STRAN(I)ERI – Storie di migrazione, fumetto solidale

Chiunque può essere profugo. Per motivi diversi. Anche tu, chi può dire? Potrai solo sperare che chi sta meglio di te si comporti da essere umano…

Fra i progetti messi in piedi per essere d’aiuto, eccone uno nuovo legato al mondo del fumetto: “STRAN(i)ERI – Storie di migrazione nasce da un laboratorio dedicato al fumetto che ha coinvolto un gruppo di profughi, giovani e giovanissimi, sbarcati come tanti sulle coste italiane e “inviati” ai piedi delle Alpi, in Valle d’Aosta. Il gruppo di lavoro per questo progetto è formato da Viviana Rosi e Francesca Schiavon (End Edizioni), Erika Centomo (illustratrice, sceneggiatrice e qui curatrice del libro a fumetti), Andrea “Sago” Di Renzo e Francesca Nicco (cooperativa Arc en Ciel), Giulio Gasperini e Tiziana Gagliardi (Scuola di italiano DoubleTe) e le foto sono di Anna Alciati di Due42fotografie.

Viene prodotto un libro in 5 sezioni. “I fumettisti che si sono lasciati coinvolgere in questa avventura sono Luca Enoch (Sprayliz, Gea, Lilith, Dragonero e serie Bonelli), Giuseppe Palumbo (Ramarro, Martin Mystère, Diabolik e altre serie) e Arianna Farricella (fumettista giovane e talentuosa).

Per saperne di più e dare il proprio contributo concreto vai su: stran-i-eri-storie-di-migrazione-storie-di-alfabetizzazione/ e su: StraneriVdA

Scrivi il tuo bel Commento, dai! Ma prima leggi qui: Criteri di comportamento per i Commenti. Potete condividere il vostro contributo positivo, nuovi elementi utili per i lettori di afNews, integrazioni, correzioni, documentazioni aggiuntive, segnalazioni specifiche relative all’articolo e cose del genere che possano servire a completare e arricchire i contenuti liberamente condivisi in uno spirito di positiva partecipazione collettiva. Perciò se siete adirati, un pelo fuori di voi, pronti a scatenare una flame war ecc. datevi una calmata, rilassatevi e scrivete un commento privo di insulti, agitazione, furor sacro ecc.: viceversa verrà semplicemente cancellato. Non è afNews il posto adatto a certi comportamenti. Punto. Leggete con molta attenzione il paragrafo Norme Vincolanti di Comportamento dalla sezione di menù HELP! e, se volete commentare su afNews, adeguatevi. Tenete conto che tutti i commenti sono soggetti a moderazione, oltre al controllo automatico anti-spam, e non tutti verranno necessariamente pubblicati. Ricordate anche che la zona commenti diretti di afNews non è intesa come spazio “forum” o come arena per le polemiche, ma solo come spazio di arricchimento comune, basato solo su fatti documentabili. Per forum, discussioni e polemiche si usino gli spazi ad hoc sui Social. Buon divertimento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.