Animaphix 2020: Andrea Martignoni è il nuovo direttore artistico

ANIMAPHIX 2020
INTERNATIONAL ANIMATED FILM FESTIVAL
Bagheria (Palermo) | 29 luglio – 2 agosto 2020

ANDREA MARTIGNONI NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DI ANIMAPHIX

La rassegna siciliana di cinema d’animazione d’autore, che dal 29 luglio al 2 agosto presenterà la sua 6ª edizione, sarà diretta per la prima volta dal sound designer e storico di cinema d’animazione Andrea Martignoni.

“Si apre un nuovo capitolo per Animaphix” – annuncia Rosalba Colla, Presidente e Direttrice del Festival dal 2015 -. E aggiunge: “L’esperienza e la competenza del nuovo direttore artistico ci permetteranno di proseguire nel percorso di rilancio del Festival, dando un nuovo slancio alla programmazione e contribuendo ad accrescere il suo respiro internazionale”. Un rinnovamento all’insegna della continuità che, sotto la supervisione artistica di Andrea Martignoni, rafforzerà l’identità del Festival, come luogo di ricerca attento alle vie più innovative della cinematografia di animazione contemporanea, in connessione con i fermenti che animano la scena internazionale.

“Sono immensamente onorato, oltre che felice, di potere contribuire dall’edizione di quest’anno, alla crescita di un festival che conosco in prima persona, avendo partecipato come ospite a due precedenti edizioni” – dice Andrea Martignoni -. E continua: “Animaphix ha dimostrato di essere, in pochissimi anni, un punto di riferimento importante a livello nazionale nell’ambito della promozione di questa bellissima e particolare forma di arte che è il cinema di animazione. Metterò a disposizione del Festival e del suo crescente pubblico le mie conoscenze e i contatti che ho avuto la fortuna di sviluppare nel corso di più di venti anni di attività nel settore, fiancheggiando l’incomparabile lavoro che Rosalba Colla porta avanti con inossidabile passione dalla nascita del Festival”.

Andrea Martignoni
Nato a Bologna nel 1961, vive e lavora a Berlino. È sound designer, performer e storico di cinema di animazione. Ha realizzato colonne sonore per numerosi cortometraggi animati, tra cui quelli di Blu, Saul Saguatti, Michele Bernardi, Pierre Hébert, Virgilio Villoresi, Roberto Catani, Petra Zlonoga, Vessela Dantcheva, Boris Pramatarov, Ivan Bogdanovic, Soetkin Verstegen, Izabela Plucinska e altri. Ha insegnato Storia dell’animazione presso il Master in animazione dell’Accadema di Belle Arti di Palermo nel biennio 2011-2013, e nel 2014 alla Università IULM di Milano. Con Paola Bristot cura la raccolta in DVD Animazioni: Cortometraggi contemporanei italiani. Collabora attivamente con diversi festival internazionali ed è stato membro di numerosi comitati di selezione e giurie internazionali. Ha vinto il Golden Reiter per la migliore colonna sonora alla 23° edizione del festival internazionale di cortometraggio FilmFest Dresden e il premio Asifa Italia 2010.

Pubblicazioni
Ascolto cinetico. I concetti musicali di Normand Roger, in: AA.VV. Coloriture: voci rumori, musiche nel cinema di animazione, Pendragon, Bologna 1995;
Il suono organizzato, in Dispense anno accademico ’95-’96, Scuola popolare di Musica Ivan Illich, Bologna 1996;
Sonorità di Annecy, Cineclub n. 28, Bologna 1996;
AntennaCartoon 1995 , Cineclub n. 29, Bologna 1996;
Intervista a Claudio Bertieri, Cineclub n. 31, Bologna 1996;
The Burgeoning of a project: Pierre Hebert’s La Plante Humaine, Animation World Magazine vol. 2 n.1, Los Angeles, 1997 (http://www.awn.com);
Ultrasuoni da Montréal, Musicclub anno VII n. 66, Fermo (AP), 1997 (http://www.sapienza.it);
Pierre Hébert: cinema e improvvisazione, Fuori Vista anno 1 n. 1, Milano 1998;
Ursula Ferrara: metamorfosi e movimento, Fuori Vista anno 1 n. 2, Milano 1998;
Italian Independent Animators, Animation World Magazine vol. 3 n. 7, Los Angeles 1998;
Kusturica: i suoni visibili, Fuori Vista anno 3 n. 3-4, Bologna 2000;
Il disegno dei rumori, in da Cabiria a Moulin Rouge, un secolo di musica per il cinema, ed. Cineforum, San Benedetto del Tronto, 2002;
Musique en mouvement dans le cinéma d’animation de l’ONF in Écouter le cinéma, ed. Les 400 coups, Montréal 2002;
Ascolta Palermo/Palermo Ascolta, in Soundscape:the Journal of Acoustic Ecology, Volume 6, n. 1, Melbourne 2005;
Objets et paysages sonores, in Géographies et Musiques, Revue Géographie et Cultures n.59, ed. L’Harmattan, Paris Sorbonne 2006;
Organized sounds in animation , in Animateka official catalogue Liubljana Slovenia 2011;
Sound in Animation Film, in Animaton in Education, Association for the development of film culture, Maribor, Slovenia 2012
Onda su Onda: le nuove forme dell’animazione d’autore, in Il Mouse e la Matita, Marsilio , Venezia 2014
Ossessione e Rivoluzione nel cinema d’animazione italiano in Twisted Dreams of History. Subversiveness and Deformation in Animated Film, Visegrad Fund, Bielsko-Biała, Polonia 2016

Filmografia
Histoire Verte di Pierre Hébert (Canada 1962-1997)
Micromantra di Flavia Ruotolo (Italy 1999)
Life from Pluto di Saul Saguatti (Italy 2000)
Basmati di Saul Saguatti (Italy 2004)
A mano di Saul Saguatti (Italy 2005)
Fino di Blu (Italy 2006)
Muto di Blu (Italy 2008)
Transit City# 2 Roma Astratta di Saul Saguatti e Audrey Coïaniz (with Paola Samoggia , Italy 2008)
J di Virgilio Villoresi (Italy 2009)
Aqatura di Marcin Gizycki (Polonia) 2009
Pellicole da Camera di Saul Saguatti e Andrea Martignoni 2010
Corpus Track di Saul Saguatti e Audrey Coïaniz (with Paola Samoggia, Italy-France 2011)
Open di Borislava Zahova (Bulgaria 2011)
Big Bang Big Boom di Blu (Italy 2011)
Rivière au Tonnerre di Pierre Hébert (Canada 2011)
Triptyque 2 di Pierre Hébert (Canada 2012)
Il Bruco e la Gallina di Michela Donini e Katya Rinaldi (Italy 2013)
La Testa tra le Nuvole di Roberto Catani 2013
Utö di David Buob (with Mario Martignoni, Germania) 2014
San Laszlo contro Santa Maria Egiziaca di Magda Guidi (With Gianluca Shango Pellegrino, Italia 2014)
Hunger di Petra Zlonoga (Croazia) 2014
Recycling di Paola Bristot, Joni Mannisto, Gabor Ulrich, Ülo Pikkov, Ratsko Ciric, Petra Zlonoga, Vessela Dantcheva, Spela Cadez, Marina Rosset, Regina Pessoa, Magda Guidi (Italy-Europe) 2014
HairCut di Virginia Mori (Italy-France) 2014
Postindustrial di Boris Pramatarov (Bulgaria 2015)
Navigations Triptych #3 di Iain Gardner (U.K. 2015)
Mr Sand di Soetkin Verstegen (Denmark – Belgium 2016)
Peter’s Forest di Marina Mestrovic (Croatia 2016)
Travelling Country di Vessela Dantcheva & Ivan Bogdanov (Bulgaria 2016)
Abend di Izabela Plucinska (Germania 2016)
Das Gavetas Nascem Sons di Vitor Hugo (with Collettivo Sonoscopia, Portugal 2017)
Letting Go di Ülo Pikkov (with Amos Cappuccio, Estonia – Denmark 2017)
The Sinking of the Truth di Autori Vari (with Amos Cappuccio, Denmark 2017)
Egg di Martina Scarpelli (with Amos Cappuccio, Denmark – France 2018)
Lo Spirito della Notte di Manfredo Manfredi (Italy 2018)
Macula di Giuseppe Spina – Leonardo Carrano (Italy 2018)
Per tutta la Vita di Roberto Catani (Italy-France 2018)
Florigami di Iva Ciric (with Amos Cappuccio, Serbia-Croazia 2019)
Imbued Life di Ivana Bosnjak – Thomas Johnson (Croatia 2019)
Memorie di Alba di Andrea Martignoni – Maria Steinmetz (Italia – Germania 2019)
Bloom di Qra (Italia 2019)
Freeze Frame di Soetkin Verstegen (with Michal Krajczok, Germania 2019)
Season di Giovanna Lopalco (Spagna – Francia 2019)
Turtle and Hare di Ülo Pikkov (Estonia 2020)
Gibbous Moon di Erika Grace Strada (Denmark 2020)
Happiness di Andrey Zhidkov (Russia 2020)