Al Cartoon Digital di Cagliari anche il fenomeno multimediale “Warriors”

CARTOON DIGITAL, LA SFIDA DELLE TV EUROPEE AGLI OTT

A CAGLIARI ARRIVA IL FENOMENO “WARRIORS” DA 4OO MILIONI DI VISUALIZZAZIONI

Dopo l’apertura dedicata agli Italian Days, a Cagliari, il 21 maggio è stato il giorno d’inizio di Cartoon Digital, il master europeo sull’animazione digitale organizzato dall’associazione europea Cartoon Media, fino al 23 maggio alla Manifattura Tabacchi, grazie all’iniziativa della Fondazione Sardegna Film Commission, Regione Autonoma della Sardegna e Cartoon Italia, l’associazione nazionale dei produttori di animazione.

A chiudere le due sessioni degli Italian Days, dedicate alla formazione di giovani talenti locali e nazionali, il disegnatore, romanziere e regista cagliaritano Igort, uno dei migliori talenti dell’illustrazione che l’isola ha disseminato nel mondo, nonché direttore di Linus, la storica rivista di fumetti fondata nel 1965. “Pensare per immagini nel magico mondo di Oblomov”, il titolo del suo intervento sulla Oblomov Edizioni da lui fondata e diretta, società editrice sarda parte della casa editrice La Nave di Teseo.

Promuovere la Sardegna nel mondo dell’industria audiovisiva e dell’animazione significa anche stimolare la creatività dei nostri giovani talenti e il lavoro dei produttori emergenti. Questa iniziativa rappresenta perciò un importante momento di confronto dedicato a chi per lavoro o passione è in contatto col mondo del cinema d’animazione”, ha dichiarato Christian Solinas, Presidente della Regione Sardegna, regione impegnata in prima fila nella formazione di una nuova generazione di professionisti dell’audiovisivo attenti alla sostenibilità ambientale, economica e sociale.

36 i relatori tra i 220 partecipanti provenienti da 22 paesi di questa tre giorni sull’animazione digitale e contenuti per gli schermi connessi, a partire dai responsabili delle tv pubbliche europee, che si confronteranno sulle sfide che devono affrontare rispetto alle grandi piattaforme OTT (Over-The-Top) – cioè le imprese che forniscono, attraverso la rete Internet, servizi, contenuti e applicazioni, senza passare dai canali tradizionali, operando quindi unicamente tramite la rete – sulla competizione nei servizi su abbonamento con canone periodico e su come connettere i propri programmi con il loro pubblico, ovunque esso si trovi, a complemento della loro offerta digitale. Nel 2023 si prevede che circa il 70% delle famiglie avrà un abbonamento a un servizio OTT generando ricavi per gli OTT in Europa fino a 23 miliardi di dollari nel 2023, ovvero più del doppio del 2017. Il Regno Unito è il più grande consumatore di questi servizi, seguito da Germania e Francia. In totale gli abbonamenti ai servizi SVoD sono esplosi con quasi 100 milioni di abbonati in Europa (rispetto ai 50 milioni del 2017).

Proprio dal successo su un OTT arriva “Warriors”, serie di romanzi d’avventura fantasy per ragazzi dagli 8 ai 13 anni con 400 milioni di visualizzazioni su YouTube, oggetto del case study di domani con Jeremy Banks di Coolabi, uno dei principali gruppi internazionali indipendenti e proprietari di diritti, con oltre 40 milioni di libri venduti fino ad oggi, con licenza in più di 30 lingue, che sta portando il marchio “Warriors” oltre i libri: lo sviluppo del brand prevede adesso un lungometraggio. A David Heyman, il produttore della saga “Harry Potter” e “Paddington” l’opzione sul film da realizzarsi. Un passo divenuto inevitabile, visto che dal lancio della serie di libri, i fan di tutto il mondo hanno creato fan art, animazioni e contenuti che ricevono collettivamente oltre 400 milioni di visualizzazioni su YouTube. Senza contare gli oltre 500 canali YouTube dedicati ai Warriors. Jeremy Banks e Maurice Wheerel di Kids Industries spiegheranno come il marchio è stato ridisegnato per crescere esponenzialmente.

Cartoon Digital, improntato all’ecosostenibilità, è organizzato con il supporto di Creative Europe Media, Unione Europea – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione Sardegna Film Commission, Cartoon Italia, Rai Ragazzi, in collaborazione con Mondo TV Iberoamerica. Partner dell’evento: CTM Spa, Accademia Casa Puddu, Oleificio Masoni Becciu, le cantine Santa Maria la Palma Alghero e Su Entu, la collaborazione del Centro Nazionale del Fumetto e di Sardegna Ricerche e la media partnership di Fred Radio e Radio X.

Per la prima volta in Italia il master europeo sull’animazione digitale

Cagliari ospita Cartoon Digital, il master europeo sull’animazione digitale che per la prima volta si svolge in Italia, dal 21 al 23 maggio, grazie all’iniziativa della Fondazione Sardegna Film Commission, Regione Autonoma della Sardegna e Cartoon Italia, l’associazione nazionale dei produttori di animazione.

È infatti sull’animazione che la Fondazione Sardegna Film Commission ha deciso di puntare come settore trainante dei prossimi anni per lo sviluppo della filiera audiovisiva in Sardegna, dell’occupazione e per la promozione del territorio.

Organizzato dall’associazione europea Cartoon Media basata a Bruxelles, Cartoon Digital sarà preceduto, il 20 e 21 maggio, dagli Italian Days, due sessioni rivolte ai nuovi talenti e ai produttori italiani. Un evento nell’evento che si inserisce nell’ambito del progetto NAS, Nuova Animazione Sardegna, grazie al quale sta nascendo un laboratorio di produzione e alta formazione permanente che da Cagliari coinvolgerà in seguito tutta l’isola, dove chi sarà formato sarà immediatamente impiegato sui progetti che verranno prodotti in Sardegna.

«NAS è un progetto ambizioso – ha dichiarato Nevina Satta, direttrice generale della Fondazione Sardegna Film Commissione quello con Cartoon Digital è un taglio di nastro simbolico, realizzato grazie al supporto di Cartoon Italia e con l’investimento di Rai Ragazzi. Non si potrebbe augurare un migliore inizio alla nostra regione che sta iniziando un percorso trasversale di promozione dei talenti locali e attrazione di operatori internazionali. Per la Sardegna è un’ottima opportunità».

Di altissimo livello i relatori, che condivideranno le loro conoscenze sugli ultimi sviluppi in tema di animazione digitale e contenuti per gli schermi connessi. Fra gli ospiti, i maggiori broadcaster pubblici europei, come Rachel Bardill (CBeebies – BBC), Sebastian Debertin (Kika, ARD/ZDF), Tiphaine de Raguenel (France Télévision), Yago Fandiño Lousa (RTVE), Luca Milano (Rai Ragazzi), e numerosi produttori ed esperti italiani e internazionali. Fra questi, Maria Bonaria Fois (Mondo Tv Iberoamerica), Roch Lener (Millimages), Tom Van Waveren (Cake Entertainment), Alfio Bastiancich (Showlab), Cristian Jezdic (BeQ Entertainment), Caterina Vacchi (Atlantyca Entertainment), Davide Tromba (Animoka).

«Dato che il panorama audiovisivo è ridisegnato da una massiccia offerta di nuovi contenuti digitali e dall’evoluzione dei modelli di consumo dei bambini, è molto importante informare l’industria dell’animazione delle nuove possibilità offerte, in quanto questi cambiamenti possono presentare maggiori opportunità per i loro programmi, da guardare su una scala più globale. – Ha detto Marc Vandeweyer, direttore generale di Cartoon Media – I 36 relatori che convergeranno a Cagliari per questi 3 giorni daranno raccomandazioni significative e pratiche ai produttori su come possono meglio definire le loro strategie digitali grazie a numerosi casi di studio e tavole rotonde. Siamo molto felici di ospitare questo evento su questa isola bellissima e sostenibile e con 220 partecipanti provenienti da 22 paesi diversi non potremmo desiderare un successo maggiore».

Alla Manifattura Tabacchi, sede dell’evento, anche il mondo dei videogame e della realtà virtuale, con Aymar Azaizia di Ubisoft, Canada, uno dei maggiori sviluppatori di videogiochi con oltre 40 studi e uffici nel mondo, con la presenza dell’Aesvi (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani), di Michel Reilhac, curatore del concorso VR per la Biennale di Venezia, mentre Iole Giannattasio, rappresentante del Mibac, illustrerà ai partner internazionali il sistema di finanziamento pubblico italiano previsto dalla nuova legge Cinema.

Aperto a tutti i professionisti dell’animazione, Cartoon Digital vedrà la presenza fra i partecipanti di Iginio Straffi (Gruppo Rainbow), Elizabeth De Grassi (Walt Disney Television Italia), Caterina Gonnelli (Disney Channels France e EMEA), Nicole Keeb (ZDF), ed altri top manager televisivi, produttori, distributori, autori.

Durante gli Italian Days inoltre, professionisti e produttori offriranno la loro esperienza sui temi della scrittura, della produzione, dello storytelling, dando linee guida per presentare un progetto in modo efficace.

Tra i relatori del programma di coaching, Luca Milano e Annita Romanelli per Rai Ragazzi, Anne-Sophie Vanhollebeke per Cartoon Italia; Nevina Satta per Sardegna Film Commission, Marino Guarnieri (presidente Asifa Italia) e il disegnatore, romanziere e regista cagliaritano Igort, uno dei migliori talenti dell’illustrazione che l’isola ha disseminato nel mondo.

Quattro giorni di conferenze ma anche di occasioni di networking nella suggestiva cornice di alcuni fra i luoghi più belli del capoluogo sardo che diventerà il primo “polo dell’immagine” in Italia, contribuendo così alla costruzione di un progetto nazionale unitario e integrato che vede nella creazione di poli specializzati un importante aiuto al sistema italiano dell’animazione, uno dei settori dell’audiovisivo in più rapida crescita.

L’evento, che sarà improntato all’ecosostenibilità, è organizzato con il supporto di Creative Europe Media, Unione Europea – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione Sardegna Film Commission, Cartoon Italia, Rai Ragazzi, in collaborazione con Mondo TV Iberoamerica. Partner dell’evento: CTM Spa, Accademia Casa Puddu, Oleificio Masoni Becciu, le cantine Santa Maria la Palma Alghero e Su Entu, la collaborazione del Centro Nazionale del Fumetto e di Sardegna Ricerche e la media partnership di Fred Radio e Radio X.