Takemiya Keiko: la vogliamo invitare in Italia? Dai!

L’amico Paul Gravett, famoso esperto planetario di fumetto e manga, mi ha scritto, dalla Japan Foundation di Londra, invitandomi a suggerire, a chi si occupa di manifestazioni fumettistiche et similia in Italia, di invitare, finalmente, Takemiya Keiko, autrice giapponese classe 1950, ben nota e titolata, che fu, negli anni 70, apripista per il fumetto per ragazze che parlava dell’amore omosessuale maschile. Che ne dite? Passate parola ovunque: sarebbe carino festeggiarla in Italia per i suoi meravigliosi 70 anni!