afNews: IlGiornalino

Moby Dick su Super G con Steam Rail

 superg2015-1

Super G di gennaio

“MOBY DICK” in versione 2.0
di Beppe Ramello e Renato Polese

Nello stesso numero, “Steam Rail”di Paolo Zaniboni

Ismaele, Achab, il Pequod e, naturalmente, Moby Dick. Dal celebre romanzo di Melville, la rilettura a fumetti di Beppe Ramello (testi) e Renato Polese (disegni) trasposta in un contesto fantascientifico. La pubblicazione vuole essere un omaggio postumo che il mensile rende a Polese, storico collaboratore de il Giornalino, recentemente scomparso. Moby Dick del futuro, dunque, dove l’oceano infinito diventa spazio interplanetario, il Pequod una navicella spaziale e Moby Dick una temibile astronave-relitto che vaga, insieme ad altre, nel cosmo più buio e profondo.
Cambia il contesto, ma non la struttura narrativa: pur con qualche variazione, i personaggi e le vicende sono proposti nella medesima relazione rispetto all’opera originale ed emergono le relazioni, i conflitti e le dinamiche come avviene tra gli avventurieri della baleniera  di Nantucket. Con le tematiche sulla vendetta personale, lo scontro che ne consegue e, soprattutto, la riflessione sull’attesa infinita, l’immobilismo, la solitudine: dopo l’attacco stellare in cui l’immensa astronave Moby Dick distrugge il Pequod-3K, l’ordine iniziale è ristabilito  e anche “lo spazio ritorna silenzioso e immobile, indifferente e gelido”…

In questa edizione Super G propone, nella sezione “Le Storie sono la nostra storia”, l’ episodio “Macedonia’s nightmare”di “Steam Rail” fumetto ideato da Paolo Zaniboni. Micro avventure del trenino magico e dei suoi giovanissimi passeggeri Steam, Goody e la sorella Breaky che, grazie alle piccolissime dimensioni del mezzo, sono in grado di esplorare gli angoli più reconditi della casa ed entrare, così, in un mondo immaginario pieno di giochi e colori. Con lo sguardo aperto e indagatore dei più piccoli, storie fresche e leggere che bene rendono “l’atmosfera surreale di questo ingegnoso e fantasioso fumetto”, come spiega p. Stefano Gorla, direttore di Super G, nell’introduzione al capitolo.

Nello stesso numero, nelle sezioni: “Storie”: “Agatha di Honeypie – La nascita del metodo Spezzindue”  (Daglia adulti solo guai, scappa ora, adesso o mai) di Elena Soprano con le illustrazioni di Deco.
“Parole con le ali”: l’ haiku giapponese “Ero soltanto”.

Super G Avventure, fumetti, storie è diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Solo per abbonamento. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

Milano, 15 gennaio 2015 – www.sanpaolo.org

Post pubblicato 2 settimane fa alle 16:56, giovedì 15 gennaio 2015.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

I racconti della palude sul Giornalino

giornalino-2015-03

Su il Giornalino di questa settimana tornano

“I RACCONTI DELLA PALUDE”

nuove storie ideate da Alessandro Di Virgilio (testi) e Giuseppe Ferrario (disegni)

Tornano su il Giornalino di questa settimana “I Racconti della palude“, nuovi episodi a fumetti sulle avventure di Daniel e Anne, due vivaci ragazzini che vivono a Kentwood, cittadina americana lambita dalle acque del Mississippi. Con i testi di Alessandro Di Virgilio e i disegni di Giuseppe Ferrario, le storie si sviluppano intorno a una nutrita galleria di personaggi il cui passato e presente si intrecciano rivelando trascorsi taciuti, ma pieni di tenerezza, amore e amicizia.  
In otto tavole a episodio, la nuova serie vedrà ancora in scena – oltre ai genitori dei due ragazzini – la variopinta Mama Louise, una fattucchiera sempre pronta a proteggerli, il suo aiutante Pete, detto “Speedy”,  il cagnolino Woody, il bulletto Sullivan e molti altri…

Alessandro Di Virgilio: Nato a Napoli nel 1962, vive e lavora in provincia di Rieti. Sceneggiatore, ha scritto “La Grande Guerra, storia di Nessuno” (Becco Giallo, 2008, disegni di Davide Pascutti), “ThyssenKrupp”, “Morti Speciali Spa” (Becco Giallo 2009, disegni di Manuel De Carli), “Sandokan” (Nicola Pesce 2009, disegni di Andrea Meneghin) e ha partecipato ai volumi antologici “Monstars n.3″ (Nicola Pesce,2008), “Mono n.4″ (Tunué, 2008), “Mono 8″ (Tunué, 2010) e “Sherwood Comix” (Nicola Pesce 2009). Con “I Racconti della palude ” riprende la sua collaborazione per il Giornalino, iniziata negli Anni ’90, in cui pubblicò alcuni storie disegnate da Luca Salvagno.

Giuseppe Ferrario: Ferrario è illustratore e sceneggiatore collabora per Edizioni Piemme, De Agostini Group, Unilever Faberge, Edizioni Play Press, Gaghi Editrice e Warner Bros. Ha fondato la Effigie Cartoon. Attualmente sta realizzando una nuova serie televisiva per Rai Fiction. Per il Giornalino collabora con illustrazioni alle rubriche del settimanale e ha realizzato il fumetto “Assenzio”, con i disegni di Demetrio Bargellini. Sono sue le ultime quattro edizioni del Diario G  per le scuole elementari, dando volto grafico ai personaggi di Stefano Gorla, Adelio de Pennutis e Johnny Falcon. Suo “Football Club”, realizzato insieme a Beppe Ramello. Con Tommaso Valsecchi ha realizzato la “Famiglia Betulla”, di recente pubblicazione.

Milano, 14 gennaio 2015 – www.sanpaolo.org

giornalino-2015-03b

Post pubblicato 2 settimane fa alle 18:30, mercoledì 14 gennaio 2015.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Marti Silente su Super G

MartiSilente

Su SUPER G di dicembre “MARTI SILENTE” di B. Ramello e F. Tacconi. Nello stesso numero, la seconda parte de “TOBIA E L’OCEANO CAPOVOLTO”di Otto Gabos

“Iqbal lo sguardo della speranza” è il titolo dell’episodio della serie “Marti Silente” pubblicato sul numero di questo mese di Super G. Una storia che rimanda all’attualità e che si ispira alle vicende realmente accadute nel 1995 al giovane Iqbal Masih, il ragazzino pakistano ucciso in un agguato a solo 12 anni diventando così il simbolo mondiale della lotta contro lo sfruttamento minorile. Come Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014, Iqbal sosteneva il diritto all’istruzione poiché “Nessun bambino dovrebbe mai impugnare strumenti di lavoro ma solo penne e matite”. La forza del messaggio e di questa drammatica esperienza ha ispirato in quegli anni la creatività di due storici collaboratori de il GiornalinoBeppe Ramello (testi) e Ferdinando Tacconi (disegni) – che intorno alle vicende di Iqbal hanno costruito un episodio di Marti Silente: la serie a fumetti racconta le testimonianze di un ricercatore ecologista (nonché giornalista) che viaggia per cieli e per mari, documentando e difendendo la natura dalle minacce dell’inquinamento come di tutti coloro che subiscono soprusi e maltrattamenti.

Nello stesso numero di Super G, la seconda e ultima parte de “Tobia e l’oceano capovolto”, la nuova graphic novel scritta e sceneggiata appositamente per il mensile dal bravo Otto Gabos, in pubblicazione sui numeri di novembre e dicembre. “Una storia di immigrazione ma ad alto tasso di avventura”, afferma p. Stefano Gorla, direttore di Super G, nell’editoriale del numero. Dopo la rocambolesca traversata dell’Atlantico, Tobia non giunge a New York ma si trova magicamente catapultato a Koralia, un mondo fantastico animato dai personaggi più diversi, figure eccentriche, ora minacciose ma anche ricche di umanità e tenerezza. In questa seconda parte, è la volta dei bestiumani, incroci poderosi e instancabili tra uomini e bestie, un tempo soggetti a schiavitù nella dimensione parallela di Koralia. E ancora: nuove rivelazioni e nuovi viaggi “dislocanti” che coinvolgono il protagonista e i personaggi che con lui vivono le incredibili avventure di un mondo capovolto.

Nello stesso numero, nelle sezioni:

“Storie”: “L’angelo del Natale” (Non solo doni ma anche buone notizie) di Silvia Vecchini con le illustrazioni di Francesco Frosi.

“Parole con le ali”: la poesia “Paura” di Umberto Saba.

Super G Avventure, fumetti, storie è diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Solo per abbonamento. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

SuperG-2014-12

Milano, 18 dicembre 2014 – www.sanpaolo.org

Post pubblicato 1 mese fa alle 17:53, giovedì 18 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Diario di un Re

Giornalino48

Da questa settimana, su il Giornalino 

“DIARIO DI UN RE”

 avventure bibliche nel nuovo fumetto di Pietro Fissore (testi) e Spartaco Ripa (disegni)

Siamo nella Siria persiana di duemila anni fa. Al bazar di Palmyra, città ai confini del deserto, si aggira il giovane Artaban, fasullo mendicante cieco e mutilato a caccia di elemosina. Ma il travestimento durerà poco, poiché Artaban sarà smascherato da una guardia romana e dovrà darsi alla fuga. Per poi avventurarsi nel deserto, sorpreso dalla visione straordinaria di una stella cometa e da un ricco signore che, caduto lungo il percorso, gli chiede aiuto. Sarà Melchiorre, re di Persia, in viaggio per seguire la stella…
Da questa settimana con il Giornalino il fumetto “Diario di un re” accompagna i lettori al Natale. Una storia dalle sfumature bibliche che attinge dalle pagine dell’Avvento per raccontare ai ragazzi l’avventura straordinaria della nascità di Gesù.  
In quattro episodi da otto tavole ciascuno, Diario di un re è stato scritto e ideato da Piero Fissore per i testi e da Spartaco Ripa (disegni).

Piero Fissore: sceneggiatore, nato a Bergamo nel 1963 vive in Liguria. Collabora con il Giornalino dal 1987, dove ha debuttato scrivendo brevi storie autoconclusive e alcuni episodi della serie western “Gente di frontiera”, oltre a diverse sceneggiature per “Yelo III”, “Lassie” e “Kriss Boyd”. Sono di sua ideazione “Zia Agatha”, “Hollywood in divisa” e “Star Trash”. Attualmente scrive storie per la serie “Supergame” (creato nel 2006) e “Stazione Centrale” . Tra gli ultimi lavori per il Giornalino, la miniserie “Shinobu”, “Cyberiade”, Raja”, “Jarjaris“, “La vera storia della macchina del tempo” e, in occasione del centenario dalla morte di Mark Twain, ha realizzato il fumetto “Mark Twain” insieme a Stefano Voltolini.

Spartaco Ripa: nasce a Roma dove vive e lavora. Nel 1981 inizia a disegnare  fumetti per la Eura Editoriale (Lancio Story e  Skorpio), illustra dei corsi di inglese a fumetti e pubblica in Germania alcuni libri di fantascienza.  Dal 1990 collabora per alcune agenzie di pubblicità di Roma e Milano come illustratore, storyboardista e visualizer. Affianca a queste attività anche quella di pittore esponendo le sue opere in  varie gallerie. Collabora dal 1994 con il Giornalino disegnando le avventure di “Angelo Dei” e della “Famiglia Arcobaleno”. Più recentemente ha illustrato alcune tra le “Favole sbagliate di nonno Nedo” su testi di Marcello Toninelli, la serie “Supergame”, le avventure di “Cyberiade” e “Jarjaris”. Nel  1998 ha adattato e illustrato per Feltrinelli  “ Albo avventura n°1” “La storia del Cap. Patchwork”  tratto dal romanzo “Terra” di Stefano Benni .

Milano, 05 dicembre 2014
www.sanpaolo.org

 

Post pubblicato 2 mesi fa alle 19:48, venerdì 5 dicembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

SuperG: Tobia e padre Brown

SuperG -2-11

Su SUPER G di novembre

“TOBIA E L’OCEANO CAPOVOLTO”

testi e disegni di Otto Gabos

Nello stesso numero, due episodi de “I RACCONTI DI PADRE BROWN”

di R. Gelardini e L. Landolfi

Alla scoperta dell’America è il viaggio che il giovane Tobia intraprende per cercare un futuro e una nuova vita a New York. Ma le cose non andranno come devono, perché il viaggio sarà più avventuroso del previsto…
Tobia e l’oceano capovolto è la nuova storia a fumetti che Super G pubblica in due puntate sui numeri di novembre e dicembre. Scritto e disegnato da Otto Gabos (alias Marco Rivelli, illustratore di lungo corso e docente all’Accademia delle Belle Arti di Bologna), il fumetto muove da tinte dickensiane per approdare, attraverso il viaggio, all’avventura fantastica. Non solo esperienza e iniziazione, ma la leva narrativa per raccontare passaggi interdimensionali, “salti” tra mondi diversi cui si accede attraverso una scatola magica. Una scoperta più ampia, dunque, che coinvolgerà Tobia e l’amico Ermete il Trovacose, due “dislocanti” tra New York e Koralia, la Grande Mela di un mondo parallelo dove si trama l’invasione della Terra…

Per Otto Gabos vedi www.ottogabos.com

L’edizione di novembre Super G ospita anche due episodi de “I Racconti di Padre Brown” di Renata Gelardini e Lino Landolfi. Inserito ne “Le storie sono la nostra storia”, la sezione che recupera i fumetti “storici” de il Giornalino, l’opera fece la sua apparizione sulle pagine del settimanale negli anni ’80, ispirandosi  al celebre personaggio che fece la fortuna dello scrittore e giornalista inglese G.K. Chesterton. Prete-detective, Padre Brown indaga e risolve casi difficilissimi. Il suo investigare, però, ha a cuore la redenzione delle persone, la loro salvezza dal male. E lo fa anche grazie al suo amico più fidato, Flambeau, ex-ladro diventato investigatore e uomo rispettoso della legge.

Nello stesso numero, nelle sezioni:

“Storie”: “La verità sul caso Roswell”  (Il nano, il deserto, l’indagine) di Guido Sgardoli con le illustrazioni di Francesco Rosi.

“Parole con le ali”: La Poesia “Albero secco” di Wang Ya P’ing.

Super G Avventure, fumetti, storie è diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

Milano, 20 novembre 2014

Ufficio Stampa Periodici San Paolo
Via Giotto, 36
20145 MILANO
Tel. +39-02-48.07.1
ufficiostampa@stpauls.it
www.sanpaolo.org

Post pubblicato 2 mesi fa alle 16:38, giovedì 20 novembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Lupo e Lalla sul Giornalino!

Giornalino45

Ironia e divertimento nel bosco incantato del nuovo fumetto

dei francesi Marc Cantin & Isabel (testi) e Patrice Le Sourd (disegni)

Un bosco che non fa più paura, quello di “Lupo e Lalla“, amici per la pelle che passeggiano in coppia nella selva semi-oscura, incontrando orchi, streghe, draghi e unicorni (anche una mummia!) tutti desiderosi di condividere con loro giochi, scherzi e divertimento. Ma sono troppo “grandi”, troppo “ingombranti” per la loro statura. Di certo non incutono terrore, almeno a Lupo e Lalla.
I due piccoli protagonisti sono dunque alle prese con il mondo della normalità, dei rapporti con gli adulti, e della fantasia che è loro propria, muovendosi in un contesto fiabesco alla Perrault – autore, come si sa, di Cappuccetto Rosso e Pollicino – qui capovolto a suon di battute e gag: la nonna, infatti, non sarà mangiata dal lupo, ma gli offrirà bensì una ricca colazione di burro e focacce. 
Le storie di “Lupo e Lalla” (“Cerise et Garou” – “ciliegia” e “lupo bianco” nell’originale francese pubblicato dalla rivista “Moi Je Lis”  edita da Milan presse) sono pubblicate su il Giornalino a partire da questa settimana e si inseriscono nella migliore tradizione a fumetti d’Oltralpe, grazie alla freschezza dei testi della coppia M.Cantin & Isabel sui disegni di Patrice Le Sourd.
Di seguito, il video realizzato per il lancio del fumetto nella versione originale http://www.wat.tv/video/cerise-garou-t1-3lkwx_2ivat_.html

Marc Cantin, classe 1967, francese, è uno scrittore per ragazzi. Non solo: scrive fumetti, per spettacoli di marionette, per il cinema e la televisione ed è stato un educatore specializzato per ragazzi con handicap. Ha pubblicato più di 150 titoli tra romanzi, libri illustrati e storie a fumetti per tutte le età. Da qualche anno realizza le sue storie con Isabel, ex-insegnante della quale non si conosce il cognome, il cui ruolo è di “cercare delle idee”. Marc e Isabel hanno creato una associazione che realizza biblioteche nel mondo.
Patrice Le Sourd, francese, nato nel 1966, è autodidatta. E’ stato fotografo e illustratore e ha avuto successo come disegnatore di fumetti grazie alla serie “Professeur Stigmatus” (2002) delle edizioni Pointe Noire. Dopo “Lupo e Lalla” ha pubblicato la serie fantastica “Un autre monde”. 
 

Milano, 18 novembre 2014

Post pubblicato 2 mesi fa alle 18:10, martedì 18 novembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

La vera storia della macchina del tempo

giornalino44

Da questa settimana, su il Giornalino 

“LA VERA STORIA DELLA MACCHINA DEL TEMPO”

 Avventure nel tempo per il nuovo fumetto di Pietro Fissore (testi) e Rodolfo Torti (disegni)

Roddy conosce un segreto. E’ custodito in una capanna abbandonata, nel cuore della campagna inglese. Si tratta di un libro, un diario, scritto di pugno da Herbert George Wells, vissuto nel 19° secolo e protagonista, insieme a un misterioso scienziato, di viaggi nel tempo. Il racconto narra di avventure transtemporali, cui si accede attraverso un corridoio luminescente, dove energia, neutrini e neutroni guideranno non solo Wells, ma anche i tre ragazzini in meravigliosi mondi di fantasia e fantascienza.
Queste le premesse per “La vera storia della macchina del tempo“, il nuovo fumetto che il Giornalino pubblica a partire da questa settimana. In quattro episodi da otto tavole ciascuno, il fumetto è stato scritto e ideato da Piero Fissore per i testi e da Rodolfo Torti (disegni).

Piero Fissore: sceneggiatore, nato a Bergamo nel 1963 vive in Liguria. Collabora con il Giornalino dal 1987, dove ha debuttato scrivendo brevi storie autoconclusive e alcuni episodi della serie western “Gente di frontiera”, oltre a diverse sceneggiature per “Yelo III”, “Lassie” e “Kriss Boyd”. Sono di sua ideazione “Zia Agatha”, “Hollywood in divisa” e “Star Trash”. Attualmente scrive storie per la serie “Supergame” (creato nel 2006) e “Stazione Centrale” . Tra gli ultimi lavori per il Giornalino, la miniserie “Shinobu”, “Cyberiade”, Raja”, “Jarjaris” e, in occasione del centenario dalla morte di Mark Twain, ha realizzato il fumetto “Mark Twain” insieme a Stefano Voltolini.

Rodolfo Torti: Nasce nel 1947 a Roma, dove vive e lavora. Nel 1979 esordisce su il Giornalino con la serie western “Jackson Ranch”. Nel 1981, sui testi di Renata Gelardini, riduce a fumetti il “Quo vadis?” di Sienkiewicz e realizza su testi di Roberto Dal Prà “Firemen”. Ereditati da Giancarlo Alessandrini i due poliziotti “Rosco & Sonny”, li rielabora accentuando il tono ironico. Ha disegnato la serie “Area di servizio”, scritta da Mauro Cominelli. Tra i classici, “Taras Bul’ba” e “L’era di Tiberio”.

Milano, 06 novembre 2014

www.sanpaolo.org

Post pubblicato 3 mesi fa alle 16:31, giovedì 6 novembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

SuperG: A Jaybird il Gran Guinigi 2014

SuperG-Jaybird

Premiata a Lucca come “miglior Graphic Novel” la storia pubblicata a maggio dal mensile SUPER G dei Periodici San Paolo

Jaybird“, la storia a fumetti pubblicata sul numero speciale di maggio 2014 di  Super G, il mensile destinato ai giovani lettori (+12) dei Periodici San Paolo,  è stata premiata dalla giuria del premio Gran Guinigi 2014  come Miglior Graphic Novel, primo classificato (ex aequo con “La gigantesca barba malvagia” pubblicata in volume da BAO Publishing) tra le oltre 200 opere  partecipanti. Il Gran Guinigi è uno dei riconoscimenti più ambiti in Italia, una sorta di oscar del fumetto che si tiene annualmente dal 1967 nell’ambito della fiera del fumetto Lucca Comics and Games, la cui giuria è costituita dai maggiori esperti del Paese. (L’Albo d’Oro dei premiati su http://it.wikipedia.org/wiki/Gran_Guinigi )

“Jaybird” nasce dalla fantasia dei fratelli finlandesi Lauri & Jaakko Ahonen che lo hanno realizzato nel 2012 grazie a una ricerca fondi diffusa in Rete  che ha reso possibile il finanziamento del progetto nonché il successo del libro. A questo link l’appello di Lauri Ahonen per la pubblicazione della storia https://www.indiegogo.com/projects/jaybird-comic-book 

Ritratti di famiglia che raccontano una storia non detta, dove i protagonisti – pennuti antropomorfi di cui Jaybird sembra essere l’ultimo rampollo sopravvissuto  – parlano più con le immagini (e l’inquietante immaginario che queste suscitano) che attraverso le parole, ridotte a poche righe di testo. L’edizione di maggio di Super G era stata dedicata interamente a “Jaybird”, il claustrofobico graphic novel dalle tinte thrilling ancora inedito in Italia, in un numero speciale per foliazione (132 pagine) e contenuti, già ricercato dai collezionisti. Speciale anche per le modalità in cui è stato proposto: un breve questionario introduceva alla lettura e alla riflessione sui temi suggeriti dal racconto che chiude, nelle ultime pagine del numero, con la pubblicazione dei contributi di alcuni lettori a cui l’intera storia è stata sottoposta in anteprima. Molti sono gli spunti e le interpretazioni a cui si prestano le vicende narrate: il giovane Jaybird si prende cura della madre malata, vive recluso in una vecchia dimora di famiglia dove le porte sono sprangate e dove il polveroso passato degli avi  e il futuro incerto si manifestano in incubi e angosce, tradotte in immagini di forte impatto emotivo.

Super G Avventure, fumetti, storie è diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

Milano, 31 ottobre 2014

Ahonen
I finlandesi Ahonen
Post pubblicato 3 mesi fa alle 21:00, venerdì 31 ottobre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Come si fa un fumetto

G18

Lo spiega ai giovani lettori Il Giornalino 42 del 26 ottobre 2014. Se poi volete che i/le vostri/e ragazzi/e approfondiscano l’argomento, noi vi consigliamo caldamente di regalare loro Il Grande Libro del Fumetto di Piero Zanotto (edizioni Paoline – è del 1988 e forse non si trova facilmente nuovo, ma anche usato o da remainder è un vero gioiellino per ragazzi) e di fare click qui dove si trova l’immarcescibile (e gratuito) Come si diventa autore di fumetti.

E se desiderate altri consigli per i vostri pargoli, non esitate a scriverci.

 

Post pubblicato 3 mesi fa alle 17:23, mercoledì 29 ottobre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Piroghe su Super G…

SuperG-2-10

“CAPITAN ERIK – PIROGHE SUL FIUME” di C. Nizzi e R. Giovannini

Nello stesso numero, “Little Tramp”di O. De Angelis e L. Salvagno

“Libero va l'”Adventurer”…come il grande albatro dalle ali candide”. Si muove sulle ali dell’avventura la storia allegra e rocambolesca della ciurma di Capitan Erik, straordinario personaggio ideato da Claudio Nizzi e Ruggero Giovannini che per tanti anni animò le pagine “storiche” de il Giornalino. Con il numero di ottobre, Super G propone ai lettori uno storico episodio della saga di Capitan Erik dal titolo “Piroghe sul fiume” che vede  il gruppo di marinai di varia e pittoresca provenienza intenti in una nuova avventura:  guidati dal loro Capitano saranno pronti a tutto per recuperare l’Adventurer – la loro nave –  ma soprattutto per ritrovare il compagno Pierre, in fuga d’amore infatuato di Ailsa, piratessa  d’oriente. Risaliranno  le insidiose acque dei fiumi del Borneo, a bordo di fragili piroghe, imbattendosi in ogni sorta di pericolo e minaccia che l’asperità selvaggia dei luoghi mette sul loro cammino. Riusciranno nell’impresa, nel loro picaresco stile, tra ceffoni  e battute esilaranti che divertono tutti, lettori di ieri e di oggi.

In questa edizione Super G propone, nella sezione “Le Storie sono la nostra storia”, i racconti “Little Tramp” e “La decisione”  che narrano, rispettivamente, la storia del piccolo Charlie, chiamato “Little Tramp” in Inghilterra e “Charlot” nel mondo, e di Walt, giovane sognatore con la passione per il disegno: il primo si improvviserà attore sul palcoscenico di un teatro per sostituire la madre malata e indigente. La scoperta di un talento, la nascita di una leggenda immortale, tra comicità e disincanto, quella dell’omino buffo con baffetti, bastone e scarpe da grandi. Il secondo racconta le vicende di un giovane contadino che pridiligeva il disegno al noioso lavoro nei campi. Tutto iniziò con il ritratto a Rupert, il cavallo del vicino, amico e compagno di sogni pieni di avventure. Un disegno che gli portò molta fortuna…
Entrambi gli episodi, direttamente dalla fantasia di Ottavio De Angelis, autore dei testi, e dai disegni di  Luca Salvagno. .

Nello stesso numero, nelle sezioni: “Storie”: “Dell’importanza di un nome – La signorina Rottenmeier”  (Una bimba, un nome, una storia) di Beatrice Masini con le illustrazioni di Carla Manea.
“Parole con le ali”: La Poesia “Mattina d’autunno” di Federico García Lorca.

Super G Avventure, fumetti, storie è diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Solo per abbonamento. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

Milano, 20 ottobre 2014

www.sanpaolo.org

Anteprima:
SG1410_pag_80 SG1410_pag_65 SG1410_pag_46 SG1410_pag_28 SG1410_pag_23 SG1410_pag_01

Post pubblicato 3 mesi fa alle 17:08, lunedì 20 ottobre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Bum! Il Giornalino fa 90!

Giornalino90bum

Dal 2 ottobre, il numero speciale

BUON COMPLEANNO GIORNALINO!

1924-2014

il Giornalino Avventura, Fumetto, Educazione

90 anni dalla parte dei ragazzi

In occasione del suo 90° compleanno il Giornalino esce in edicola con un numero speciale, dedicato alla sua lunga e gloriosa storia, un’avventura editoriale nata nel 1924 per iniziativa di don Giacomo Alberione, sacerdote e fondatore della Società San Paolo.

In uscita il 2 ottobre, l’edizione vuole essere un omaggio ai lettori di ieri e di oggi che nel settimanale trovano e hanno  sempre trovato un compagno di giochi, un valido aiuto per la scuola e una fonte di informazioni e curiosità utili alla formazione e  alla crescita.

Edizione speciale, dunque, con tanti contributi di lettori e collaboratori che arricchiscono le pagine di illustrazioni, fotografie e dediche, e che raccontano la vita del giornale. Oltre a questi, un percorso a tappe per narrare i cambiamenti e l’evoluzione nei decenni, il focus sui protagonisti, autori e personaggi, con stickers e copertine, nonché storie create ad hoc per l’occasione.

Si apre con il fumetto “L’albero di Zufrin” dedicato alla vita di don Alberione: una breve biografia  sulla sua infanzia, durante la quale il piccolo Giacomo, soprannominato “Zufrin”, ebbe le prime intuizioni su quello che sarebbe  stato il suo futuro. Il racconto, nei testi di Ottavio De Angelis e sui disegni di Angela Allegretti, è inserito nella sezione dedicata alla serie “Piccoli grandi uomini”, dove è narrata la vita (a partire dall’infanzia) di uomini noti e illustri, persone che hanno un volto nella Storia perché uniche e speciali.

Segue la sezione della  posta che ospita gli auguri dei lettori inviati alla redazione: lettere, selfie, fotografie e pensieri dedicati al giornale, a testimonianza dello scambio e del dialogo che da sempre unisce la rivista ai suoi lettori. Oltre a questi, alcuni omaggi realizzati appositamente dai collaboratori – sceneggiatori e illustratori – cari al settimanale.

Si passa poi a un’ampia parte storica in cui emergono, per ogni decennio, tutte le curiosità legate all’evoluzione de il Giornalino, dai diversi formati e loghi, alle produzioni nazionali e straniere che via via si sono avvicendate sulle pagine del settimanale, senza escludere l’introduzione di nuove rubriche e nuovi “fratelli”, ossia altri periodici per giovanissimi (G Baby, Super g, G Baby Dire Fare Giocare, G Baby Giochi e I Love English), rivolti a differenti fasce d’età.

Non manca la carellata sui characters più amati, quelli attuali come quelli storici: 13 microstorie a fumetti, oltre a una speciale edizione di “Capitan G” di Marcello Toninelli dedicato ai 90 anni.

In ultimo, saranno allegati per due settimane consecutive gli stickers dei personaggi de il Giornalino:  un’iniziativa realizzata in collaborazione con Assocarta, promotrice del progetto “Twosides – il lato verde della carta” che, con altri partner, vogliono comunicare la produzione e  l’utilizzo sostenibile della carta stampata.

Milano, 1° ottobre 2014

Cop 1958 Cop 1964 Cop 1994 GI_CP09pIVpI [CP - 68]  GI/PUBBLICITA/PAGINE ... 38 - 28/09/14 Prima cop 1924

Post pubblicato 4 mesi fa alle 17:52, mercoledì 1 ottobre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Super G: Jon Rohner e la famiglia Betulla

SuperG-2-9Super G di settembre

“LE AVVENTURE DI JON ROHNER”
di Alfonso Font

Nello stesso numero, “FAMIGLIA BETULLA”di T. Valsecchi e G. Ferrario

Jon Rohner è un marinaio che ha solcato i quattro angoli del mondo. Per mari e oceani, su vascelli e scialuppe ora al largo in tempesta, ora ormeggiati presso isole lontane, in un’epoca – quella di metà Ottocento – nella quale il colonialismo spinse l’uomo bianco verso nuove frontiere di conquista e dominio. Rohner vive sul filo della legge ed è suo malgrado spettatore di scenari di prevaricazione, esperienze toccanti e dolorose che il marinaio racconta all’amico Robert Louis Stevenson, un vero “Tusi-tala” (ossia “colui che racconta le storie”), come lo chiamavano in Polinesia…
Il personaggio nasce dalla fantasia di Alfonso Font, tra i più grandi autori spagnoli del nostro tempo (tra i numerosi riconoscimenti anche uno “Yellow Kid” nel 1996) che con le avventure di Jon Rohner “ci racconta storie che toccano mente, cuore e fantasia”, spiega p. Stefano Gorla, direttore di Super G, nell’editoriale del numero in uscita, “omaggiando due grandi protagonisti della narrativa d’avventura mondiale,  Robert Louis Stevenson e Jack London” .

Per scoprire come lo stesso Font presenta il personaggio vedi http://www.alfonsofont.com/eng_jonrohner.html

In questa edizione di settembre Super G ripropone, nella sezione “Le Storie sono la nostra storia”, alcune tra le favole mute della “Famiglia Betulla” di Tommaso Valsecchi e Giuseppe Ferrario. Sono le avventure dei quattro i fratellini che si trasferiscono sui monti, in uno chalet alpino in mezzo alla natura, in compagnia di una nutrita fauna locale: la volpe, l’orso, il picchio, l’alce, la lepre e molti altri. Tutti concorrono a dare il benvenuto ai ragazzini che hanno voglia di fare di tutto tranne che aiutare a sistemare il nuovo alloggio… Situazioni divertenti, gag e tanta fantasia per queste storie autoconclusive che, direttamente dalle pagine il Giornalino, i giovani lettori hanno saputo apprezzare e seguire con passione.

Nello stesso numero, nelle sezioni:
“Storie”: “L’era del cannocchiale”  (Gianpeppe, Jenny e l’astronomia) di Claudio Comini con le illustrazioni di Bruno Oliviero.
“Parole con le ali”: La Poesia “Alba settembrina” di Octavio Paz.

Super G Avventure, fumetti, storie è diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Solo per abbonamento. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

Milano, 18 settembre 2014

 FamigliaBetulla

Post pubblicato 4 mesi fa alle 14:34, giovedì 18 settembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

90 anni del Giornalino in mostra!

ilGiornalino

… Il tema è la celebrazione del novantesimo compleanno del più longevo settimanale (anche) a fumetti di Europa, e forse anche di altri continenti. Anche se le date non sono state ancora indicate, la risposta è affermativa: la ricchissima mostra sul settimanale cattolico sarà ammirabile a Lucca, a Palazzo Guinigi, sino al prossimo marzo 2015, con modalità analoghe a mostre importanti degli…
Articolo completo di Luca Boschi: click qui.

Post pubblicato 5 mesi fa alle 14:01, sabato 6 settembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Piffarerio e Cavazzano su Super G

SuperG-2-8 

Super G di agosto

“LA MASCHERA DI FERRO”
omaggio a Paolo Piffarerio, 90 anni oggi

Nello stesso numero, due episodi di “CAPITAN ROGERS”di G. Pezzin e G. Cavazzano

Auguri a Paolo Piffarerio, storico collaboratore de il Giornalino, che oggi compie 90 anni!

Disegnatore e illustratore, nonché “coetaneo” del settimanale per ragazzi dei Periodici San Paolo, Piffarerio ha realizzato per il Giornalino moltissimi lavori, tra cui diverse biografie a fumetti di personaggi storici e classici della letteratura. Sua la serie di Adalberto e Cuorsincero sui testi di Beppe Ramello e Lustrissimo Goldoni (testi di Piero Zanotto) sulle opere teatrali del commediografo veneziano. 

Per rendergli omaggio, Super G ripropone questo mese La Maschera di ferro, dal romanzo “Il Visconte di Bragelonne” di Alexandre Dumas, opera che chiude il ciclo dei celebri tre Moschettieri. Pubblicata a puntate nel 1977, la rilettura di Piffarerio lo coinvolge sia nei testi come nei disegni: attinge integralmente dal lavoro dumasiano analizzando e facendo propri le vicende narrate con uno stile grafico inconfondibile e una particolare maestria nel muovere fatti e personaggi e di cui, ancora una volta, l’illustratore si conferma profondo conoscitore. Noto al grande pubblico per essere uno dei disegnatori di Alan Ford, Piffarerio è stato anche uno dei pionieri del cinema d’animazione, lavorando nella casa di produzione Gamma Film che realizzerà alcuni personaggi del celebre Carosello. Nel 2010 è stata rieditata in tre fascicoli l’opera “I Promessi Sposi” sui testi di Claudio Nizzi, pubblicato in allegato gratuito a il Giornalino.

L’edizione di agosto di Super G ospita anche due episodi del fumetto Capitan Rogers di Giorgio Pezzin e Giorgio Cavazzano. Inserito nella sezione “Le storie sono la nostra storia” che recupera i fumetti “storici” de il Giornalino, la serie fece la sua apparizione negli anni ’80 per quasi un decennio, con oltre 350 tavole pubblicate. Si tratta delle spassose avventure di Geremy Reginald Rogers, un trapper convertitosi in patriota che, insieme al suo strampalato compagno Otto Wrustel, si ribella agli Inglesi e lotta per l’indipendenza americana. Divertimento e avventura  assicurati, grazie alla forza narrativa ed espressiva che i due autori hanno conferito ai protagonisti e alla fiera di personaggi che ruotano intorno alle vicende.

Nello stesso numero, nelle sezioni:

“Storie”: “Dentro me”  (Lo strano caso di Henry Jekyll) di Antonio Ferrara con le illustrazioni di Francesco Frosi.

“Parole con le ali”: La Poesia “Prossimo lontano” di Octavio Paz.

 

Super G Avventure, fumetti, storieè diffuso in 12 numeri l’anno per abbonamento a 29,90 euro l’anno. Solo per abbonamento. Per abbonarsi: www.edicolasanpaolo.it

www.sanpaolo.org

CapitanRoges-Cavazzano

Post pubblicato 5 mesi fa alle 14:28, lunedì 1 settembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.

Jarjaris sul Giornalino

Jarjaris

Da questa settimana, su il Giornalino “JARJARIS” avventure persiane nel nuovo fumetto di Pietro Fissore (testi) e Spartaco Ripa (disegni)

Samarcanda, duemilacinquecento anni fa. Durante l’Impero Persiano, la città fu un importante crocevia per le vie dell’Oriente, ricco baluardo di scambi e luogo di incontro di mercanti, traffici, oro e merci. E intrighi. Un contesto fiabesco da Le mille e una notte quello in cui si muove Jarjaris, il protagonista delle nuove avventure a fumetti che il Giornalino pubblica a partire da questa settimana.
Landruncolo di strada, Jarjaris si troverà presto minacciato dal satrapo, il governatore della città, che spiega le sue guardie per catturare il ragazzo e tutti i ladri della zona, chiedendone la decapitazione. Scaltro e avveduto, Jarjaris riuscirà a sfuggire grazie a tappeti magici che lo catapultano in altri mondi: tra una peripezia e l’altra, giungerà alla Città della pietra, dove gli abitanti vivono assoggetati a uno spirito malvagio che riduce in pietra chi càpita sotto i suoi influssi malefici….
In quattro episodi da otto tavole ciascuno, Jarjaris è stato scritto e ideato da Piero Fissore per i testi e da Spartaco Ripa (disegni).

Piero Fissore: sceneggiatore, nato a Bergamo nel 1963 vive in Liguria. Collabora con il Giornalino dal 1987, dove ha debuttato scrivendo brevi storie autoconclusive e alcuni episodi della serie western “Gente di frontiera”, oltre a diverse sceneggiature per “Yelo III”, “Lassie” e “Kriss Boyd”. Sono di sua ideazione “Zia Agatha”, “Hollywood in divisa” e “Star Trash”. Attualmente scrive storie per la serie “Supergame” (creato nel 2006) e “Stazione Centrale” . Tra gli ultimi lavori per il Giornalino, la miniserie “Shinobu”, “Cyberiade”, Raja” e, in occasione del centenario dalla morte di Mark Twain, ha realizzato il fumetto “Mark Twain” insieme a Stefano Voltolini.

Spartaco Ripa: nasce a Roma dove vive e lavora. Nel 1981 inizia a disegnare  fumetti per la Eura Editoriale (Lancio Story e  Skorpio), illustra dei corsi di inglese a fumetti e pubblica in Germania alcuni libri di fantascienza.  Dal 1990 collabora per alcune agenzie di pubblicità di Roma e Milano come illustratore, storyboardista e visualizer. Affianca a queste attività anche quella di pittore esponendo le sue opere in  varie gallerie. Collabora dal 1994 con il Giornalino disegnando le avventure di “Angelo Dei” e della “Famiglia Arcobaleno”. Più recentemente ha illustrato alcune tra le “Favole sbagliate di nonno Nedo” su testi di Marcello Toninelli, la serie “Supergame” e le avventure di “Cyberiade”. Nel  1998 ha adattato e illustrato per Feltrinelli  “ Albo avventura n°1” “La storia del Cap. Patchwork”  tratto dal romanzo “Terra” di Stefano Benni.

www.sanpaolo.org

 

Post pubblicato 5 mesi fa alle 14:09, lunedì 1 settembre 2014.
Leggi anche le ultime notizie! Click qui.