afNews: Cinema

L’immagine mancante. La meraviglia di un film a pupazzi non animati.

1 l-image-manquante

Viene distribuito in questo periodo nei cinema il film a pupazzi non animati ‘L’immagine mancante’. Una produzione franco/cambogiana del 2013 sceneggiata e diretta dal regista Rithy Panh.

Cos’è questo film a pupazzi non animati? Il tentativo estremo del regista di trovare un’immagine del suo paese durante il regime di Pol Pot. Non quelle della propaganda che il regime fece all’epoca, ma delle immagini dei campi di rieducazione com’erano in realtà, come li ha vissuti lui che dai nove ai tredici anni ci fu internato con tutta la famiglia.

Ma tra filmati di propaganda fatti per fare apparire tutto perfetto la realtà non si scorge che per pochi attimi e di tutto quello fatto in quel periodo sono rimasti solo rovine e cadaveri.

Delle mani iniziano a scolpire e dipingere la statuetta di un uomo in camicia sorridente. “Quest’uomo è mio padre” dice una voce narrante. Seguono la madre, i fratelli, le sorelle i parenti, la casa e tutto il quartiere com’era prima della “rivoluzione”. Un diorama che ricostruisce una vita felice dove si studiava e si stava insieme. Solo statuine ferme e riprese da varie angolazioni mentre la storia va avanti.0 L-Image-Manquante-Extrait-1-VOST_reference

I diorami si susseguono contrastando per la loro crudezza con le immagini dei filmati di propaganda dove si lavora sorridendo parlando di grandi sacrifici per un futuro collettivo migliore. Il regista ricrea scene che vide all’epoca e dice di “rivedere” spesso. Come la morte del padre, che non potendo sopportare la situazione decide di lasciarsi morire di fame annunciandolo chiaramente alla famiglia con una dignità incredibile. Seguono a questo la morte dei fratelli, delle sorelle e della madre. Per sopravvivere il bambino torna continuamente ai ricordi della sua infanzia. La missione Apollo gli permettono ancora di sognare volando con l’immaginazione oltre i campi dove viene mandato consentendogli di sopportare anche il lavoro in un ospedale da campo dove non guarisce nessuno.0 unveil-themissingpic-1080p5B23-55-0_zpsa18a5bf2

1 Limage_manquante_LGSi ripetono gli slogan del regime e in alcuni casi il regista commenta aspramente sia chi all’epoca in occidente aveva simpatie per i Khmer Rossi sia chi oggi sostiene che la mentalità buddista abbia fatto accettare la situazione a chi la subiva. Ma come puoi ribellarti quando ti tolgono tutto e vivi nella fame?0 l'im untitled

Un film stupefacente. Il regista non parla della sua fuga dalla Cambogia in Thailandia e Francia. Ma racconta di aver tentato di dimenticare il suo paese, la lingua, la cultura. Ma alla fine i ricordi della sua infanzia felice tornavano, non lo abbandonavano.

Parla anche delle ingiustizie che alimentarono l’adesione ai Khmer rossi prima della “rivoluzione” e di quanto i bombardamenti fatti dai paesi occidentali abbiano spinto molti cambogiani a sostenere Pol Pot.1 HTFile

Presentato nel concorso documentari internazionali al Torino Film Festival 2013 è stato riproiettato anche nella 32° edizione del Torino Film Festival il 30 novembre 2014 nel ‘Cinema Classico’ (dove viene ancora proiettato), alla presenza del regista (chi scrive è molto addolorato di avere perso l’avvenimanto).

Se potete andate a vederlo.

 

Post pubblicato 6 ore fa alle 20:54, sabato 20 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Cenerentola: il trailer italiano

cinderella_payoff_italy

CENERENTOLA

IL NUOVO TRAILER DELL’ATTESISSIMO

FILM DISNEY LIVE ACTION

Diretto dal regista candidato all’Oscar® Kenneth Branagh,

il sogno diventerà realtà nelle sale italiane dal 12 marzo 2015

Una delle principesse più amate di sempre, icona della magia Disney, torna al cinema in una nuova versione live action: diretto dal regista candidato all’Oscar® Kenneth Branagh e ispirato alla favola classica, il nuovo film Cenerentola dà vita alle immagini senza tempo del capolavoro d’animazione Disney del 1950.

 Cenerentola – Trailer ufficiale in italiano

http://youtu.be/uPARjcBLi6w

“Non appena Disney mi ha contattato per questo progetto, ho riletto la fiaba e mi sono ricordato quanto fosse straordinariamente potente” racconta il regista Kenneth Branagh (Thor, Hamlet). “Avere la possibilità di dirigere Cenerentola per la Disney nel XXI secolo significa raccontare un mito che ha resistito nel corso dei secoli.”

La storia, che ha fatto sognare generazioni di fanciulle, sarà nelle sale italiane dal 12 marzo 2015, interpretata da un cast stellare: la giovane e affascinante Lily James è Cenerentola mentre il celebre attore Richard Madden, reduce dal grande successo televisivo, è il Principe Azzurro; l’attrice premio Oscar Cate Blanchett è un’affascinante e determinata matrigna e Helena Bonham Carter veste i panni di un’amorevole, divertente e assolutamente provvidenziale Fata Madrina.

Cenerentola è prodotto da Simon Kinberg (X-Men – Giorni di un futuro passato, Elysium), Allison Shearmur (Hunger Games: La ragazza di fuoco) e David Barron (Harry Potter e i doni della morte), mentre la sceneggiatura è di Chris Weitz (About a Boy – Un ragazzo, La bussola d’oro). 

Il film

Il nuovo film Disney Cenerentola racconta le vicende di una giovane ragazza (Lily James) figlia di un mercante. Dopo la morte di sua madre, suo padre si risposa e lei, per dimostrargli il suo affetto, accoglie in casa la matrigna (Cate Blanchett) e le sue figlie, Anastasia (Holliday Grainger) e Genoveffa (Sophie McShera). Ma quando improvvisamente suo padre muore, Cenerentola si ritrova alla mercé di tre donne gelose e malvage. Relegata alla stregua di una serva coperta di cenere e stracci, Cenerentola potrebbe facilmente perdere ogni speranza. Invece, nonostante le crudeltà di cui è vittima, desidera solo onorare le parole pronunciate da sua madre sul letto di morte, che le raccomandava di “avere coraggio ed essere gentile”. La giovane fanciulla non intende disperarsi né disprezzare chi la maltratta. E poi c’è l’affascinante straniero che incontra nel bosco. Senza sapere che si tratta di un principe, e non di un semplice apprendista del Palazzo Reale, Cenerentola sente di aver incontrato la sua anima gemella. E quando i reali invitano tutte le fanciulle del regno a partecipare a un ballo, spera che il suo destino stia finalmente per cambiare e di poter nuovamente incontrare l’affascinante principe (Richard Madden). Purtroppo la sua matrigna le proibisce di andare al ballo, strappandole l’abito che avrebbe dovuto indossare. Ma come in tutte le favole che si rispettino, qualcuno accorre in aiuto: una gentile mendicante (Helena Bonham Carter) si fa avanti e, con una zucca e qualche topolino, cambierà per sempre la vita di Cenerentola.

 

Post pubblicato 1 giorno fa alle 16:57, venerdì 19 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

A gennaio largo ai folletti di George Lucas

strange_magic_xlg

Strange Magic, nuovo film d’animazione in 3D/CGI prodotto da George Lucas e Disney Animation, e diretto dal talento ‘scuola Pixar‘ Gary Rydstrom, uscirà nelle sale il 23 gennaio 2015. Il trailer è già disponibile qui.

Strange Magic

Post pubblicato 2 giorni fa alle 15:23, giovedì 18 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

DIALOGHI IN CORSO: graphic novel Gian Maria Volonté

gianmariavolonte

Museo Nazionale del Cinema, Torino, Bibliomediateca
18 dicembre 2014, ore 20.30 – www.museocinema.it

Per DIALOGHI IN CORSO presentazione della graphic novel Gian Maria Volonté di Gianluigi Pucciarelli, Paolo Castaldi e Giuseppe Morici, Becco Giallo Editore 2014.

Grandissimo attore tra i più versatili della storia della nostra cinematografia e simbolo del cinema di impegno civile e di lotta politica, Gian Maria Volonté viene raccontato dalle parole di Gianluigi Pucciarelli e dai disegni di Paolo Castaldi, attraverso una carrellata di personaggi che ha interpretato, una cavalcata onirica in cui realtà e finzione si fondono e mescolano di continuo, per fornirci una riflessione su un modo di essere attore probabilmente sempre più raro.

Alcune tavole del volume saranno esposte la sera dell’incontro. Con gli autori intervengono: Andrea Bettinetti (regista), Mirko Capozzoli (montatore), Alejandro De La Fuente (sceneggiatore e produttore) e Giuseppe Morici (colorista).

Modera: Paola Bortolaso (MNC).

A seguire proiezione del documentario Indagine su un cittadino di nome Volonté di Andrea Bettinetti, Italia 2007, 58’, col.

Andrea Bettinetti

Indagine su un cittadino di nome Volonté

(Italia 2007, 58’, colore)

Un ritratto inedito del grande attore: Gian Maria Volonté. Un uomo integro, politicamente impegnato, lontano da compromessi. Un maestro della recitazione eccezionale nel dare voce a personaggi realmente esistiti. Lavorò con i grandi registi del cinema impegnato italiano, da Elio Petri a Francesco Rosi, da Giuliano Montaldo a Paolo e Vittorio Taviani.

Collezionò numerosi premi, compreso il Felix come miglior attore europeo a Glasgow nel 1990. Ma Volonté non era soltanto questo. Dietro l’attore straordinario si nascondeva un uomo impulsivo, metodico, creativo ma anche fragile, segnato da un passato famigliare tragico. Un uomo che non si è mai risparmiato, esponendosi sempre in prima persona, nella sua professione come nella vita privata.

“Indagine su un cittadino di nome Volonté”, racconta per la prima volta l’uomo Volonté attraverso materiali esclusivi e inediti e le testimonianze di Angelica Ippolito, Giovanna Gravina e del cugino Franco Volonté. Francesco Rosi e Giuliano Montaldo, insieme agli attori Ennio Fantastichini e Fabrizio Gifuni tratteggiano le straordinarie capacità di Volonté attore, mentre l’agente Fausto Ferzetti, con cui lavorò a lungo, ci fornisce importanti tasselli per capire le sue scelte professionali.

Regia: Andrea Bettinetti; Sceneggiatura: Alejandro de la Fuente, Nicoletta Polledro; Collaborazione alla sceneggiatura: Mirko Capozzoli, Fabrizio Gifuni; Fotografia: Pierluigi Laffi; Montaggio: Marco Tagliabue; Musica: Dan Solo; Suono: Umberto Rubeo, Simone Bocchino; Produzione: Atacama Film.

gianmariavolonte2

Post pubblicato 3 giorni fa alle 11:34, giovedì 18 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Ecco il making of di Benoît Brisefer!

 Screenshot 2014-12-13 16.40.12

Il 17 dicembre arriva sul grande schermo Poldino Spaccaferro (Benoît Brisefer), l’eroe bambino creato da Peyo (l’autore dei Puffi). Ve ne avevamo parlato su afNews a suo tempo diffusamente, ricordate (click qui: ci sono un sacco di altre belle immagini e i fumetti, anche in italiano!)? Quel bambino fortissimo, che può fare salti enormi, ma perde tutti i poteri quando ha il raffreddore… In Italia lo pubblicava il Corriere dei Piccoli. Ora è il momento di vederlo al cinema! Di sicuro piace anche ai nostri bambini, eh sì! Ma… esce anche in Italia? Con questo dubbio in mente, godetevi i video del making of e il trailer.

 

 Avete guardato le immagini? Poldino legge Poldino, nella pause tra le riprese? Eh… no. Legge…

Post pubblicato 1 settimana fa alle 17:08, sabato 13 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Ballerina: il sogno della danza diventa 3D

La francese Gaumont, la più antica casa di produzione cinematografica in attività, sta producendo in collaborazione con i connazionali di Quad Productions (‘Gli Intoccabili’) e la canadese Caramel Films un nuovo film in animazione 3D/CGI dal titolo (provvisorio?) ‘Ballerina’.

522323-realise-eric-warin-eric-summer

Il film, ambientato nella Francia del 1884, segue le vicende di un’orfana adolescente, Félicie, originaria della Normandia, che sogna di danzare al Teatro dell’Opera di Parigi. Insieme all’amico Corentin fuggirà dall’istituto di accoglienza per raggiungere la capitale e provare a realizzare le proprie aspirazioni.

Alla regia il duo canadese composto da Eric Warin ed Eric Summer, mentre ad occuparsi della produzione saranno Nicolas Duval, Laurent Zeitoun e Yann Zenou con un budget a disposizione di circa 30 milioni di dollari.

Per doppiare la protagonista è già stata ‘arruolata’ la giovanissima attrice americana Elle Fanning (il film uscirà in lingua inglese), sorella della più celebre Dakota ma già apprezzata interprete cinematografica.

Il celebre ballerino e coreografo Benjamin Millepied, marito dell’attrice premio Oscar Natalie Portman (che conobbe proprio sul set del film ‘Black Swan’ di Darren Aronofski, ambientato nel mondo della danza classica) è stato ingaggiato come consulente per ricreare i complessi movimenti dei danzatori e lui stesso verrà ripreso tramite la tecnologia della ‘motion capture'; Bruno Coulais, autore delle incantevoli musiche dei film d’animazione ‘Secret of Kells’ e ‘Song of the Sea’ diretti dall’irlandese Tomm Moore, realizzerà la colonna sonora.

Lo studio francese specializzato in effetti speciali 3D Digital District si è già trasferito a Montreal (Québec) per ottimizzare la produzione in collaborazione con l’Atelier Animation, giovane e brillante realtà canadese cui si deve la bella caratterizzazione della protagonista che potete ammirare a corredo del post.

Ballerina‘ è la prima produzione ad alto budget in campo animato di Gaumont, e l’intento dichiarato sarebbe provare a rivaleggiare con i blockbusters per famiglie targati Hollywood: i ‘valori’ di riferimento sono infatti tipicamente disneiani, dalla tenacia nel perseguire i propri sogni all’importanza dell’amicizia e degli affetti. Con la città di Parigi chiamata a ricoprire un ruolo attivo di co-protagonista, ça va sans dire!

L’uscita prevista dovrebbe coincidere con le festività natalizie del 2016.

 1023092-l-atelier-animation-taps-pipelinefx-s-qube-ballerina-pipeline

Post pubblicato 1 settimana fa alle 9:00, venerdì 12 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.