Italiani e biblioteche, un rapporto “controverso”: i risultati dell’indagine ISTAT

Più libri più liberi: il 15,1% degli italiani frequenta le biblioteche Sono donne che ci vanno, soprattutto nel tempo libero. E c’è chi le sceglie per incontrare gli amici Ecco i risultati dell’indagine ISTAT presentata oggi Sono oltre 8 milioni gli italiani che frequentano le biblioteche in Italia, il 15,1% delle persone con più di …

Ieri come oggi, vivere da “spostati”: le vicissitudini dei “fratellini” di Mila simbolo dei profughi di ogni tempo

Durante la Prima Guerra Mondiale, più di 100.000 persone vennero costrette a lasciare le proprie abitazioni e a trasferirsi nell’interno di quello che era all’epoca l’Impero austro-ungarico e anche verso il Regno d’Italia. La popolazione censita nel 1910 ammontava a 393.111 abitanti, di cui 173.026 dovettero abbandonare il Trentino. Oltre 60.000 finirono arruolati nell’esercito asburgico e spediti a combattere l’impero russo …

View Conference tra passato e futuro: il discorso della direttrice Maria Elena Gutierrez

Giovedì 12 ottobre, ore 11, Circolo dei Lettori di Torino: “Salve e benvenuti alla conferenza stampa dedicata alla tredicesima edizione del VIEWFEST e alla Diciottesima edizione di VIEW Conference, che si terranno a Torino tra pochi giorni, dal 20 al 27 ottobre. www.viewconference.it Sono Maria Elena Gutierrez, direttrice di VIEW CONFERENCE e di VIEWFEST, e …

Scienza, pseudoscienza e fumetto

“Su «Topolino» n. 1638 del 19 aprile 1987 apparve per la prima volta la storia Topolino e l’Atlantide continente perduto, scritta da Giorgio Pezzin e disegnata da Massimo De Vita. Il professor Zapotec, antropologo di fama mondiale (apparso per la prima volta nella storia che ha esordito in Topolino e l’enigma di Mu, scritta e disegnata da …

Video: come la CGI ha mutato il racconto animato?

Interessante e stimolante analisi sul cinema d’animazione, dal 2D al 3D, e sugli aspetti conservatori e progressisti. Puoi esprimere il tuo parere con commenti al video stesso su YouTube. afNews Web Surf – Vai direttamente alla fonte della notizia: io9. Puoi tradurre l’articolo con Google Traduttore. afNews preferisce proporti direttamente la fonte originale della notizia. …

Annecy 2017. Cortometraggi in gara 4.

Quarto articolo sui cortometraggi in gara a Annecy 2017. il quarto gruppo presentava cortometraggi piuttosto complicati da seguire ma molto spesso profondi.  “Splendida Moarte Accident” di Sergiu NEGULICI per la Romania. Cortometraggio fatto utilizzando tre tecniche diverse, il disegno, l’animazione di oggetti e la CGI. Si parte con semplici disegni su ritagli di carta. Un giorno …

Storia della critica fumettistica nel web: ultime puntate!

Curata da David Padovani, pubblicata da Lo Spazio Bianco, questa storia aiuta a capire da dove arriviamo. E magari è utile per andare più avanti. Buona lettura! Qui la penultima: http://www.lospaziobianco.it/fumetto-critica-web-leta-pionieri-critici-appassionati/ E qui l’ultima: http://www.lospaziobianco.it/fumetto-critica-web-leta-pionieri-conclusioni/ E non finisce veramente qui, in realtà, come puoi leggere in coda all’ultima.

Fumetto e fumetti: la diversità fa crescere i giovani lettori

Una delle cose belle delle riviste per giovani lettori di una volta (o meglio, del Corriere dei Piccoli – Corriere dei Ragazzi), oltre a un solido e serio impianto giornalistico gestito da una redazione di veri giornalisti (per il periodo in cui c’è stato), pensato per ragazzi e ragazze intelligenti (attento all’attualità, agli avvenimenti del …

Ma a cosa serve mai la Critica fumettistica?

“Perché dovrei leggere un articolo di Critica, quando posso leggere un Fumetto?” Spiazzante affermazione che può essere tranquillamente utilizzata cambiando a piacere l’ultima parte… Nonostante ciò Lo Spazio Bianco si sta dedicando a discutere sul mondo della critica fumettistica e la cosa è sicuramente interessante. Almeno per gli addetti ai lavori, dai! Leggi qui: http://www.lospaziobianco.it/pregi-difetti-critica-fumetti-web/ …

Benvenuta, Julia!: l’autismo non è un tabù a “Sesame Street”

La popolarissima e “storica” (la prima puntata risale al 1969) trasmissione ludico-pedagogica per bambini “Sesame Street“, nella versione “madre” americana, compie uno di quei piccoli-grandi passi verso la civiltà e l’integrazione di tutti i soggetti sociali introducendo un nuovo personaggio, Julia, che presenta i sintomi di quel disturbo nello sviluppo neuronale comunemente chiamato autismo. Lunedi …