Al Bergamo Film Meeting la personale completa dell’animatore Mariusz Wilczyński

BERGAMO FILM MEETING
International Film Festival
37a edizione, 9 – 17 marzo 2019

Bergamo Film Meeting conferma il suo interesse verso il cinema d’animazione proponendo in anteprima nazionale la personale completa del regista, animatore, pittore, cartonista e performer polacco Mariusz Wilczyński.

La sezione si aggiunge al già annunciato omaggio dedicato a Jean-Pierre Léaud, attore simbolo della Nouvelle Vague francese, icona e alter ego di François Truffaut e interprete privilegiato del cinema europeo d’autore a partire dalla fine degli anni ‘50; al progetto Pasolini e le Mille e una notte, composto da una mostra fotografica, una tavola rotonda e la proiezione di tre film di uno dei più grandi intellettuali italiani del Novecento; all’approfondimento sulle contaminazioni tra cinema e arte contemporanea che vedrà protagonisti gli artisti svedesi Nathalie Djurberg e Hans Berg.

Bergamo Film Meeting inaugurerà ufficialmente la sua 37a edizione venerdì 8 marzo, presso l’ExChiesa di Sant’Agostino alle ore 20.30, con la sonorizzazione live di Metropolis, capolavoro di Fritz Lang in versione restaurata, che sarà eseguita dal dj statunitense Jeff Mills. Il Festival, come di consueto, darà spazio alle ultime tendenze e agli autori emergenti nel campo della fiction e del documentario attraverso la Mostra Concorso e Visti da Vicino. Sostenuto anche per la prossima edizione dall’Unione Europea attraverso il sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, Bergamo Film Meeting privilegerà il cinema del nostro continente, con una proposta di oltre 150 film per 9 giorni di programmazione. Alle proiezioni in sala si affiancheranno gli incontri con gli autori, gli eventi speciali, i percorsi formativi rivolti alle scuole e agli spettatori under 18, insieme a un vivace contorno di proposte tra arte, musica e fumetti, realizzate grazie al network di collaborazioni con le numerose realtà culturali territoriali e non solo.

CINEMA D’ANIMAZIONE: MARIUSZ WILCZYŃSKI

Nato a Łódź, Polonia, il 29 aprile 1964, Wilczyński è considerato uno degli animatori più influenti nel panorama cinematografico d’animazione: ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Golden Hugo come Miglior Film d’Animazione al Chicago International Film Festival nel 2005 per il film Niestety (Unfortunately, 2004) e Miglior Film d’Animazione all’European Independent Film Festival di Parigi con Wśród nocnej ciszy (In the Stillness of the Night, 2000). Nel 2007 il MoMA gli ha dedicato una retrospettiva all’interno della quale ha presentato la prima mondiale del suo cortometraggio Kizi Mizi. I suoi film sono stati presentati ai festival di tutto il mondo: Ankara Film Festival, Seoul International Cartoon and Animation Festival, Annecy International Animation Film Festival per citarne alcuni. Laureato all’Academy of Fine Arts di Łódź, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Animazione presso la Leon Schiller State University of Film, Television and Theatre di Łódź nel 2010. Dal 1998 dirige cortometraggi di animazione seguendo uno stile e un’idea di Arte per cui sia fondamentale abolire ogni tipo di paura esprimendo la propria visione del mondo liberandola da limitazioni, obblighi e convenzioni.

Bergamo Film Meeting presenterà tutti gli 11 lavori dell’artista tra i quali Allegro ma non troppo (1998), From the Green Hill (1999) e Smierć na 5 (Death to Five, 2002). Attualmente sta lavorando a lungometraggio, Kill It And Leave This Town, che verrà presentato nel 2019 dopo un’intensa preparazione durata circa dodici anni. Mariusz Wilczyński sarà presente a Bergamo Film Meeting dal 9 al 12 marzo. La personale è realizzata in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma.

Sito web: http://www.bergamofilmmeeting.it/