffo, commovente, dalla parte della natura, piacerà agli amanti degli anime.”

“Interdit aux chiens et aux Italiens” / Alain UGHETTO
Produzione: LES FILMS DU TAMBOUR DE SOIE (Francia, Italia)

Jasmine era stata una rivelazione al Festival di Annecy del 2013. Quasi dieci anni dopo, Alain Ughetto fa ritorno sul lago con un film che pesca di nuovo nella memoria autobiografia, e nel quale il dispositivo narrativo si basa ancor più sulla messa in scena dei meccanismi di produzione del film. Il Festival di Annecy è felice di riaccogliere questo autore che si vorrebbe assai più prolifico.”

“Le Petit Nicolas – Qu’est-ce qu’on attend pour être heureux?” / Amandine FREDON, Benjamin MASSOUBRE
Produzione : BIDIBUL PRODUCTIONS, ONYX FILMS (Francia, Lussemburgo)

Riprodurre in animazione il tratto di Sempé aggiungendo colore ai disegni dell’artista rappresentava già una sfida di per sé. Sfida raccolta da una équipe talentuosa che non ha mai scelto la via più semplice e che ci permette di ritrovare la verve di Goscinny così come la morbidezza di Sempé. Un grande film popolare che, è la nostra speranza, costituirà un ponte tra le generazioni.”

Misaki no Mayoiga / Shinya KAWATSURA
Produzione: DAVID PRODUCTION (Giappone)

Curato adattamento di un romanzo di Sachiko Kashiwaba, questo lungometraggio riaccende le luci sul tragico terremoto del 2011 e sul devastante tsunami successivo. Se la struttura del film può sembrare classica nei primi minuti, successivamente si rivela piena di sorprese con segmenti che flirtano con la sperimentazione.

My Love Affair with Marriage / Signe BAUMANE
Produzione : THE MARRIAGE PROJECT, LOCOMOTIVE PRODUCTION, ANTEVITA FILMS (Stati Uniti, Lettonia, Lussemburgo)

Una delle grandi voci dell’animazione femminista contemporanea, Signe Baumane presenta qui il suo secondo lungometraggio che persegue un cammino al contempo unico e coerente. Buffo e intimista, senza contare l’allegria che comunicano le canzoni che costellano il racconto.

Nayola / José Miguel RIBEIRO
Produzione : PRAÇA FILMES (Portogallo, Belgio, Olanda, Francia)

Politico et sociale, José Miguel Ribeiro si immerge nella storia dell’Angola per raccontare il destino di tre donne esponenti alla stessa famiglia, omaggio alle lotte delle coraggiose angolane le cui vite sono state spesso segnate dalla violenza della Storia. Il riuscitissimo passaggio al lungometraggio di un autore assai rinomato.”

Saules aveugles, femme endormie / Pierre FOLDES
Produzione : MIYU PRODUCTIONS, CINÉMA DEFACTO (Francia, Lussemburgo, Canada.)

Forse il lungometraggio animato più atteso dell’anno! Adattamento libero di alcuni racconti di Haruki Murakami, un film assai singolare, la cui struttura rispetta il carattere dei racconti cui si è ispirato il cineasta.”

L’Île / Anca DAMIAN
Produzione : APARTE FILM (Romania, Francia, Belgio)

“Nel suo stile unico e sempre sorprendente, Anca Damian, vincitrice del Cristallo di Annecy nel 2012, rivisita liberamente il mito di Robinson Crusoe, offrendo agli spettatori un tuffo nel suo universo rutilante.”

Unicorn Wars / Alberto VAZQUEZ
Production : ABANO PRODUCIÓNS, UNIKO ESTUDIO CREATIVO, AUTOUR DE MINUIT, SCHMUBY PRODUCTIONS (Spagna, Francia)

“Prolifico e barocco, lo spagnolo Alberto Vazquez ci regala il suo secondo lungometraggio, che sbalordisce per l’opulenza visiva, per la generosa messa in scena e per la sua originalità. Un piacere per gli occhi e per lo spirito!

I 10 lungometraggi della sezione Controcampo in competizione:

Aurora’s Sunrise / Inna SAHAKYAN
Produzione : GEBRÜDER BEETZ FILMPRODUKTION, BARS MEDIA, ARTBOX LAISVALAIKIO KLUBAS, VS! (Germania, Armenia, Lituania)

“In questo documentario animato messo in scena da Inna Sahakya, la star del cinema muto Aurora Mardiganian riprende vita per raccontare il genocidio a cui è sopravvissuta. Un’opera che trova la propria rotta in mezzo alle burrasche della Storia.”

Home Is Somewhere Else / Carlos HAGERMAN, Jorge VILLALOBOS
Produzione: BRINCA ANIMATION STUDIO, SHINE GLOBAL (Stati Uniti, Messico)

“Un altro documentario animato, questa volta incentrato sui sogni e sul destino dei giovani messicani che migrano verso gli Stati Uniti. Tre storie raccontate in altrettanti stili e tecniche differenti, per un’opera di scottante attualità:”

Khamsa – Le Puits de l’oubli / Khaled CHIHEB
Produzione : D-CLIK (Algeria)

“Che gioia accogliere per la prima volta un lungometraggio algerino in questa competizione! Lento, contemplativo, quasi esoterico, Khamsa fa talvolta pensare a Laloux, altre al Laguionie di “Gwen”… Alla fine, il risultato è squisitamente personale e lasica sperare in un luminoso domani per l’animazione magrebina.”

L’Autre Forme (La otra forma) / Diego GUZMAN
Produzione: HIERRO ANIMACIÓN, SMITH & SMITH (Colombia)

“E’ al colombiano Diego Cuzman che spetta l’onore di rappresentare l’America Latina nella sezione Controcampo di quest’anno. Ci offre un’opera di anticipazione, senza dialoghi, un viaggio intrigante all’interno di un universo allucinato.”

Les Démons d’argile (Os demónios do meu avô) / Nuno BEATO
Produzione : SARDINHA EM LATA, MARMITAFILMS, CARETOS FILM (Spagna, Francia, Portogallo)

“Autentico tuffo nel romanzo famigliare, questo film sorprende per il suo mutare da una tecnica all’altra, e per lo spessore con cui sa trattare il discorso sulle radici e il loro impatto sui nostri legami sociali.

Pléthore de nords (Ikuta no Kita) / Koji YAMAMURA
Produzione : YAMAMURA ANIMATION, MIYU PRODUCTIONS (Francia, Giappone)

Habitué del Festival, Koji Yamamura si presenta con un primo lungometraggio contemplativo ed enigmatico, che suscita una lenta fascinazione man mano che l’accurato grafismo si rivela in tutta la sua sottigliezza.” Un film tutto da scoprire.”

Quantum Cowboys, de Geoff MARSLETT
Produzione : FIT VIA VI (Stati Uniti)

“Un western alquanto bizzarro, in cui il regista fa uso della rotoscopia e introduce gli elementi del viaggio nel tempo. Una sorpresa agli occhi dei selezionatori, che hanno voluto condividerla con il pubblico festivaliero.”

Silver Bird and Rainbow Fish / Lei LEI
Produzione : C RAY STUDIO, CHINESE SHADOWS (Stati Uniti, Olanda)

“L’artista cinese Lei Lei ritorna con questo lungometraggio in cui esplora il proprio passato famigliare, componendo una sorta di grande collage surrealista tempestato di referimenti alla pop art. Una delle pellicole più singolari della selezione 2022.”

Tae-il-i (Chun Tae-il: A Flame That Lives On) / Jun-pyo HONG Production : MYUNG FILMS (Corea del Sud)

“Un film che ci trasporta nel cuore delle lotte salariali sostenute dai lavoratori tessili di Seoul. Di fattura classica, questo toccante dramma sociale si basa sulla vera storia di una delle figure più emblematiche del movimento operaio.”

Yaya e Lennie – The Walking Liberty / Alessandro RAK
Produzione : MAD ENTERTAINMENT SPA (Italia)

“Per la sua terza partecipazione in concorso ad Annecy, l’italiano Alessandro Rak ci offre una favola ecologica e fantascientifica. Yaya e Lennie trasporta temi e personaggi del romanzo “Uomini e topi” di Steinbeck in un contesto post apocalittico.”

La conferenza è stata anche l’occasione di ricordare che il film di apertura del Festival sarà “Minions 2-Come Gru diventa Cattivissimo“, e di annunciare:

l’anteprima mondiale del nuovo film di Michel Ocelot, “Le Pharaon, le Sauvage et la Princesse: l’artista francese verrà insignito del Cristallo d’Onore alla carriera nel corso di una serata-evento.

– l’anteprima del nuovo film del brasiliano Ale Abreu (Il bambino che scoprì il mondo): “Perlimps”.

le prime immagini di “Spider-Man: Across the Spider-Verse (Part One)”, realizzato da Joaquim Dos Santos, Kemp Powers et Justin K. Thompson ;

le prime immagini del film “Il Gatto con gli Stivali 2-L’ultimo desiderio” (DreamWorks), diretto da Joel Crawford

le prime immagini di “Ernest et Célestine- Voyage en Charabie“, di Jean-Christophe Roger et Julien Chheng du Studio Folivari ;

anteprima del lungometraggio “Les Secrets de mon père” de Véra Belmont;

– un tuffo nell’universo di “Strange World” (Disney Animation Studios) in occasione della consegna del Cristallo d’Onore a Jennifer Lee, direttrice creagtiva degli Studios, regista premio Oscar e sceneggiatrice di “Frozen” 1 e 2.

proiezione in anteprima di “Lightyear- La vera storia di Buzz” (Disney/Pixar) alla presenza del regista Angus MacLane e della produttrice Galyn Susman

– anteprima di “The Sea Beast”, diretto da Chris Miller per Netflix Animation.

E tanto, tanto altro da scoprire nel programma ora disponibile on line (la biglietteria on line aprirà a breve).


Scopri di più da afNews

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Questo articolo è stato inserito da: