UltraMe

Anonima Fumetti presenta:
Click qui
(www.ultrame.it)
per andare subito su UltraMe a tutta pagina!

Accipicchia, che rivista! In linea e gratuita! Strana, da esplorare… Ci sono fumetti… e altro. Fai click qui www.ultrame.it per vederla a tutto schermo. ANONIMA LOGO copiaOppure fai click sulla copertina qui sotto e parti per nuove avventure! Oppure leggile qui sotto, più avanti, scorrendole col mouse all’interno o facendoci click sopra, a seconda dei casi. [Tutti i materiali, testi e grafica, possono essere utilizzati per fare articoli su UltraMe. Per contatti: segreteria@anonimafumetti.org – Più sotto il comunicato stampa ufficiale, foto e immagini.]
Le entità di questa iniziativa sono: Anonima Fumetti, Telecom Italia, Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, con il contributo di Regione Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo, e la media partnership di afNews.info.

UltraMe2-a

Tweet: #UltraMe da Anonima Fumetti con Telecom Italia e Accademia Albertina - http://ctt.ec/9BV1p+ - @telecomitaliaTw

#UltraMe – Torino, 3 aprile 2014: UltraMe è un fumetto online creato da Anonima Fumetti con Telecom Italia e Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, e con il contributo di Regione Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo. Il fumetto è uno strumento di comunicazione altamente coinvolgente che può beneficiare del web in modi ancora tutti da scoprire. UltraMe sperimenta le possibilità nuove e dirompenti che nascono dall’accostare giovani creativi, fumettisti di professione ed esperti di comunicazione e tecnologie web.

Telecom Italia cura la pubblicazione dei contenuti con Anonima Fumetti – l’Associazione Italiana Professionisti del Fumetto – valorizzando il proprio know-how nel campo di comunicazione, tecnologie web, contenuti multimediali, e-learning e modelli di formazione e apprendimento. Il materiale artistico è prodotto da giovani laureandi dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino e da professionisti del fumetto. I curatori sono Nico Vassallo (Anonima Fumetti) e Valentina Rivoira (Telecom Italia).

UltraMe vuole essere soprattutto un’esperienza estetica, una lettura e una visione che ne facciano desiderare altre. I lettori sperimenteranno anche un nuovo metodo didattico, che racconta luoghi e personaggi storici mentre seguono le avventure appassionanti di ragazzini impavidi, secondo percorsi personalizzati. L’iniziativa infatti vuole contribuire alla definizione di linguaggi, sintassi e strumenti per una didattica che sappia trarre il meglio dalle tecnologie ICT.

Alberto Arato, Presidente di Anonima Fumetti, nonché Insegnante di Italiano nella Scuola Secondaria di Poirino (TO) e collaboratore del MIUR per l’aggiornamento degli insegnanti: “In UltraMe le nuove tecnologie permettono di trasformare il lettore da utente passivo ad utente attivo, insegnandogli che può diventare parte integrante della storia. Gli e-comics possono integrare la didattica tradizionale per una generazione di nativi digitali che usano quotidianamente e con estrema semplicità tablet e smartphone.”

Pierpaolo Rovero, Professore di ‘Arte del Fumetto’ all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino: “UltraMe è una sfida per parlare col linguaggio della contemporaneità, una forma per concepire nuove narrazioni. Il fumetto del futuro esce dalla carta, per essere letto al computer e sul cellulare. UltraMe rappresenta un dialogo molto contemporaneo, che va oltre la multimedialità: i linguaggi si fondono per generare un’unica esperienza estetica. Il lavoro artistico diventa lavoro di squadra, dove ci sono tecnici e artisti… molto innovativo per il concetto europeo dell’autore isolato.”

UltraMe contiene tre serie principali e alcuni materiali extra che popolano i mondi ‘Kombat’, dove il tema è il conflitto, e ‘Sogni’, centrato sui sentimenti.

  1. Tellurians: avventure di alcuni ragazzi ambientate in contesti di rilievo storico e culturale – la prima è nel Castello della Manta. Questa serie prevede più percorsi di lettura: la storia si biforca in più punti, a seconda delle inclinazioni del lettore. La scelta non è evidente, ma la si scopre poco a poco, magari parlando con chi ha letto una storia diversa.
  2. The Sportsmen: le avventure di 5 pentathleti che difendono il Sacro Fuoco Olimpico dai Marketeers, biechi figuri senza volto che vogliono impadronirsene per trasformarlo in fonte di denaro. Le Medaglie di Kronos permettono ai 5 ragazzi di viaggiare nel tempo, senza superpoteri se non quelli che derivano dai continui allenamenti – ciascuno è specialista in uno dei 5 sport del Pentathlon (nuoto, corsa, tiro con la pistola, scherma, equitazione), la disciplina olimpica ideata da Pierre De Cubertin immaginando il soldato perfetto.
  3. Fine della Storia: avventure di una compagnia di teatranti che girano il Piemonte con le loro pièce. E’ ispirata a ‘Piemonte dal Vivo’, circuito di oltre 200 teatri promosso da Regione Piemonte. Offre l’occasione di parlare delle località storiche dove si tengono gli spettacoli e di personaggi e autori teatrali.

http://ultrame.it

http://telecomitalia.com/ultrame

ultrame@telecomitalia.it

#UltraMe sui canali social di Telecom Italia – Telecom Italia Group – @telecomitaliaTw – e dei partner

http://www.afnews.info/wordpress/speciali/ultrame/

Pierpaolo Rovero - foto Goria
Pierpaolo Rovero – foto Gianfranco Goria
AlbertoArato - fotoGoria
Alberto Arato – foto Gianfranco Goria

s_layer_0 1-sportsmen 1-finedellastoria1-tellurians2-tellurians

I commenti sono chiusi.