Asta fumettistica di beneficenza

c.s.: Ricevo da Marco Lucchetti e volentieri rilancio.

Buongiorno, mi chiamo Marco Lucchetti sono il Direttore della Galleria di Lugano omonima e ci occupiamo solo di opere originali di fumetto e di illustrazioni di libri , nel tempo siamo diventati il punto di riferimento del Ticino e anche in Italia siamo molto conosciuti perché organizziamo moltissime mostre di autori contemporanei e antologiche di artisti del passato.

Vengo al punto: abbiamo con diverse realtà organizzato un’asta di beneficenza i cui proventi saranno devoluti all’ ospedale di Bergamo Papa Giovanni XXIII, una delle realtà che più hanno combattuto la dura battaglia contro il Covid19 . Abbiamo scelto questa struttura perché l’ iniziativa è partita da una chiacchiera telefonica con il Maestro Bruno Bozzetto, nostro grande amico, con il quale settimane fa avevamo riflettuto sulla necessità di fare qualcosa di concreto mentre eravamo in lock-down.

E’ iniziata una call-to-action tra artisti e il risultato è che abbiamo raccolto oltre 110 opere di grandissimi maestri esclusivamente del mondo del fumetto, una risposta da un mondo che racconta in modo diretto e naturale al pubblico di grandi e piccini , il tempo in cui viviamo. Le suggestioni degli artisti in questo caso sono state molteplici e con l’utilizzo di tutte le tecniche artistiche conosciute e anche quella digitale su quest’ultima abbiamo creato anche un sistema innovativo per equiparare tale tecnica a tutte le altre.

Sul nostro sito www.marcolucchettiartgallery.ch ci saranno in ante prima le immagini di tutte le opere in asta e dal 22 il link per Catawiki, sito sul quale si svolgerà la licitazione nel rispetto di tutte le norme vigenti.

Inoltre Catawiki, in linea con tutti gli attori di questa iniziativa ,  donerà tutti i diritti d’asta raccolti con la vendita delle opere.

Marco Lucchetti

“Le opere, le cui immagini sono allegate a questo invio, sono state donate dagli autori in esclusiva per l’asta Catawiki #disegnamoXaiutare. Le stesse rimarranno di loro proprietà sino all’aggiudicazione ma le immagini e i personaggi in esse raffigurate sono e rimangono di proprietà esclusiva dei rispettivi aventi diritto ed è vietata la loro riproduzione o sfruttamento per qualsivoglia scopo diverso dalla pubblicizzazione dell’Asta”.