CotB 2019: Ocelot, Plympton, Topolino e Dragonero, anteprime, mostre, incontri… tutti a Torino!

A TORINO TUTTI I COLORI DEL FANTASTICO

Torino è per il terzo anno la casa di Cartoons on the Bay, il festival internazionale della televisione per ragazzi e dell’animazione cross-mediale, promosso da Rai e organizzato da Rai Com, in collaborazione con la Film Commission Torino Piemonte, la FIP e la Regione Piemonte. Un connubio che ha portato splendidi frutti, viste le due fortunatissime edizioni che hanno preceduto questa numero ventitre.

Ancora sotto la Mole, dove si appoggia la donna del futuro disegnata da Maurizio Manzieri, uno dei più importanti illustratori di fantascienza e fantastico del panorama internazionale. E il fantastico nell’animazione è proprio il tema dell’anno, edizione che celebra quei mondi, futuri, alternativi, distopici, multidimensionali, fiabeschi, che hanno fatto sognare generazioni di lettori, giocatori, spettatori. Tutti quanti si troveranno a Torino, ancora una volta nella cornice davvero unica di Palazzo Carignano, Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, dall’11 al 13 aprile 2019, per vivere nuove avventure in mondi fantastici e incontrare molti artisti che questi mondi li hanno creati.

A partire da Bill Plympton, uno dei maestri dell’animazione indipendente, che con i suoi lavori ha influenzato almeno un paio di generazioni di giovani animatori. Ritirerà il Pulcinella Career Award dalle mani del direttore artistico Roberto Genovesi, che spegne quest’anno dieci candeline alla guida di Cartoons on the Bay. Era il 2009 quando a Rapallo dichiarò aperta la sua prima edizione. Dieci anni che hanno visto passare, tra la Liguria, Venezia e Torino, tanti grandi nomi dell’animazione, dei videogiochi e del crossmediale, da Don Bluth a Sylvia Anderson, da Yoshiyuki Tomino a Carlos Saldanha, passando per Annette Tison e Talus Taylor, Mordillo e Bruno Bozzetto.

Una tradizione che si rinnova quest’anno, con Plympton e con Michel Ocelot, che riceverà il Pulcinella alla Carriera, con dicitura rigorosamente italiana per l’animatore, regista, illustratore, artista francese, che incantò il mondo nel 1998 con il suo primo lungometraggio, Kirikù e la strega Karabà. E da allora non ha più smesso. Ripercorreremo durante il festival parte della sua carriera con alcuni dei suoi lungometraggi. Più uno. Nuovissimo e bellissimo.

Tutto questo mentre come sempre le giurie ufficiali dei concorsi di Cartoons on the Bay decreteranno i vincitori dei Pulcinella Award 2019, scelti tra le opere selezionate tra oltre cinquecento produzioni internazionali, provenienti da ogni parte del mondo.

Giuria Internazionale: Linda Granath (Responsabile Acquisizioni Bambini e Ragazzi, SVT), Jeff Wamester (Regista, Disegnatore, Storyboard Artist, Art Director), Pierre Siracusa (Responsabile dipartimento animazione, bambini e ragazzi, France Télévisions), Henrietta Hurford-Jones (Responsabile Contenuti per bambini e co-produzioni, BBC Studios), Luca Milano (Direttore Rai Ragazzi)

Giuria Lungometraggi: Luca Raffaelli (Giornalista), Marino Guarnieri (Regista), Rhianna Pratchett (Autrice e sceneggiatrice Video-game, Comics, Film, TV)

Competizione, ma anche anteprime.

Una è proprio il nuovo film di Michel Ocelot, il bellissimo Dilili a Parigi, in collaborazione con Movies Inspired e BIM. E ancora dalla Francia, facciamo un salto nel futuro con A Spasso con Willy, in collaborazione con Notorious Pictures.
Cartoons on the Bay è anche videogiochi, e a proposito di fantasia, ce ne voleva davvero tanta per riuscire a risolvere gli enigmi di Syberia, la trilogia videoludica partorita dall’eclettico artista belga Benoît Sokal, che riceverà il Pulcinella Career Award per i videogiochi.
Va invece alla Marvel Animation il premio di studio dell’anno. La divisione televisiva della factory del compianto Stan Lee presenterà una selezione delle sue serie animate per il piccolo schermo, con protagonisti i supereroi che da oramai un decennio dominano il box office cinematografico mondiale.

Appuntamento fisso quello con il Pitch Me!, il concorso dedicato ai giovani che hanno un’idea nel cassetto con il sogno di farla diventare realtà. Anche quest’anno una giuria di esperti è chiamata a giudicare queste future opere d’animazione e cross-mediali.

Giuria: Mattia Surroz (Autore, Cartoonist), Stefano Vietti (Autore, Cartoonist), Luca Enoch (Autore, Cartoonist)

E come ogni anno Cartoons on the Bay presenta un ricco programma anche per le scuole, con oltre 1300 studenti di Torino e provincia che verranno coinvolti nelle mattinate del Cinema Ambrosio. Una tappa fissa e fondamentale nel percorso del festival, come la collaborazione con Unicef e gli incontri con gli artisti. Come Stefano Vietti e Luca Enoch, i creatori di Dragonero, la serie a fumetti griffata Sergio Bonelli Editore.

Ian Aranill, il protagonista di Dragonero, compie quest’anno dodici primavere, ed è a lui dedicata una mostra che racconta il progetto crossmediale che lo coinvolge e che vede collaborare Bonelli con Rai. Anche per i ragazzi sono previste grandi anticipazioni, con le migliori serie in arrivo da Planeta Junior, Nickelodeon e Rai Ragazzi.

Abbiamo parlato di primavere e ne conta novanta il personaggio al centro dell’altra mostra di quest’anno. “Omaggio a Topolino – La storia di una pop star” sintetizza perfettamente il senso di questo storico compleanno, in collaborazione con Walt Disney Italia.
Disney che presenterà anche tante novità, tra cui l’attesa serie 101 Dalmatian Street, ispirata al romanzo “I cento e uno dalmata” di Dodie Smith.

Anche quest’anno, infine, verranno consegnati durante il festival due premi a cui Cartoons on the Bay tiene particolarmente, Il Migrarti Cartoon Award e il premio alla memoria di Giuseppe Laganà, arrivato quest’anno alla sua quarta edizione.

Tutto questo e molto, molto di più, a Cartoons on the Bay 2019.

LE ANTEPRIME

A spasso con Willy, ma non parliamo di una passeggiata come tutte le altre. Bensì di una passeggiata tra le stelle e su un altro pianeta, un’avventura che è anche un percorso di crescita e di formazione. Willy si divide dalla sua famiglia a seguito della distruzione della loro navicella spaziale. Catapultato con la sua capsula di salvataggio su un pianeta sconosciuto e apparentemente ostile, aiutato solo dal suo robot di sopravvivenza, dovrà imparare da solo cosa vuol dire poter badare a se stessi. In compagnia di Buck, il suo robot di sopravvivenza, dovrà cavarsela fino all’arrivo dei soccorsi. Nel mentre troverà dei nuovi amici e vivrà tante avventure che il pubblico di Cartoons on the Bay potrà godere in anteprima italiana. Il regista Eric Tosti è già noto al pubblico italiano e agli esperti del settore come creatore della fortunata serie Vita da giungla, di cui ha anche sceneggiato il film per il grande schermo. A spasso con Willy è la sua opera prima per il cinema. Il film uscirà nelle sale italiane il 18 aprile, distribuito da Notorious Pictures, che ringraziamo per la collaborazione.

Dilili a Parigi è l’ultimo film di Michel Ocelot, fresco vincitore del César per il miglior film d’animazione. E ci racconta una storia straordinaria, quella della piccola Dilili, ragazzina kanak originaria della Melanesia, che si trova a Parigi per l’esposizione universale del 1900, in piena Belle Époque. Dilili dell’Expo è un’attrazione, in quello che veniva definito lo “Zoo Umano”, il padiglione che esibiva al pubblico tutti i popoli del mondo. Dilili invece vuole scoprire Parigi e il nuovo secolo. Lo farà, passeggiando per le strade della Ville Lumière e facendo incontri strabilianti. Un film magico, come tutte le opere di Michel Ocelot, come sempre una parabola sulla tolleranza, sull’importanza della conoscenza del prossimo, della cultura in generale. Soprattutto, una bellissima lettera d’amore nei confronti di Parigi, città colpita duramente negli ultimi anni, ma sempre strabiliante. Dilili a Parigi uscirà nelle sale italiane il 24 aprile, distribuito da Movies Inspired e BIM, che ringraziamo per la collaborazione.

LE MOSTRE DI CARTOONS ON THE BAY 2019

Dragonero – dal fumetto all’animazione
Presentata da RAI Ragazzi e Sergio Bonelli Editore e allestita nei prestigiosi spazi del Centro di Produzione Televisivo RAI di Via Verdi, “Dragonero – dal fumetto all’animazione” racconterà l’affascinante mondo fantasy dell’eroe creato da Luca Enoch e Stefano Vietti, protagonista di innumerevoli avventure narrate in fumetti, romanzi, giochi di ruolo. Attraverso studi di personaggi, progetti di ambienti narrativi, tavole a fumetti in bianco e nero e a colori, mappe e filmati, il pubblico potrà ripercorrere l’evoluzione narrativa e grafica dell’intero progetto, dalla sua ideazione, nel 1995, a oggi, svelando per la prima volta immagini e trailer della futura serie animata.
Dragonero esordisce nel 2007 nel format della Sergio Bonelli Editore “Romanzi a fumetti”. Nel 2014 diventa una serie regolare mensile e in seguito al suo grande successo sono nati degli altrettanto fortunati spin-off, sempre a fumetti. “Dragonero Adventures”, la serie a colori per bambini, e “Senzanima”, graphic novel per un pubblico più maturo. Poi sono arrivati i romanzi di narrativa, l’Atlante del mondo di Dragonero, il taccuino di viaggio, il gioco di ruolo e altro merchandising. Oggi le avventure di Dragonero vengono pubblicate in numerosi Paesi, tra cui Brasile, Messico, Francia, Spagna e Stati Uniti. Dragonero è un perfetto esempio di successo cross-mediale.

TOPOLINO- LA STORIA DI UNA POPSTAR

Novant’anni, e decisamente non sentirli. Topolino è molto più di un semplice personaggio dei fumetti e del cinema, è anche più di un’icona pop. Topolino è un emblema del XX secolo, nelle sue forme più disparate. Rappresenta la tenacia di Walt Disney nel decidere, nel 1928, dopo essere stato licenziato dalla Universal, di dedicarsi da quel momento solo a personaggi e storie di sua proprietà esclusiva. Topolino è l’incarnazione stessa del sogno americano. D’altronde si dice sempre che il cinema sia fatto della stessa materia dei sogni, è quindi evidente che quel 17 marzo 1929, quando Mickey Mouse fu ufficialmente fatto conoscere al mondo con il cartone animato Plane Crazy, si sia creato un cortocircuito senza fine, arrivato fino ai giorni nostri e che sembra proprio avere un futuro ampiamente assicurato
Ripercorrere la storia di Mickey Mouse significa anche, inevitabilmente, ripercorrere un quasi secolo di straordinari, bellissimi, tragici, indimenticabili o trascurabili eventi. Perché Topolino, di cellulosa o di celluloide, ci ha accompagnato attraverso tutto questo, talvolta ne è stato addirittura protagonista, osservatore, commentatore. Ci ha guardati dentro, ci ha capiti, coccolati, forse ogni tanto anche ingannati, ma sempre a fin di bene. Non è possibile immaginare un mondo senza Topolino. Per questo Cartoons on the Bay si unisce al mondo intero per augurargli buon compleanno, con una mostra che cerca di essere, per quanto impossibile, esaustiva in un percorso ben preciso, ospitato in un altro pezzo di storia, la RAI di Torino, dove sono successe tante cose che hanno cambiato l’Italia e il mondo. Proprio come ha fatto Topolino.

LE NOMINATION DI RAI RAGAZZI AI PULCINELLA AWARDS

Sono ben nove i titoli di Rai Ragazzi che hanno ricevuto una nomination al Festival Cartoons on the Bay 2019, che premia con il Pulcinella Award le migliori serie di animazione e live-action destinate a bambini e ragazzi. Un record assoluto quest’anno riguarda la cinquina della categoria live action, o fiction per ragazzi, dove sono ben quattro i titoli Rai selezionati, tutti per Rai Gulp: “Jams”, “Club 57”, “Find me in Paris” e “Penny on M.A.R.S.”. “Jams”, unico titolo già uscito su Rai Gulp, è la prima serie per ragazzi che parla di molestie sui minori. Una serie che coinvolge, informa, sensibilizza, con il racconto di un gruppo di amici di prima media che scoprono che una di loro è oggetto di molestie da parte di un vicino di casa. Dieci episodi prodotti da Rai Ragazzi e da Stand By Me, con il supporto di un team di specialisti. “Club 57” è il nuovissimo titolo che debutterà su Rai Gulp da metà aprile in prima serata e verrà poi diffuso in tutto il mondo. Una coproduzione italo americana, tra Nickelodeon e Rainbow, in collaborazione con Rai Ragazzi, con riprese in Puglia e a Miami. Un viaggio anche nel tempo, ragazzi di oggi che si trovano a vivere l’epoca dei loro nonni, tra i colori e le musiche degli anni ’50. M.A.R.S. (Musical Arts Reiner School) invece, è un prestigioso liceo musicale dove sono state ammesse la 14enne Penny e la sua amica del cuore Camilla. “Penny on M.A.R.S.” è una serie italiana, girata in lingua inglese a Milano e dintorni, prodotta da 3zero2 per Disney Channel e per Rai Gulp. Dalla Pietroburgo del 1905 alla Parigi di oggi: è “Cercami a Parigi” (“Find me in Paris”). Protagonista una giovane ballerina russa che si ritrova catapultata all’Opéra di Parigi, in una classe di danza, tra la vita dei ragazzi di adesso. Una produzione Federation Entertainment per Disney Channel, ZDF e per Rai Gulp, dove arriverà nel prossimo autunno. Nel campo delle serie a cartoni animati per bambini, “44 gatti”, la serie prodotta dalla Rainbow in collaborazione con l’Antoniano di Bologna e Rai Ragazzi, è candidata come miglior serie tv prescolare. La serie, uno dei grandi successi di Rai Yoyo, è distribuita in tutto il mondo. Fra le serie prescolari, è candidata anche “Gigantosaurus”. Sviluppata in CGI dallo studio francese Cyber Group in collaborazione con Disney Channel e Rai Ragazzi, vede le avventure di quattro giovani amici dinosauri che crescono nel periodo Cretaceo fra nuovi vulcani che spuntano in continuazione, brachiosauri e enormi triceratopi che vagano liberi, piogge di meteoriti e un grande cattivo Gigantosauro che regna su tutto. Per i bambini più grandi, “OPS-Orrendi per sempre”, la nuova serie dello Studio Campedelli con Samka Productions, Movimenti Production e Cosmos Animation su uno strampalato e grottesco gruppo di amici, concorrerà nella categoria Kids. Ispirata ai libri per ragazzi “Orrendi per sempre”, pubblicati da Giunti Editore, la serie da 52 episodi di 12 minuti è diretta da Alessandro Belli. Candidata fra i programmi kids anche “Artù e i Bambini della Tavola Rotonda”, una commedia epica piena d’azione e mistero con una banda di bambini impegnata a proteggere la magica spada Excalibur, serie in CGI della francese Blue Spirit Productions, prossimamente su Rai Gulp. Infine, nella categoria piloti di serie, “Food Wizards”, progetto della società di produzione Zocotoco in collaborazione con la MAD di Napoli e Rai Ragazzi, ha ottenuto la candidatura al Pulcinella Award. Una serie sulla sana alimentazione piena di avventure fuori e dentro il corpo umano, con i disegni del giovanissimo talento Francesco Filippini.

Il programma completo sul sito del Festival.

I commenti sono chiusi.