Archivi categoria: Cinema

Il costume del Ragazzo Invisibile di Salvatores

ragazzo-invisibile-costume-wpcf_400x225

“«Ultimamente mi vengono a cercare storie che riguardano l’adolescenza, quel momento di straordinario cambiamento in cui ci si sente trasparenti di fronte agli altri oppure troppo ingombranti e si vorrebbe avere il superpotere di scomparire» Gabriele Salvatores…”
Leggi il post completo su Movie for Kids http://ift.tt/1qQyBQG
Leggi tutto su film e fumetto: click qui.
Vedi le immagini del film: click qui.

Top Cat… origins

“Mexican animation producer Anima Estudios has announced production on ‘Top Cat Begins,’ a sequel to its 2011 hit ‘Top Cat: The Movie’. Both are based on the early-Sixties Hanna-Barbera TV cartoon character designed by Ed Benedict. – “It’s not a sequel but rather a companion piece to the first Top Cat, and will be in CGI, not 2D like the original,” [full post here]

top-cat-begins

Lucy, film e fumetto

lucy_graphic_novel_001

“Negli Stati Uniti se ne è parlato moltissimo, anche perchè l’anticonvenzionale supereroina protagonista del film in questione ha battuto al box office persino l’Hercules di The Rock: stiamo parlando di Lucy, il nuovo action movie di Luc Besson che vede protagonista Scarlett Johansson. In Italia il film uscirà il 25 settembre, e in attesa di quella data, vi presentiamo in esclusiva per Yahoo Cinemala prima e la seconda parte della graphic novel interattiva creata dalla Universal: ecco le prime immagini in anteprima!…” Articolo completo su YahooCinema: click qui. Altro articolo su FantasyMagazine: click qui.

La tua bicicletta ha un’anima?

Click per info!
Click per info!

Le vie della fantasia sono davvero infinite! Dalla narrativa all’illustrazione, dalla musica all’enigmistica, dal fumetto al cinema! Idee, fantasticherie, fiabe, mysteri, dotte elucubrazioni e gioiose filosofie… in una parola Storie prendono vita e via ad ogni bimbobicinanosecondo e vanno ad aumentar la popolazione dell’Immaginario! La vostra bicicletta ha un’anima? Scommetto che non ci avete mai pensato (o forse sì?), ma se non vi è (ancora) capitato di riflettere sull’autocoscienza del vostro velocipede favorito ci hanno pensato un gruppo di pazzerelloni creativi in quel di Padova!

(…) Al via la preparazione del cortometraggio padovano Questa non è una bicicletta patrocinato da FIAB – Federazione Italiana Amici dellaAcrobatica Bicicletta. La campagna di crowdfunding lanciata dalla produzione raggiunge le capitali bike-friendly europee da Londra a Berlino. Ora tocca a Padova fare la sua parte.

Una bici alquanto speciale è la protagonista di Questa non è una bicicletta, cortometraggio ambientato a Padova, che trae ispirazione dal legame particolare unisce ogni proprietario al suo fido mezzo di trasporto a due ruote. Scritto da Mariachiara Manci, vincitrice del V Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador nella sezione Corto 86, e diretto da Martina Acazi, formatasi alla Wildlife Film Academy del Sud Africa, entrambe emergenti padovane under 30, il film racconta la storia curiosa e surreale di Silvia, studentessa Draisinauniversitaria che, insospettita da strani avvenimenti, inizia a pensare che la sua bicicletta potrebbe avere un’anima. (…)

Gli amanti della bicicletta e del cinema possono seguire da vicino l’evoluzione della produzione cinematografica attraverso la pagina Facebook www.facebook.com/questanoneunabicicletta ed il sito www.questanoneunabicicletta.it.

La ‘canzone del mare’ di Tomm Moore è già un successo

song_of_the_sea-618x400

A quanto pare la banda di Cartoon Saloon, capitanata da Tomm ‘Secret of Kells’ Moore ha colpito ancora: la prima mondiale della loro ultima, attesissima fatica, ‘Song of the Sea’, presentata all’ultimo Toronto International Film Festival è stata un grande successo, almeno a giudicare dai commenti circolanti sui social networks e soprattutto leggendo alcune delle prime recensioni. Ve ne segnaliamo un paio che hanno colpito gli autori stessi del film, qui e qui, sperando che ‘Song of the Sea’ trovi presto una distribuzione in Italia, magari portando con sé anche quel piccolo capolavoro che è ‘The  Secret of Kells’ … senza dimenticare che Tomm Moore è tuttora impegnato nella regia di uno degli episodi di ‘The Prophet’, il kolossal animato prodotto da Salma Hayek che tenterà di trasporre al cinema il libro-culto del poeta-filosofo libanese Khalil Gibran.

SongOfTheSea-thumb-630xauto-50390

La Sony prepara un ‘agnello’ natalizio

Secondo un report su The Wrap, Sony Pictures Animation starebbe sviluppando il progetto di un film ispirato alla storia della Natività, dal titolo ‘The Lamb‘ (l’agnello).

Affidato per la produzione a DeVon Franklin, tramite la sua nuova compagnia Franklin Entertainment, e basato su un’idea originale di Tom Sheridan, il lungometraggio vedrebbe un ‘cast’ composto da soli animali; la supervisione per conto di Sony sarà guidata da Michelle Raimo Kouyate, Jenny Marchick e Daniel Inkeles. 

Diplomato all’UCLA’s MFA Screenwriting Program, Tom Sheridan ha scritto ‘The Honey Bee’s’ per Nickelodeon, e sta collaborando con Paramount Animation e Universal.

Sony-Pictures-Animation-post

 

Dragon Trainer 3 slitta al 2017

dragon-trainer-2-featuretteDreamWorks ha annunciato ieri che la data di uscita del terzo capitolo della fortunata saga ‘Dragon Trainer’ verrà posticipata al 9 giugno 2017, senza specificarne la ragione. In origine, ‘Dragon Trainer 3′ era stato previsto per il 17 giugno 2016.

Forse, la decisione deriva dalla concomitante uscita in sala, nel 2016, dell’attesissimo sequel di ‘Alla ricerca di Nemo‘ della Pixar, ovvero ‘Finding Dory’, e dal lancio di ‘The Croods 2′ da parte di Dreamworks alla fine del 2017.

‘Frozen Fever’, spring 2015

Durante lo special tv andato in onda ieri sera su ABC, Walt Disney Animation Studios ha annunciato il ritorno sul grande schermo degli eroi del suo blockbuster ‘Frozen‘: Elsa, Anna, Kristoff e il pupazzo di neve Olaf saranno ancora protagonisti in un corto animato che uscirà nella primavera del 2015, presumibilmente in abbinamento a qualche nuovo lungometraggio Disney.

Diretto da Jennifer Lee e Chris Buck, prodotto da Peter Del Vecho,  il film avrà una nuova canzone originale composta da Robert Lopez e Kristen Anderson-Lopez; il titolo (provvisorio) dovrebbe essere ‘Frozen Fever’ e la trama vede Elsa e Kristoff intenti a organizzare la miglior festa di compleanno possibile per Anna, anche se i ‘gelidi’ poteri della prima rischieranno di mettere non poco a repentaglio la riuscita dei loro piani.

5-disney-frozen-wallpaper_preview-620x350

‘Leonardo 3D’ degli Alcuni: ecco la trama

 Riceviamo:

“Martedì 2 settembre dalle 11 alle 12.30 al Lido, presso lo spazio della Regione del Veneto dell’Hotel Excelsior, il regista Sergio Manfio e il produttore esecutivo di Gruppo Alcuni Francesco Manfio presentano il lungometraggio ‘Leonardo, che porterà sul grande schermo le avventure di un personaggio affascinante come quello del giovane genio di Vinci e dei suoi amici, e le straordinarie prime scene in animazione.

Il film è coprodotto con la società polacca Warsaw Movie Home Sp.z.o.o che crede molto in questa partnership, considerata la grande esperienza nel campo produttivo di Gruppo Alcuni e anche le potenzialità di un personaggio conosciuto in tutto il mondo come quello di Leonardo.

   Leonardo_nuovo film di Gruppo Alcuni

Tra i protagonisti del film ritroveremo i personaggi della serie TV (andata in onda con successo su Rai 2 e Rai YoYo) e anche qualcuno in più: li vedremo però in 3D e arricchiti da un interessante restyling che li ha resi molto più affascinanti…

Non si è ancora visto sul grande schermo, ma farà presto parlare di sé! Il giovane Leonardo protagonista del film sarà infatti il testimonial delle attività rivolte ai più piccoli promosse nel 2015 da EXPO VENICE, società organizzatrice di eventi fieristici nel territorio veneziano.

LEONARDO

All’incontro di martedì per Expo Venice sarà presente Mascia Pavon, responsabile del progetto AQUAE VENEZIA 2015, esposizione collaterale e patrocinata da Milano Expo 2015, interamente dedicata al mondo dell’acqua.

Il regista, Sergio Manfio, ha ancora una volta scritto un soggetto destinato ad affascinare, oltre che divertire, il giovane pubblico: “Questo film, dopo i due lungometraggi dedicati ai Cuccioli, si confronta con un personaggio storico, Leonardo da Vinci appunto, che viene presentato nella sua età adolescenziale. In lui sono comunque presenti, in divenire, le caratteristiche del genio. Questa scelta anche per rispondere a chi, polemicamente, sostiene che le aziende italiane si occupano solo di animare ‘animaletti’. Purtroppo i problemi dell’animazione italiana non sono di tale natura; ma questo è un altro discorso…”.

Leonardo con Gioconda
Leonardo con Gioconda

Un commento di Francesco Manfio, produttore esecutivo del film e figura di riferimento per l’animazione italiana: “Gruppo Alcuni ha scelto di affiancare alla realizzazione di serie per la televisione un’attività continuativa di produzione cinematografica. Ancora più che nelle serie, il patrimonio umano e artistico che si viene a costituire per un lungometraggio non può essere disperso, proprio per le specificità necessarie per la produzione, e per l’assurdità di non consentire all’équipe di migliorarsi e di raggiungere traguardi artistici sempre più alti. Purtroppo la sensazione è che lo sforzo di salvaguardare delle professionalità così elevate non sia condiviso da chi dovrebbe, come noi, preoccuparsi di tenere in Italia gli ormai pochi talenti rimasti”.

LA TRAMA DEL FILM: Leonardo – sempre in cerca di mettere alla prova le sue fantasiose e ardite invenzioni insieme agli amici Gioconda e Lorenzo – esplora il fondale di un lago che si trova vicino a un Monastero abbandonato. Una volta tornati a Vinci i giovani scoprono che tutte le proprietà del babbo di Gioconda sono andate a fuoco, e l’uomo sarà costretto a vendere tutto ciò che gli rimane e a dare in moglie la ragazzina a un vecchio notabile del paesino.

Un misterioso cantastorie suggerisce a Leonardo e Lorenzo un’idea temeraria quanto affascinante: trovare la nave dei pirati affondata vicino all’isola di Montecristo, recuperare il favoloso tesoro che si dice vi sia contenuto, e aiutare in questo modo il padre della loro amica.

Prende il via così l’avventura narrata dal film, che vedrà contrapporsi alla squadra di Leonardo il gruppo degli antagonisti: Laura e Gottardo, i figli di Scartabello, signorotto di Vinci; i tre Brandi; Maga Plinia e Mugolone, il consigliere del signorotto del paese. Nel film compaiono anche dei terribili Pirati, che scopriremo essere al soldo di Mugolone, doppiogiochista e perfido personaggio…

Tra inganni e ritorsioni, avventurosi salvataggi degli amici in difficoltà e casse del tesoro che non si aprono il film procede fino a un finale inaspettato che ci trasporta fino ai nostri giorni.

Qui è possibile vedere un assaggio delle animazione del film.

Ad oggi le produzioni in animazione di Gruppo Alcuni sono vendute in oltre 60 paesi nel mondo.

Nel 2011 Gruppo Alcuni ha ricevuto il Premio Kinèo “Diamanti al cinema” nella categoria Migliore animazione per il lungometraggio “Cuccioli – Il codice di Marco Polo”.

Il film è una coproduzione Gruppo Alcuni – Warsaw Movie Home con la partecipazione della Film Commission della Regione Veneto.”

Guardiani della Galassia

Guardians_Of_The_Galaxy_FBA0290_comp_v006.1083

Filmone in uscita: “Guardiani della Galassia è la nuova avventura epica, diretta da James Gunn, che arriverà nelle sale cinematografiche italiane il 22 ottobre. Il film, che proietta l’universo cinematografico Marvel nello spazio infinito, mescola una giusta dose di umorismo, emozione, azione e vanta un cast estremamente eclettico.” Questa è la promessa. Intanto godetevi un bel po’ di immagini, tanto per farvi il gusto, con qualche clip video. E non perdetevi i titoli di coda, quando andate al cinema!

 

1016970-cartoon-saloon-preview-song-sea-comic-con-international

Song of the Sea. La prima mondiale sarà al Toronto International Film Festival.

SoS 1016565-songpostercomingsoonbigjpeg

Dopo una lunga attesa giovedì 19 agosto lo studio ‘Cartoon Saloon’ ha reso pubblica la notizia che il suo nuovo  lungometraggio ‘Song of the Sea’ verrà proiettato in anteprima mondiale durante il prossimo ‘Toronto International Film Festival’ (TIFF) che si svolgerà nella metropoli canadese dal 4 al 14 settembre 2014.

La notizia non può che rendere felici i tanti appassionati che aspettavano con ansia l’uscita del film dopo che l’autore e regista stesso (Tomm Moore) ne aveva annunciato la conclusione con un tweet già dal 30 giugno senza dare altre notizie.

Certo, l’ipotesi che la prima sarebbe potuta svolgersi durante il prestigioso festival canadese girava già da alcuni mesi, ma senza alcuna conferma.

Tomm Moore & Paul Young alla Comic Con.

Nel frattempo c’è stata la Comic-Con di San Diego e l’intero studio irlandese era lì per incontrare i numerosi fans e presentare al pubblico la loro ultima produzione. Un magnifico Art Book dedicato al loro primo lungometraggio, il fantastico ‘Brendan and the Secret of Kells’. Film nominato all’Oscar nel 2010 che ha conquistato il mondo con la sua poesia e bellezza ma che è stato visto in Italia solo dai fortunati che andarono all’unica proiezione fatta durante il ‘Sottodiciotto Torino film festival’ del 2009 (Chi scrive ringrazia ancora lo scrittore Giovanni Del Ponte per averne segnalato la proiezione proprio tramite afNews). Il libro è stato fatto con la collaborazione di editori Statunitensi, ciò non è strano visto che sono stati proprio gli americani quelli che più hanno insistito perché si stampasse un Art Book rapiti dal film.

‘Song of the Sea’ si è annunciato fin dalle immagini mostrate nel primo promo del 2009 come un film di grande interesse e sconvolgente bellezza. Questa ipotesi è stato rafforzata negli anni successivi dagli studi e le immagini che lo studio pubblicava periodicamente sul blog dedicato al lungometraggio (http://songoftheseamovie.blogspot.ie/). Senza contare le  dichiarazioni fatte dell’ autore, Tomm Moore, e del direttore delle animazioni, Adrien Merigeau, durante il festival d’Annecy 2013 dove i due hanno alimentato la fantasia del pubblico sia con immagini che accennando allo sviluppo che la trama ha subito durante la produzione perché l’intero studio si è appassionato sempre di più mettendo da parte ogni proposito di fare un film meno complesso del precedente finendo col farne uno anche più lungo.

La storia dell’ultima Selkie e di suo fratello alla ricerca della madre nell’Irlanda dell ’87 già ha conquistato i cuori di chiunque abbia visto i trailer, o anche solo i disegni.

Vedremo mai questa meravigliosa locandina neinostri cinema?

Adesso non resta che aspettare le reazioni a questa prima sperando che almeno questa volta il lungometraggio venga proposto anche in Italia da qualche distributore coraggioso. Qualcuno che creda in questo film fatto da un piccolo studio irlandese che sta conquistando sempre più il mondo dell’animazione nell’unico modo in cui si dovrebbe fare. Con grandi storie e produzioni di qualità.

Piccola nota personale. Se qualche giornale cercasse affannosamente inviati da mandare sul posto per raccontare l’evento chi scrive (ma penso anche il Gatto Zeneise e Kizune) è disposto a farlo. Solo dateci i biglietti!

il Vittorioso in tram

foto

Proseguendo nella ardua caccia – vista l’esiguità delle presenze – ai fumetti nei film italiani degli anni ’50 e ’60 oggi segnaliamo “amici per la pelle” film del 1955. All’inizio vediamo uno dei due giovani protagonisti intento nella lettura del Vittorioso. Quale? Il numero 17, del 24 aprile 1955 e notiamo l’avventura Al di là della “Raya”di Franco Caprioli, 30 tavole a colori. Storia ispirata alla vicenda di Ferdinando Magellano

Il vento del Ghibli si ferma qui

Infine, ci siamo: tanto tuonò, che piovve.

Toshio Suzuki, ex produttore e ora general manager dello Studio Ghibli, ha annunciato tramite una televisione giapponese che la sua azienda sospenderà le attività dello studio di animazione e continuerà a gestire lo sfruttamento delle sue proprietà intellettuali e, per fortuna, anche il Museo Ghibli.

Come spesso succede in questi casi, purtroppo, il team assunto a tempo pieno per i lungometraggi sarà licenziato, mentre il reparto responsabile della produzione di anime verrà smantellato.

Resteranno attivi soltanto un piccolo staff  per “i progetti che nascono dalla mente di Hayao Miyazaki” (il quale, come sappiamo, non realizzerà più lungometraggi) e il reparto Momonoma, nel quale Yoshiyuki Momose si occupa di pubblicità e video musicali assieme a uno staff di freelance. Anche prima di ‘Porco Rosso’, lo Studio Ghibli operava con uno staff di freelance: l’idea di Suzuki è che, se vi fossero progetti potenzialmente interessanti, la compagnia potrebbe contattarne di nuovi.

Purtroppo, le voci della chiusura del Ghibli in quanto studio di produzione erano sempre più forti, soprattutto dopo il ‘flop’ de ‘La Principessa Kaguya’ di Isao Takahata (film peraltro bellissimo, ma che non ha saputo coprire gli ingenti costi di realizzazione) e soprattutto il ritiro del Maestro Miyazaki.

Lo Studio Ghibli non può pagare il suo staff se non ci sono più film di Hayao Miyazaki e Isao Takahata in lavorazione.” – ha spiegato Suzuki, confermando implicitamente il fallimento della ricerca di giovani leader che tracciassero una nuova linea artistica per lo Studio: senza le mastodontiche ma trascinanti (anche per il pubblico) personalità dei due ‘mostri sacri’, e come in parte aveva predetto lo stesso Miyazaki, il Ghibli non è più riuscito a continuare il suo lungo volo.

Dunque, ‘When Marnie Was There’, uscito il 19 luglio in Giappone, sarà ricordato come l’ultimo film distribuito dalla compagnia.

Almeno, per ora. Dalle parole di Suzuki traspare che in caso di idee veramente valide non viene del tutto esclusa la possibilità di nuove produzioni, ma allo stato attuale delle cose la realtà sembra essere evidente: si chiude un’epoca.

Grazie di tutto, Studio Ghibli.

Arigato.

il vento è cessato.
il vento è cessato.