Hugo Pratt Linee d’Orizzonte ad agosto disponibile l’edizione italiana della mostra di Lyon

Rizzoli Lizard publica ad agosto il volume Linee d’Orizzonte,  catalogo presentato in occasione della mostra omonima dedicata ad Hugo Pratt, al musée des Confluences, partita ad inizio aprile e che terminerà il 24 marzo 2019,  di Lyon.

.

Pubblicato in occasione della mostra al musée des Confluences, il catalogo è un percorso nell’opera di Pratt, tra tavole originali, inediti, materiali d’archivio e fotografie, per ricostruire le «linee d’orizzonte» di un panorama che unisce le culture del mondo intero. Pratt diceva che amava vivere «in un mondo di miti», con uno spirito d’avventura mosso dalla curiosità tipica di un bambino. Il suo sguardo, espresso nel disegno, nell’acquerello e nel racconto, è qui messo in relazione alle testimonianze provenienti da culture e civiltà diverse, che portano alla luce il tessuto del suo immaginario attraverso il tempo e i continenti, dall’Oceania al Grande Nord canadese, dal Sahara a Venezia. Maschere, ornamenti, armi, gioielli, vestiti, oggetti di culto e del sapere dialogano con personaggi e situazioni attraverso un grande numero di documenti inediti e di opere grafiche tutte da scoprire, invitando il lettore in un percorso affascinante.

La mostra di Lyon è stata concepita dall’infaticabile erede artistica di Hugo Pratt, Patrizia Zanotti, insieme a Michel Pierre e Didier Platteau. I tre hanno coordinato un piccolo esercito di collaboratori tutti specialisti della prospettiva ( l’Orizzonte) sotto la quale guardare l’opera di Pratt. Il risultato è un volume di 176 pagine che approfondisce in modo davvero inedito l’opera del maestro di Malamocco. Non vi diremo che ogni saggio è una pietra miliare per capire Pratt ma tutti insieme danno viata una nuova prospettiva, è il caso di dirlo, sulla sua opera.

LINEE D’ORIZZONTE

  • Marchio: Rizzoli Lizard
  • Collana: Lizard
  • Prezzo: 39.90 €
  • Pagine: 176
  • Formato libro:
  • Tipologia: CARTONATO
  • ISBN carta: 9788817105880

Le immagini provengono dal catalogo Manicomix di Agosto.