Il Grande Belzoni di W. Venturi arriva in libreria ed a Padova si preparano le celebrazioni

In occasione della mostra evento L’Egitto di Belzoni. Un gigante nella terra delle piramidi“, che si aprirà a Padova il 25 ottobre prossimo, dedicata alla figura, ed alle scoperte di Giovanni Battista Belzoni ( Padova, 5 novembre 1778 – Gwato ( oggi Ughoton), 3 dicembre 1823),   la Sergio Bonelli Editore ripropoporrà, a settembre, in formato cartonato da libreria, il bel romanzo a fumetti, “Il Grande Belzoni“, uscito nel 2013, vera prova d’autore di Walter Venturi.

La mostra internazionale ,  “L’Egitto di Belzoni. Un gigante nella terra delle piramidi”, ospitata nella sede del  Centro Culturale Altinate, intende essere un grande omaggio che la Città del Santo, rende a questa mitica figura di avventuriero, esploratore e pioniere dell’ archeologia italiana nel 200 esimo anniversario dell’ultimo viaggio che Belzoni fece, nel 1813, nella sua città natale..Saranno esposti circa 200 reperti provenienti da alcuni dei più importanti musei europei, dal  British Museum, al Louvre, dai Musei Vaticani, dal Museo Egizio di Torino e  dal museo di Bristol (città natale della moglie di Belzoni, Sarah Banne).

Sono previste anche numerose istallazioni, il centro diventerà uno spicchio di Antico Egitto in terra di Padova, con tanto di riproduzione di una piramide ed un ampio sostegno multimediale

Il volume di Walter Venturi nelle sue 288 pagine  ripercorre l’avventura umana di Belzoni, dai suoi giorni di uomo forzuto, per sbarcare il lunario a Londra, all’incontro con la moglie, al viaggio in Egitto, che  trasformerà la loro vita,  le sue grandi scoperte nella terra dei Faraoni ( che secondo un commento del Times dell’epoca lo resero “L’Italiano più famoso al Mondo“), fra fallimeti, imboscate, tradimenti, che lo spinsero anche a dar vita a comportamenti ben poco ortodossi, come lasciare la sua firma   “Scoperta da G. Belzoni il 2 marzo 1818“ all’interno della piramide di Chefren. Giusto per evitare che anche questa scoperta venisse attribuita ad altri. Velleitarismi e memorabili imprese. Il rapporto complicato ma affettuosissimo, con Sarah Banne, con l’Africa, con i cambiamenti della società della sua epoca che lo spingeranno ad un’ultima titanica e solitaria impresa. Andando incontro al proprio Destino nella corsa verso la Mysteriosa Timbuctù, antica ed inaccessibile Città Santa dell’Islam in Africa. il Santo Graal di tanti esploratori africani.

 

Stranamente questa edizione da libreria, certamente prestigiosa, non viene proposta a colori, come accade in altre occasioni, e questo un pò ce ne dispiace da lettori affascinati di questa bella opera.

La mostra di Padova resterà aperta  dal 25 ottobre 2019  fino al 28 giugno 2020. E’ una vera e grande occasione per riscoprire, in modo definitivo la figura del Gigante d’Egitto. E magari iniziare a riscoprire anche altri grandi figure dell’esplorazione italiana del 1800 come Pietro Savorgnan Brazza.

Fonti Consultate: Preview 45, blogdipadova,@ilgrandebelzoni

Scrivi il tuo bel Commento, dai! Ma PRIMA leggi qui: http://www.afnews.info/wordpress/help/norme-di-comportamento-su-afnews/

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.