C’erano una volta i Fumetti in TV! Ma prima ancora c’erano…

Le bandes dessinées pour la Télévision Belge. Eh, sì. I nostrani Fumetti in TV (ricordati con grande affetto da chi li vide all’epoca) vengono creati nel 1972 per la RAI da Guido De Maria e Giancarlo Governi.
Ma nell’ancora più lontano 1955 è la televisione del Belgio a presentare, ai suoi giovani spettatori, il lavoro, decisamente artigianale, fatto dalla Belvision. Anche in questo caso non si trattava di cartoni animati, ma proprio di veri fumetti con le nuvolette cancellate, ripresi dalle telecamere, corredati di sonoro, doppiaggio e piccolissimi interventi utili a dare l’illusione del movimento: qualche braccio che si muove (ritagliato e spostato a mano), un poco di zoom e cosette del genere (che oggidì chiunque può farsi a casa sul proprio computer). All’inizio furono i fumetti di Willy Vandersteen.

Poi, nel 1956, tocca a Tintin, ovviamente. Tutto molto rudimentale e corredato di errorucci qua e là, ma l’avventura dei fumetti in TV era partita!
Più avanti, con investimenti maggiori, si tornò a fare della vera animazione e il fumetto restò sulla carta… Almeno fino al 1972, quando, come dicevo, in Italia fece il suo ingresso trionfale Gulp! (poi Supergulp!).

Puoi scoprire tutti i dettagli di questa storia su: tintinomania.com