Lucca Comics annuncia il gemellaggio con Angoulême, ospite d’onore Alex Alice

Con un’inatteso ma graditissimo comunicato, Lucca Comics ha annunciato un gemellaggio con il prestigioso Festival International de la BD  di Angoulême, il maggiore dei Festival Europei del Fumetto, ed uno dei più importanti al mondo. Grazie a questo accordo, l’ Angoulême Guest of Honour dell’edizione  2019 del Festival di Angoulême, ovvero il talentuoso Alex Alice, sarà presente a Lucca Comics & Games 2019.

Alex Alice sarà coinvolto all’interno dello spettacolo di Voci Di Mezzo, e in panel e performance sulla sua carriera. 

 

Alex è veramente  fra i più interessanti artisti della sua generazione, rivelatosi : “Le Troisième Testament”, opera d’esordio che ne fece apprezzare le capacità, il ” Siegfred“, ispirato all’opera omonima di Wagner, che gli è valso   lo Spectrum Gold Award, principale riconoscimento mondiale per l’illustrazione fantastica. ed il recentissimo “Il Castello delle Stelle“, in cui mescola richiami a Jules Verne e Hayao Miyazaki, utilizzando un’affascinante tecnica ad acqurello. Quest’ultima opera  è pubblicata in Italia nella collana Oscar Ink in due volumi rilegati di grande formato, che riuniscono i 4 volumi fino ad ora usciti.

Un quinto volume è attualmente in lavorazione. Potete trovare nella gallery, sotto al comunicato ufficiale, alcune pagine del quinto volume de Il Castello delle Stelle svelate dallo stesso Alex Alice sui propri social.

Lucca Comics & Games incontra il Festival international de la bande dessinée d’Angoulême e insieme sono felici di annunciare il loro gemellaggio, con l’obiettivo di valorizzare il Fumetto Italiano in Francia e la Bande Dessinée in Italia. La partnership si concretizzerà ogni anno con la presenza a Lucca Comics & Games di un Angoulême Guest of Honour e al Festival d’Angoulême di un Lucca Guest of Honour, per celebrare la tradizione e l’innovazione delle due scuole.


L’Angoulême Guest of Honour 2019 a Lucca Comics & Games è il grande Alex Alice. Poliedrico artista francese due volte vincitore del prestigioso Spectrum Award, è uno degli autori di fumetti più dotati della sua generazione. Il suo ambizioso progetto Siegfried, ispirato all’opera di Wagner, gli è valso lo Spectrum Gold Award, principale riconoscimento mondiale per l’illustrazione fantastica. Dopo aver venduto oltre un milione di libri, tradotti in una ventina di lingue, Alex Alice non ha esitato a rinnovare completamente il proprio stile con la sua nuova, fortunata serie Il castello delle stelle: interamente realizzate ad acquerello, le sue tavole rievocano le illustrazioni dei romanzi di Jules Verne così come i ricordi incantati di viaggi giovanili tra i castelli bavaresi. 

Alex Alice sarà coinvolto all’interno dello spettacolo di Voci Di Mezzo, e in panel e performance sulla sua carriera. 

UNO SGUARDO SULL’AUTORE – ALEX ALICE 

Alex Alice è un fumettista e artista francese, che lavora abitualmente in Francia e talvolta negli Stati Uniti. Nato nel 1974, è cresciuto nel sud della Francia e ha avuto la possibilità di viaggiare per l’Europa, dove ha sviluppato una passione per le rovine e i castelli che risalgono all’età medievale e romantica.
Questo interesse ha ispirato la sua arte, dalla cupa ambientazione medievale del thriller esoterico “Terzo testamento” (Panini Comics, 1997-2003, scritto insieme a Xavier Dorison) al mondo primordiale e mitologico di “Siegfried” (Panini Comics, 2007-2011), una rivisitazione della saga nordica del grande assassino di draghi.
Il suo interesse spazia dal cinema all’animazione, dalla pittura all’illustrazione (ha ricevuto 2 Spectrum Fantastic Art awards per le sue copertine), fino ad arrivare alle belle arti e alla scultura. Nel 2015 ha esposto alcune sculture legate a Siegfried insieme allo scultore francese Christophe Charbonnel. Il suo “Siegfried” è stato anche trasformato in una performance video con la musica di Wagner, per essere eseguita dalla Orchestre National de Lyon.
La sua ultima serie è, a oggi, il suo lavoro più personale. Ne “Il castello delle stelle” (Mondadori), attinge a Jules Verne e al romanticismo del diciannovesimo secolo per creare un mondo acquatico di avventure e meraviglie, che ha incantato sia gli adulti che i giovani lettori. Una mostra speciale su questa serie è stata prodotta nel 2017 dal Festival Internazionale del Fumetto di Angoulême, che ha esposto 70 opere d’arte originali insieme a costumi, oggetti di scena e modelli. Le sue opere sono state tradotte in 19 lingue.
Fonti Consultate: Comunicato Stampa,librimondadori

Scrivi il tuo bel Commento, dai! Ma PRIMA leggi qui: http://www.afnews.info/wordpress/help/norme-di-comportamento-su-afnews/

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.